Magazine Maternità

Lavoro - Istruzioni per l'uso

Da Lacocchi @laCocchi
Penso seriamente che, una volta venuti al mondo, insieme al kit di pannolini, cremine per i culetti arrossati, le tutine e i ciucci, dovrebbero darci un manuale d’uso della vita.
Mi immagino l’ostetrica, mentre madre stremata tiene tra le braccia il piccolo o la piccola che non la farà dormire per mesi, che le vomiterà sulla spalla, che però le darà molta gioia, sì insomma vedo l’ostetrica che dice: “Signora, allora, benvenuta nel mondo delle mamme. Pappine, cremine, ciucci e La Guida alla tua Vita. Questa gliela dia quando ha un 6 anni, e mi raccomando, faccia in modo che la studi bene.”
No, perché così noi saremmo preparati agli inconvenienti della vita. Immagino anche i capitoli: “Adolescenza- farai finta di odiare tua madre per un po’, sarai scontrosa e brufolosa. Tranquilla poi passa.”  “17-20 anni: non ti andrà mai bene nulla. Ti lamenterai sempre. Probabilmente andrai all’università in un’altra città e farai conoscenza con l’alcool. E le canne. NON TI DROGARE TROPPO! Che poi non rendi all’università.” Eccetera Eccetera.
Non voglio nemmeno pensare al capitolo sull’amore, in tutte le sue sfumature: dal rosso passione innamoramento al merda ma chi me l’ha fatto fare bastardo.
Ecco. Tutto questo perché sto cercando lavoro. Oh, e perché mai stai cercando lavoro, vi chiederete. Perché alla faccia della recessione, della crisi, della disoccupazione, mi sono licenziata La vita è una e un vaffanculo ogni tanto ci sta bene. E la vita è una sola e allora cosa perdiamo tempo a fare qualcosa che non ci piace. E una serie di altri motivi che vi risparmio volentieri. Ma insomma, il succo della faccenda è: non ero felice, e ho eliminato il motivo dell’infelicità una volta trovato.
Dunque, sto cercando lavoro. E se io fossi stata dotata della guida alla mia vita, molto probabilmente ora non mi farei venire attacchi isterici cercando lavori in siti internet che propongono 187789 lavori, di cui 187788 non ti si addicono proprio. Oppure aspettando risposte che tardano ad arrivare e scrivendo lettere di presentazione in cui sono diventata maga tuttofare di qualsiasi cosa loro vogliano da me.
Sarei andata al capitolo della guida che riguarda il lavoro, chiamato: “Cercare lavoro disperatamente- Istruzioni per l’uso. NB: che Dio t’aiuti.” e avrei letto il da farsi.  Avrei studiato attentamente tutte le regole base da seguire in caso di ricerca di lavoro, come sostenere colloqui che lévati ciccio non hai speranze, come scrivere lettere di presentazione incredibilmente convincenti o curriculum distruggiavversari, roba che l’addetto alle selezioni getta via tutti gli altri curriculum e tiene solo il tuo e ti presenta al direttore come la persona che ha sempre voluto assumere. Ma soprattutto, mi sarei soffermata a lungo sulle domande da colloquio. Quelle a trabochetto, che nascondono insidie del tipo “Se dice no allora vuol dire che in realtà è sì. Se dice sì allora vuol dire che non vuole il lavoro”, mentre tutto quello che vorresti dire tu è ASSUMIMI. Quelle che non sai mai se le stanno facendo sul serio o se stanno scherzando. E tu sorridi e loro no. E allora capisci che OPS, forse era una cosa seria.
Domande che scatenano dubbi sul dove, quando, perché, come nascono, quale cervello le abbia partorite. Le sognano? Forse Gesoo appare loro in sogno e dice: “Domani al colloquio chiedi come riesce a gestire i silenzi (?!?!). E chiedi anche se non è troppo qualificata per questo lavoro (???). E perché cerca lavoro (...). Sai, cose del genere.”
Insomma, sarei andata a leggere, avrei capito tutto, non avrei avuto più alcun dubbio su quali sono i miei punti di forza e le mie debolezze in campo lavorativo. Saprei quale esperienza mi ha fatto diventare quella che sono e sarei in grado di descrivere il lavoro dei miei sogni portando anche l'indice dei costi fissi.  Sarei prontissima per rispondere a ogni genere di domanda a trabocchetto che ora mi terrorizza.
Poi probabilmente c’avrei aggiunto un P.S, all'inizio del capitolo sul lavoro. Con scritto qualcosa come:
“Se hai le tette grosse, non ti soffermare su questo capitolo. Corri a fare la showgirl! Che a loro ai colloqui al massimo chiedono la taglia del reggiseno. E quella è facile: dì sempre ho una terza, ma vorrei di più."

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • mamme: istruzioni per l'uso

    Ognuna di noi vive la gravidanza in maniera diversa, poi il parto.. E così discorrendo anche il primo anno di vita.. che è il più importante per alcune mamme,... Leggere il seguito

    Da  Mammavany
    CREAZIONI, MATERNITÀ, PER LEI
  • Che lavoro

    lavoro

    Non ci posso credere, sono esattamente 4 giorni di fila che lavoro senza sosta alla seconda lista...e la lista semplicemente non esiste...ahahah (solo io... Leggere il seguito

    Da  Magnoliawp
    LIFESTYLE, PER LEI
  • Lavoro, lavoro, lavoro.

    Lavoro, lavoro, lavoro.

    Cara Silvia, è giunta ora di rimboccarsi le maniche, basta lasciar scorrere le lacrime sul tuo viso. Basta perchè piangere non serve a nulla, basta perchè se no... Leggere il seguito

    Da  Donnaperte
    PER LEI, SESSUALITÀ
  • Cambio armadi: istruzioni per l'uso

    Cambio armadi: istruzioni l'uso

    Tra le attività casalinghe il cambio degli armadi non è tra quelli che odio di più, stirare e rifare il letto lo battono senz'altro, ed è molto strano perché... Leggere il seguito

    Da  Anna3venere
    CONSIGLI UTILI, LIFESTYLE, PER LEI
  • CIGLIA FINTE istruzioni per l'uso

    CIGLIA FINTE istruzioni l'uso

    Buondì ragazzuole^^ Le ciglia finte..cruccio e delizia di ogni makeup-addict. Avere delle ciglia da star è il sogno di ogni ragazza e quando... Leggere il seguito

    Da  Gothmakeup
    BELLEZZA, PER LEI
  • Accidia: istruzioni per l'uso :-P!

    Accidia: istruzioni l'uso :-P!

    La mia voglia di cucinare che si risveglia nel preludio del week end il venerdì sera(serata solitamente impegnata nel rinfresco della pasta madre e negli impast... Leggere il seguito

    Da  Sarettam
    CUCINA, RICETTE

Magazines