Magazine Calcio

Le pagelle di Milan - Napoli

Creato il 21 marzo 2010 da Antonoce
De Sanctis 6,5: se si escludono un paio di incertezze, ha disputato una grande partita. Due parate decisive, una su Inzaghi, una su Ronaldinho, che hanno salvato il risultato.
Grava 6,5: torna e si vede. Ronaldinho non è il fantasma dell’andata, anzi è un fulmine, ma il numero due azzurro riesce ad arginarlo abbastanza bene, con le buone o con le cattive…
Cannavaro 6,5: una gara quasi perfetta, preciso, grintoso, nuovamente su buoni livelli. Non è facile fermare Inzaghi, ma ci riesce quasi sempre.
Rinaudo 6: preciso negli interventi, utile sui calci piazzati offensivi.
Campagnaro 7: nel nuovo ruolo di esterno sinistro (c’è da dire quasi sempre bloccato in difesa) trova il gol del vantaggio ed il primo con la maglia azzurra. Pato esce quasi subito e non tocca proprio palla, poi gli capita Flamini e se la cava bene.
Maggio 6: spinge poco, aiuta molto la difesa, in particolare Grava nei raddoppi su Ronaldinho, alla fine esce stremato.
Dal 39’ s.t. Dossena s.v.
Gargano 6: ce la mette tutta, peccato che vanifica, come sempre il 50% di quello che fa di buono.
Pazienza 6,5: non molla mai, e per Pirlo e compagni sono dolori, soprattutto di caviglie.
Hamsik 5: regala solo una conclusione dalla distanza, poi si spegne, si estingue da solo, e diventa spettatore non pagante. Proprio lui, che contro il Milan ha segnato il gol più bello della sua carriera. E’ un giocatore che bisogna recuperare, perché se continua così lo perdiamo.
Dal 42’ s.t. Denis s.v.
Quagliarella 6: lotta come può, ma fallisce quattro clamorose occasioni, due per tempo, poi si infortuna. Ma sra crescendo.
Dal 31’ s.t. Cigarini s.v.
Lavezzi 6,5: primo tempo devastante, in cui è incontenibile a destra, tanto da fornire l’assist per il gol di Campagnaro e altri due per Quagliarella, vanificati. Nella ripresa è quasi un monologo del Milan, ma il Pocho fa il possibile per far tirare il fiato ai compagni.
All.Mazzarri 5,5: non male la scelta della difesa a 4, anche se alla distanza è risultata una soluzione troppo votata ad accontentarsi del pareggio, al cospetto di un Milan che poteva anche essere colpito a morte, almeno in certe fasi della gara. Di parziale rinuncia sono risultati anche le sostituzioni, troppo tardive, troppo di contenimento.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Napoli-Catania 1-0

    Napoli: De Sanctis, Grava, Cannavaro, Campagnaro, Maggio, Pazienza (43' st Bogliacino), Gargano, Zuniga (12' st Rinaudo), Hamsik (28' st Cigarini), Quagliarella... Leggere il seguito

    Da  Antonoce
    CALCIO, SPORT
  • Napoli, attento al Catania!

    Mazzarri ha detto: “Col Catania giochiamo la gara dell’anno”. Pare sia proprio così. Il Napoli, dopo aver fatto il pieno di soddisfazione avendo battuto la Juve... Leggere il seguito

    Da  Antonoce
    CALCIO, SPORT
  • Le pagelle di Napoli-Juventus

    De Sanctis 6: una sola parata, sicura, nella ripresa, su conclusione dalla distanza di Candreva.Grava 6,5: cattivo quanto basta, efficace quanto basta, su... Leggere il seguito

    Da  Antonoce
    CALCIO, SPORT
  • Napoli-Juventus 3-1

    Napoli: De Sanctis, Grava, Cannavaro, Campagnaro, Maggio, Pazienza, Gargano, Zuniga (45' st Rinaudo), Hamsik (37' st Cigarini), Quagliarella, Lavezzi (46' st... Leggere il seguito

    Da  Antonoce
    CALCIO, SPORT
  • Milan-Napoli 1-1

    Milan: Abbiati, Oddo (14' st Antonini), Thiago Silva, Favalli, Zambrotta, Flamini, Pirlo, Seedorf (35' st Huntelaar), Pato (14' pt Mancini), Ronaldinho, Inzaghi... Leggere il seguito

    Da  Antonoce
    CALCIO, SPORT
  • Napoli allo scoglio Milan: vittoria? Mai dire mai

    Quella con il Milan, considerando il momento attuale di entrambe le squadre, è proprio un’impresa impossibile. Ma mai dire mai, il calcio lo impone. Leggere il seguito

    Da  Antonoce
    CALCIO, SPORT
  • Napoli, serve più cattiveria

    Cattiveria agonistica, soprattutto sotto porta, e lucidità. Questo serve ora al Napoli per cercare di giocarsi tutte le sue carte per tentare un ultimo assalto... Leggere il seguito

    Da  Antonoce
    CALCIO, SPORT

Magazines