Magazine Cultura

Le sette sorelle

Creato il 23 ottobre 2015 da Fedetronconi

“Quella sera, al tramonto, andai in terrazza per ammirare il Cristo un’ultima volta.

Sorseggiando un bicchiere di vino bianco fresco, lo ringrazia per avermi ridato me stessa.”

Le sette sorelle

Primo di 7 libri, Le Sette Sorelle di Lucinda Riley, ti trasporta in una storia coinvolgente ed emozionante. Sei dolci bambine, provenienti da sei diversi luoghi nel mondo, vengono adottate da un uomo misterioso e amorevole, e cresciute come sorelle in uno splendido castello sulle rive del lago di Ginevra. Maia, giovane donna, è l’unica delle sue sorelle  ad aver continuato a vivere ad Atlantis  con suo padre. Quando  Pa’ Salt muore improvvisamente, Maia e le sue sorelle si ritrovano nuovamente sotto lo stesso tetto. Sarà il lascito misterioso dell’uomo,una pietra armillare con incise delle misteriose coordinate, a spingere le ragazze verso le loro origini per scoprire finalmente da dove vengono e chi sono. In questo capitolo scopriamo le origini di Maia, attraverso la storia della sua famiglia natale.

Con delicatezza la Riley ti fa incontrare i suoi personaggi, lasciandoti il piacere di conoscerli pagina dopo pagina, non solo attraverso azioni e parole, ma approfondendo le emozioni, i pensieri, le preoccupazioni che li spingono a muoversi nella vita. Maia, timida e riservata, spinta dalla lettera lasciatale dal padre, e dalla necessità di scappare da un passato troppo pesante, decide di partire per Rio De Janeiro per scoprire la verità sulla sua famiglia d’origine e ritrovare le sue radici. Aiutata da Floriano, scrittore e storico, Maia riesce finalmente a rintracciare l’ultima erede della sua famiglia. La donna però, anziana e malata, si dimostra reticente ad accoglierla rendendo la sua ricerca più complicata. Sarà Yara, la domestica, a darle accesso ad alcune lettere risalenti alla sua bisnonna ed a raccontarle l’inizio della storia della sua famiglia. Yara rivela alla ragazza la difficile vita della sua bisnonna, Izabela, dalla quale Maia ha ereditato la bellezza e il buon cuore. Izabela, nata in una famiglia ricca ma non altolocata di Rio, si troverà divisa tra due fuochi: il senso del dovere e il rispetto della volontà del padre nel farla sposare con un uomo insipido ma di ottima famiglia da un lato; il desiderio di libertà e l’intenso amore con Laurent, un artista parigino, dall’altro.

La penna della Riley ci regala un libro ricco ed intenso, dove le difficoltà di una famiglia, i dispiaceri, i rimpianti e le scelte obbligate, trovano il giusto riscatto in Maia. Perché, a volte, per quanto spaventoso e duro possa essere il proprio passato, può aiutare a perdonare e perdonarci, regalandoci una nuova possibilità di redenzione, un nuovo futuro. Maia non trova soltanto la sua famiglia, ma trova la forza per lasciarsi nuovamente abbracciare dalla vita, per reinventare se stessa e ricominciare ad amare. Un libro caldo, confortante, ricco di amore e fiducia.

La Riley regala nuovamente un piccolo tesoro da custodire, promettendoci di poter vivere ancora le emozioni delle Sette Sorelle nei capitoli a venire.

Buona Lettura!

Recensione a cura di

ROBERTA LONGO

  • Myspace
Le sette sorelle

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines