Magazine Maternità

La sterilizzazione forzata delle donne uzbeke

Da Madyur

Quando il suo bambino è morto poco dopo il parto , Gulbahor Zavidova, 28 anni, moglie di un contadino povero, desiderava di essere di nuovo incinta. Dopo mesi di tentativi lei e suo marito hanno fatto visita ad un dottore riferendogli che non avrebbe mai potuto avere un altro figlio perché era stata sterilizzata.

Woman360_711035a

La procedura era stata eseguita subito dopo che ha dato alla luce il bimbo , da medici che non avevano chiesto il suo consenso. Sull'apprendimento che non poteva avere figli, il marito l’ha lasciata.

"Non passa giorno che non piango ", ha detto. "Ero indignata quando ho scoperto cosa avevano fatto. Come hanno potuto fare una cosa orribile, senza chiedermelo ? " Secondo le associazioni per i diritti umani, decine di migliaia di giovani donne come Zavidova sono state sterilizzate senza il loro consenso nello stato autoritario dell'Uzbekistan.

Fonti uzbeke dicono che la misura era stata ordinata da Islam Karimov, il presidente, che ha governato con pugno di ferro per 20 anni. La politica è orientata a tenere bassa la popolazione povera del paese - con 28m di persone, è lo stato più popoloso dell'Asia centrale.

Gli attivisti dicono che la sterilizzazione di massa è iniziata nel 2003, ma è stato alleviato dopo due anni a seguito di una protesta. Si dice che è stato riavviato nel febbraio di quest'anno, quando il ministero della salute ha ordinato ai medici di raccomandare la sterilizzazione come un "contraccettivo efficace". I critici sostengono che ogni medico doveva convincere "almeno due donne”. I medici che fallivano ricevevano rappresaglie e multe.

"Stimiamo che da febbraio, circa 5.000 donne sono state sterilizzate senza il consenso", ha detto un attivista locale dei diritti umani che vuole rimanere anonimo. In molti casi, i medici optano per la consegna da parte di un taglio cesareo e quindi eseguono una sterilizzazione senza avvertire la donna. Donne sapendo della pratica hanno deciso di partorire in casa.

I medici hanno visitato Hidojat Muminova, una raccoglitrice di cotone di 26 anni, . Hanno detto che sarebbe dovuta andare un ospedale locale per un check-up, in cui è stata diagnosticata una cisti fatale nel suo tube di Falloppio.

"Mi hanno spaventato dicendomi che avevo bisogno di un intervento urgente", ha detto. "Sono rimasto sorpresa di non aver mai avuto alcun dolore, ma ero preoccupata e ha accettato l’intervento. Quando tutto fu finito mi hanno detto che avevano effettuato una sterilizzazione. Non riuscivo a smettere di piangere. Mi hanno ingannato e mi trattavano come un animale. "

Un'altra vittima, Mahmuda Usupova, 30, ha detto che i medici l’avevano sterilizzata dopo che diede alla luce il suo terzo figlio con parto cesareo diversi mesi fa. Ha imparato che non poteva più avere figli durante una visita al suo ginecologo.

Le autorità uzbeke negano che le sterilizzazioni sono effettuate senza il consenso, ma un rapporto del Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura ha registrato un "gran numero" di casi di tre anni fa. Secondo le Nazioni Unite, il tasso di fertilità dell’ Uzbekistan è passato da 4,4 bambini per donna a 2,5 da quando Karimov ha preso il potere.

Sotto Karimov, l’Uzbekistan è diventato altamente repressivo . Gli oppositori sono stati incarcerati, torturati e uccisi. Due critici del regime, che erano accusati di essere militanti islamici, sono stati bruciati vivi con l’acqua bollente.

Centinaia di civili sono morti quando la polizia e l'esercito hanno sparato indiscriminatamente in una grande folla di manifestanti ad Andijan nel 2005. Il programma di sterilizzazione è stata rilanciata nonostante gli sforzi delle figlie di Karimov di migliorare la vita delle donne e dei bambini uzbeki. Lola, 31 anni, figlia minore del presidente, è un ambasciatore Unesco

Sua sorella Gulnara, 38 anni, che è stata recentemente nominata ambasciatrice in Spagna, supporta una serie di enti di beneficenza. Conosciuta come "la principessa del uzbeki", è laureata ad Harvard, esperta di arti marziali e designer di gioielli.

Sotto il nome GooGoosha – il nomignolo che il padre gli dava - lei ha rilasciato video pop. Le sue parti di Mosca, dove ha vissuto fino a poco tempo, ha attirato i membri dell'élite. I giorni della salute delle donne , pubblicizzato sul suo sito, fornisce libero accesso a medici specialisti provenienti da Israele per le donne che soffrono "malattie legate alle funzioni riproduttive".

L'ambasciata dell'Uzbekistan a Mosca ha insistito sul fatto che tutte le sterilizzazioni sono state effettuate su richiesta del paziente e dopo che al marito della donna era stato detto delle conseguenze.

Alcuni nomi sono stati cambiati.

madyur


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :