Magazine Cucina

La Tacchinella Alla Canzanese

Da Damgas @incucinablog

La tacchinella alla canzanese  oltre ad essere una preparazione tipica di Canzano, piccolo paese del teramano la tacchinella alla canzanese è il piatto tipico dell’omonimo ristorante di questo splendido borgo in cui fece la sua prima comparsa documentata nel 1967, periodo in cui veniva però chiamato ” gallinaccio alla canzanese “.

la tacchinella alla canzanese damgas.altervista.org cuocoincucina
Tradizione vuole che si tratti del piatto natalizio per eccellenza, ma è in verità adatto a tutte le stagioni in quanto si tratta di una preparazione in gelatina, adatta anche come antipasto. Da precisare in oltre che tradizionalmente viene servita accompagnata da sott’aceti.

Ingredienti per 8 persone:

1 tacchinella giovane di circa 3kg ,  4 ramoscelli di rosmarino ,  4 spicchi d’aglio ,  3 foglie d’alloro ,  1 cipolla ,  1 carota , 1 costa di sedano , 1 cucchiaio di pepe in grani , 4 fogli di gelatina , sale e pepe in polvere qb

Procedimento:

Fiammeggiate la tacchinella sulla fiamma del fornello per eliminare l’eventuale peluria, lavatela ed asciugatela; eliminate poi il collo, le ali e le zampe all’altezza della coscia, quindi disossatela con molta cura. Ponete poi la carcassa, le parti eliminate e le verdure in un tegame, ricoprite con almeno 4 litri d’acqua, salate e fate cuocere per circa 1 ora e 30 minuti. Filtrate dunque il brodo ed aggiustate di sale. Nel mentre preparate la tacchinella per la cottura insaporendone l’interno con sale, pepe rosmarino alloro e gli spicchi d’aglio pestati; arrotolatela dunque su se stessa e legatela con spago da cucina. Adagiatela ora in una casseruola unendovi circa 2 l di brodo ed il cucchiaio di pepe in grani; passate dunque in forno gia caldo a 220°c per circa 4 ore rivoltando la carne di tanto in tanto. Al termine eliminate lo spago ed i ramoscelli di rosmarino, Filtrate 1/2 litro di brodo e scioglietevi all’interno la gelatina ammollata in precedenza in acqua fredda. Unite dunque al composto ottenuto la tacchinella e lasciate raffreddare e quindi riposare in frigo per circa 7 ore. Affettate dunque la tacchina arrotolata e servite accompagnando con cubetti di gelatina ed eventualmente se ne avete a disposizione con sott’aceti


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines