Magazine Lifestyle

Le pagelle: ALEXANDER MCQUEEN FALL WINTER 2011 2012

Creato il 09 marzo 2011 da Modainsegniblog
Le pagelle: ALEXANDER MCQUEEN FALL WINTER 2011 2012
Secondo womenswer per sarah Burton che per Alexander McQueen pensa a Marie Antoinette e ai suoi ultimi giorni alla Conciergerie prima del patibolo. Algida, comincia in un bagno di bianco otticco con cappotti corposi profilati di pelliccia sulle spalle e sugli orli inferiori e gonne a sirena scandite da zip lasciate aperte a creare spacchi. Effetti bondage invece nel corpo centrale della collezione dove tessuti preziosi realizzati a telaio, velluti martellati, organza traforata e tagliata a vivo o decorata con incrostazioni di perle si accostano ad elementi più arroganti come cinghie in pelle per gabbie "punitive" da indossare sugli abiti. Per le scarpe regola vuole cuissards e boots con lacci incrociati sul davanti come un bustier con tacco a spillo altissimo o zeppa armatura punzonata. Per la sera Marie Antoinette, ormai giustiziata e diventata concime per le serre e nutrimento per cavoli ed insalate, si trasforma in un ectoplasma bianchissimo e frusciante, una torta nuziale a sette piani peril lungo, per il corto invece siamo più sulla meringa. Deliziose sui bustier le applicazioni di porcellana dipinta lilla e l'alta marea di organza lavorata a nido d'ape. Il resto, pur rimanendo rispettoso, è uno svuotamento: si ripercorrono le orme di Alexander senza forza e senza vigore in una pericoresi sterile, in un girare attorno ad un mito cercando di allargarne la portata aggiungendoci nuovi capitoli che più che raccontare aggiungono nuovi puntini di sospensione. Sarah Burton più che un talento sembra una costola di Alexander McQueen e non essendo Dio di una costola che ce ne facciamo? Col rischio di scatenare nuove polemiche: un 7.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :