Magazine Europa

Lavoro: puntate su Aberdeen in Scozia

Da Koalalondinese @farego

by Koala Londinese on Dec 26, 20125:21 pm No Comments

ge5tt

Koali, per chi sta pensando di trasferirsi a vivere in UK/Scotland, vi consiglio di puntare su lei: Aberdeen ridente cittadina che si affaccia sulle coste scozzesi.

Per lo piú famosa e associata alla carne, o meglio, agli hamburger di Aberdeen, alti e belli speziati, questa cittadella offre molto di piú che di un buon e rustico paninazzo con carne e ketchup. Negli anni 70 era una semplice cittá di pescatori dove si vivazzava, oggi peró il petrolio l’ha resa ricca, senza aggiungere che si stanno preparando per il fatidico referendum del 2014 sull’indipendenza della Scozia, e ovviamente gli inglesi si stanno chiedono se conviene lasciarla andare oppure no!

Perché puntare su Aberdeen?

A guardare le statistiche, il tasso di disoccupazione é del 2,2% contro l’8,2% dell’Inghilterra!

In questa cittadella al largo delle coste ci sono ben 288 piattaforme, che estraggono gas e petrolio 24h su 24 … come dire una Klondike scozzese fatta di oro nero e di affari d’oro! Sí perché loro sono la capitale europea del petrolio, e visto il prezzo impennante del greggio, qui sono in molti a sfregarsi le mani con un bel sorrisone stampato sulla faccia.

Il solo porto da lavoro a circa 11 mila persone e di certo … c’é posto per molti altri ancora, solo qui l’anno scorso sono transitate quasi 8.000 navi con quasi 5 tonnellate di carico diretto alle piattaforme petrolifere. Basta farsi un giro al porto per vedere un brulicare di lingue, facce, imbarcazioni, gente di tutto il mondo riversati qui in questo potente polo petrolifero. Se avete un diploma in ingegneria e parlate bene l’inglese, allora puntate qui, si dice che il massimo che girerete a vuoto e senza un lavoro, sará quello di un paio di giorni!

Se poi studiate qui, avrete di sicuro offerte di lavoro, ancor prima di laurearvi.

Il porto si sta ingrandendo, si stanno difatti costruendo altri 400 metri di banchine per gestire l’aumento del traffico mercantile. Quindi sono sempre richieste tante e svariate figure, da scaricatori a manovali. Anche l’elioporto di Aberdeen é super intasato e quindi sicuramente sempre alla ricerca di manovalanza. Comunque basta farsi un giro delle agenzie di collocamento del posto, per capire che di possibilitá – soprattutto se si é specializzati in ingegneria – ce ne sono eccome e pagano pure bene! Anche negli alberghi tira un’ottima aria, qui dopo Londra, si incassa eccome e si registra sempre il pienone per via dei tanti pendolari, e professionisti che passano e soggiornano qui.

I salari qui, poi sono piú alti se messi a confronto con il resto della Scozia. Una microeconomia mirata e ben gestita, che ha fatto di questa cittá l’unica dell’Inghilterra a vantare una bella ripresa economica.

A spendere e spandere – dicono – ci pensano loro, le Wives Oil ossia le mogli dei dirigenti petroliferi che qui sembrano aver trovato un terreno fertile per i loro affari, tanto che ad Aberdeen c’é un’alta concentrazione di ricchi. Ma ovviamente anche il tasso del costo della vita si é impennato.

Alcuni hanno paura che il prezzo del greggio crolli o le riserve finiscano, mettendo in ginocchio Aberdeen e la sua dorata produzione, ma per ora chissenefrega, meglio godere finché si puó!

 

Sir Koala ringrazia e saluta.

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog