Magazine

La soluzione alternativa a questa merda

Creato il 14 gennaio 2011 da Andreacusati

Parlare di quanto è successo sul Legittimo impedimento mi pare superfluo. Chiunque abbia e voglia avere occhi per vedere capisce bene che è stata l'ennesima spallata alla Costituzione Italiana e che è l'ennesima dimostrazione di quanto tutto il potere intorno a noi sia corrotto e colluso.
Continuare a sentire parlare le persone e soprattutto i nostri politici di libertà, democrazia, giustizia è un altro paradosso che potremmo inserire nel lungo elenco di ipocrisie che costellano la vita dell'essere inumano (mio post di qualche tempo fa). Potremmo farne mille ma facciamo tre esempi attuali per avvalorare le mie parole e spiegarmi:
1- DEMOCRAZIA: Marchionne impone ai lavoratori della Fiat di accettare le condizioni che l'azienda trova vantaggiose per sè o va all'estero e porta via quel poco di lavoro che c'è ancora in Italia.
2- LIBERTA': della privacy (che è solo una parola che non esiste e non c'è in ogni caso) siamo spesso costretti a farne a meno. Un esempio è quando compiliamo un certificato medico. Dietro il certificato, vicino alla firma ti si dice, come in tante altre circostanze, che DEVI concedere il trattamento dei tuoi dati sensibili altrimenti non ti verrà concesso il servizio.
3- GIUSTIZIA: io farei un referendum per chiedere l'abolizione dell'articolo 3 della Costituzione, perchè quella scritta nei nostri tribunali "LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI" è solo una delle tante prese per il culo che ci vengono sbattute in faccia dalla mattina alla sera contribuendo alla nostra sete di rivolta e ribellione. E' un incitamento alla violenza. Basti vedere il numero di condannati in via definitiva che abbiamo in parlamento per capire che la legge non è uguale per tutti.
Quindi democrazia, libertà e giustizia sono tre cose che non ci sono mai state non è da oggi che questa è la situazione. Oggi c'è un'esasperazione e uno stupro giornaliero di questi tre diritti ma è sempre stato così. Non per questo dobbiamo subire dalla mattina alla sera questo ingoio di merda senza mai alzare la testa.
Il loro gioco è sempre quello e noi tutti ci caschiamo sempre. Tu alzi la testa e fai viso duro a duro gioco e loro applicano il divide et impera. Cercano di far scattare la guerra fra poveri e immancabilmente... ce la fanno. Guardate gli operai della Fiat che vogliono votare il no e quelli che vogliono votare il sì che litigano fra loro; guadate quando un imprenditore mosso a compassione ha pagato una mensa scolastica a dei bambini figli di immigrati residenti in Italia (quindi italiani in regola), parliamo sempre male degli imprenditori e a questo invece di fargli una ola gli italiani si sono incazzati con lui e gli immigrati; guardate come ce la prendiamo fra di noi per una partita di calcio, un ideale politico, un partito, una qualsiasi cazzata. Usano la paura per bloccarci e metterci uno contro l'altro. Molte persone che sento parlare di sacrifici non sanno neanche vagamente cosa sia un sacrificio e quindi per paura di perdere il loro pezzettino abbassano la testa e vanno avanti. Non voglio comunque prendermela con queste persone perchè, questi luridi figli di puttana ricattatori che un vero affetto di amicizia e un vero affetto famigliare non l'avranno mai, riescono a farti vedere come una palla al piede la tua di famiglia e i tuoi affetti. Quando tu hai paura di perdere tutto per te forse puoi anche farti coraggio e rischiare andando avanti a lottare ma quando rischi di perdere tutto per i tuoi figli, tua moglie, tuo marito, i tuoi cari... bè, lì è un altro paio di maniche e gli stronzi lo sanno. Ti hanno per le palle o almeno ti fanno credere che sia così.
Dove voglio andare a parare vi starete chiedendo. Fatta questa doverosa premessa voglio, come sempre, portare  un ragionamento dove alla fine mi piacerebbe leggere commenti vostri a riguardo per sapere cosa ne pensate.
Io sono convinto che la frase del film "V per vendetta" che recita: "I popoli non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi che dovrebbero aver paura dei propri popoli", sia assolutamente vera. In realtà per paradosso la nostra forza è la loro. Noi siamo tanti rispetto a loro e questo rende più facile a loro disperderci e metterci uno contro l'altro e più difficile a noi organizzarci. Ma pensate a un'Italia per lo più davvero unita, provate a immaginarla... gente del nord, del centro e del sud che capisce che non è colpa dei suoi connazionali terroni o polentoni se i soldi vengono rubati o non dati ma è colpa di chi li gestisce i soldi; operai tutti uniti per i loro diritti costi quel che costi; studenti che sono tutti assieme contro il ddl Gelmini, cittadini italiani che quando vedono un loro politico accusato con prove alla mano di ogni nefandezza si indignano e ne chiedono tutti assieme le dimissioni e il processo... adesso svegliatevi e tornate nel mondo reale. E' bello no? Ovviamente il 100% non lo si avrà mai e neanche è sensato dire che dovremmo ragionare tutti con la stessa testa. Ma dire che l'unione fa ancora la forza e dire che dovremmo ragionare con la NOSTRA testa e non con la LORO che ci vogliono inculcare... bè, questo è legittimo e senza impedimento.
Arriviamo al dunque. Noto in molti blog e in molti discorsi fra persone la stessa litania di sempre: Berlusconi è una merda, la sinistra è una merda, Casini lasciamo perdere, Fini non è l'alternativa, tutto andrà avanti così, l'Italia è un Paese di merda, meglio le briciole che niente perchè c'è chi sta peggio ecc. ecc.
Poi via a fare ragionamenti che restano solo nell'astrattismo di un pensiero filosofico e ad elencare tutti i mali italiani  del mondo e domani ancora qui a iniziare da capo. Non ha senso.
Spesso anche il mio blog ha aperto discorsi per amor di discussione e confronto senza arrivare a un qualcosa di concreto, qualche altra volta nei post ho accennato o spiegato cosa si può fare di concreto tutti assieme (perchè per fortuna/purtroppo dobbiamo essere tutti assieme a far qualcosa, uno da solo non va lontano), quindi mi metto dentro anche io nell'osservazione che sto facendo.
Penso che abbiamo bisogno di prendere un'altra strada, di parlare più concretamente, di smetterla di menarcela con stupore ogni volta che Berlusconi se ne esce con l'ennesima figura di merda o cazzata o legge ad personam. Dirci queste cose dovrebbe essere il compito dei giornalisti, noi lo vediamo com'è. Oggi con internet abbiamo l'informazione e sappiamo (sapevamo anche prima se volevamo ascoltarli parlare e vedere cosa facevano i nostri politici, secondo me). Per cui dobbiamo FARE!
Quando nacque questo blog mi prefissi di non dare mai preferenze di un partito, perchè non ho mai voluto essere di parte ma dalla parte dei cittadini italiani stanchi di questa politica come me e anche perchè io stesso per anni non ho saputo chi votare e ho annullato la mia scheda per non dare il voto a nessuno, stanco di dover scegliere fra una merda calda e una merda fredda (la merda è sempre merda).
Però per parlare di qualcosa di concreto vorrei spiegare perchè vedo nel Movimento a 5 stelle un'alternativa valida a questa politica e un'uscita dal tunnel. Anzitutto penso di far fede alla mia scelta di non voler parlare di un partito, quindi non essere di parte, perchè reputo il Movimento a 5 stelle fuori dai discorsi di partito (quindi di parte) cui siamo abituati.
Prima cosa, il Movimento 5 stelle si fonda su un discorso: IL CITTADINO SI DEVE RIAPPROPRIARE DELLA PROPRIA POLITICA. La politica che paghiamo tutti ha dimostrato ampiamente che non è lì a fare i nostri interessi quindi dobbiamo farceli noi, loro sono troppo distanti da noi comuni mortali. Questo mi sembra un punto sacrosanto.
Seconda cosa, il Movimento 5 stelle ha dato il via alle liste civiche 5 stelle per riappropriarsi dei propri comuni dove anche lì si vedono favoritismi, raccomandazioni, furti al patrimonio cittadino e mafia allo stato puro. PARTIRE DAL BASSO PER RIPRENDERSI IL PAESE. Anche questo è un segnale di far le cose con intelligenza, non si può pensare di fare un partito e arrivare al governo contando che avrai mezzi di informazione e tutti i politici contro oltretutto (perchè ovvio che loro il loro potere non lo vogliono mollare per darcelo a noi che vogliamo una politica seria).
Terza cosa, il Movimento 5 stelle ha rinunciato ai finanziamenti pubblici ai partitti e i suoi consiglieri comunali si sono decurtati di più della metà gli stipendi. Cosa non da poco se si pensa che neanche i partiti più alternativi (a parole) come Sinistra e Libertà e Italia dei Valori han fatto.
Quarta cosa, il Movimento a 5 stelle non ha alleanze politiche nè le vuole perchè ha capito che se per salire velocemente e infilarsi nel governo accetta alleati dovrà scendere a compromessi sul suo programma.
Quinta cosa, alcuni risultati finora portati a casa nell'ombra dell'informazione nazionale: "[...] i ragazzi e le ragazze del M5S che hanno contribuito a bloccare la TAV in Val di Susa e la cementificazione del Canavese, vietato la costruzione di centrali nucleari in Emilia Romagna, introdotto la raccolta differenziata, il wifi e la ripresa in diretta delle sedute dei consigli comunali in molti comuni dove sono stati eletti. Il M5S ha dimostrato coi fatti alcune cose, inconcepibili per l'italiano medio e i partiti. Le elenco. La politica si può fare per spirito civico, con stipendi adeguati alla media degli stipendi italiani e per un massimo di due legislature, poi si ritorna al proprio lavoro. I soldi non sono necessari per fare politica, il M5S ha rifiutato i contributi elettorali di 1.700.000 euro per le regionali, mentre gli altri partiti incassano un miliardo di euro. Ogni voto al M5S, grazie a donazioni volontarie di circa quarantamila euro in tutto, è costato 0,8 centesimi e nulla ai contribuenti. I media tradizionali non sono più indispensabili per fare politica. La Rete li sta sostituendo.[...]"
Sesta cosa, i risultati raggiunti nelle prime elezioni cui parteciparono Liste civiche 5 stelle e Movimento 5 stelle denotano una voglia di cambiare da parte di molti italiani, soprattutto giovani e giovanissimi, avendo ottenuto ottimi risultati: http://it.wikipedia.org/wiki/MoVimento_5_Stelle#Risultati_regionali
Settima cosa, la concezione diversa della politica e del politico. Il fallimento di molti governi che hanno cercato di mettere in pratica un'ideologia (come quello di Mao, Stalin e Lenin per fare un esempio sul comunismo ma si può fare per tante altre forme di governo) è stato causato dal sentirsi padroni di quella carica che invece doveva essere un servizio al Paese. Una frase storica che è il motto di un candidato a 5 stelle è: "Il politico "di leva" è il politico del futuro. Presta servizio civile per poi ritornare alla sua professione."
Ottava cosa, non trascurabile, a nessun politico (o quasi) piace il Movimento 5 stelle e nessun politico ne parla molto. Anche Di Pietro e Vendola che all'inizio hanno un pò sfruttato l'immagine di questa forza nascente ora han preso le distanze perchè han capito che non vuole essere un movimento manipolabile.
Nona cosa, non c'è leader. Ognuno conta uno. Chi riconosce in Beppe Grillo il leader del Movimento a 5 stelle è ignorante in materia e lo invito a informarsi. Grillo ha sempre detto che è condannato e il Movimento non prevede iscritti condannati, Grillo ha dato il là a un'idea rivoluzionaria mettendoci la faccia per dargli risonanza ma è stata la gente comune, nauseata da questa destra e sinistra di impalpabili differenze, che ha creduto in questa idea e ha deciso di prenderne parte.
Decima cosa, la trasparenza. Tutto è on line, potete controllare cosa fanno e dicono gli eletti in tempo reale, vedere consigli comunali in diretta streaming, votare on line,creare la vostra lista civica, iscrivervi al Movimento 5 stelle, proporre e chi più ne ha più ne metta.
Tutto da qui: http://www.beppegrillo.it/movimento/
Qui potete leggere e scaricare il programma delle liste civiche 5 stelle e del Movimento 5 stelle in formato pdf: http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf
Mi sembra di aver espresso i punti principali che, secondo me, fanno del Movimento 5 stelle l'alternativa a questo marciume politico. Ci vorrà del tempo prima che questa cosa prenderà piede, se lo prenderà. Non sto a farvi campagne elettorali che non mi interessa e non ha senso. Io con chi passa di qui voglio solo discorrere e comunicare tranquillamente. Ognuno ha la sua testa e le sue idee. Non so neanche se sarà davvero la soluzione a tutti i mali e non so neanche se il giorno che farà il salto di qualità arrivando al governo con un bel pò di voti sarà pronto a governare. Vedremo. Ne abbiamo provate tante di schifezze penso che il gioco valga la candela dati i presupposti. Ma se state pensando di aprirvi un partito vostro o non sapete più chi votare o non vedete la luce, date un'occhiata e informatevi sul Movimento a 5 stelle. Creare un partito da zero richiede tempo, quindi magari trovate qua delle risposte e non si disperdono i voti. Ovvio che se non siete daccordo io sono sempre dell'idea che ci dobbiamo sbattere noi perchè se aspettiamo questa classe dirigente (da sinistra a destra) moriremo in sta merda. Quindi piuttosto create qualcosa di vostro e alternativo. Solo pensateci. Ragionate sempre con la vostra testa e informatevi su tutto ciò che vi interessa prima di giudicarlo, ma tenetevi aggiornati e informati sulle cose interessati e non su cosa fa Berlusconi che sono vent'anni che fa le stesse cose impunemente. Andiamo oltre.
LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI!
LA SOLUZIONE ALTERNATIVA A QUESTA MERDA

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :