Magazine Attualità

La sposa diciasettenne di un militante islamico ceceno tra le “black widow” che si sono fatte esplodere nella metro di mosca

Creato il 05 aprile 2010 da Madyur

La sposa di 17 annI di un militante islamico era una delle "Black Widow" (Vedove nere) che hanno ucciso 39 persone nella metropolitana di Mosca. Gli investigatori ritengono che Dzhennet Abdurakhmanova si è fatta esplodere a Lubjanka, vicino al quartier generale della Sicurezza Federale della Russia Service (FSB), come vendetta per l'uccisione del marito, lo scrive il quotidiano Kommersant .

RUSSIA-ATTACKS-BOMBER

Ha pubblicato una fotografia di una teenager che, nel suo vestito nero islamico , brandiva una pistola accanto al suo marito, Umalat Magomedov. E 'stato ucciso la notte di Capodanno in una sparatoria con la polizia nella sua nativa Daghestan.

Magomedov è stato considerato come il leader di un gruppo terroristico legato in Daghestan al movimento islamista di Doku Umarov, che ha rivendicato la responsabilità dell’attentato.

Abdurakhmanova, anche lei dal Daghestan, ha conosciuto Magomedov via internet. Lui la presa moglie poco tempo dopo , anche se non è chiaro se si sono sposati ufficialmente. Magomedov, noto anche come Albaro, morì quando la polizia ha segnalato la sua auto , in cui lui e altri tre militanti erano a bordo, nella città di Khasavyurt, Daghestan. La polizia ha detto che il gruppo ha cominciato a sparare contro il posto di blocco e sono stati uccisi quando i funzionari hanno risposto al fuoco.

La polizia ha rilasciato fotografie dei resti del viso della donna nel tentativo di identificarla. La testa era di Abdurakhmanova completamente separata dal suo corpo nell'esplosione. La donna che ha effettuato il secondo attentato alla stazione di Park Kultury non è stata ancora identificata, ma Kommersant ha riferito che gli investigatori hanno sospettato che era una donna cecena di 20 anni, Markha Ustarkhanova.

E 'stata la vedova del sedicente "emiro" della regione di Gudermes in Cecenia, Said-EMI Khizriyev, ucciso dalla polizia lo scorso ottobre. Khizriyev era stato accusato di complotto per asassinare Ramzan Kadyrov,Presidente della Cecenia.

Un sopravvissuto all'attacco di Park Kultury ha dato vividi dettagli sul conto dell’attacco suicida. Sim Eih Xing, uno studente di medicina della Malesia, raccontava come stasse in piedi accanto alla donna per 20 minuti prima di salire nella carrozza alla stazione poco prima dell’esplosione.

Appena sceso dalla carrozza "E 'stata molto forte, ma ho potuto vedere scintille bianche alla mia sinistra. Pensavo di essere morto "ha detto. "Mi sentivo come se fossi controllato da qualcun altra cosa. Non mi sono fatto prendere dal panico. Ho camminato come uomo normale ".

Quando si è voltato, ha visto morti e feriti in tutta la carrozza. Miracolosamente, Sim ha subito solo piccoli tagli ad una gamba e capelli bruciacchiati, ed era in grado di uscire dalla stazione.

"Ho continuato a pregare tutto il tragitto fino alla metropolitana perché ho pensato che ci poteva essere un'altra bomba”

madyur

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :