Magazine Rugby

Leoni al Currie

Creato il 05 settembre 2011 da Rightrugby

Leoni al CurrieOttava giornata di Currie Cup nel weekend: i Lions mantengono la testa ma le inseguitrici non mollano; perdono invece ancora una volta il colpo e il treno i Blue Bulls.

Ford Pumas 20 - 34 MTN Golden Lions 34
Venerdì scorso la settima vittoria su otto partite per la squadra di Joburg; è bastato gestire il ritorno nel secondo tempo dei padroni di casa a Nelspruit per assicurarsi 5 punti e mantenerne altrettanti di vantaggio sulle seconde in classifica. Il primo tempo infatti era chiuso sul 6-27, con mete dell'ala Killian, del nr.8 Rhodes e dell'estremo Junior Taute, più i piazzati di Jantijes in coppia mediana con Bondesio.
Nel secondo tempo i Pumas chiudevano il gap marcando due mete e arrivando al 20-27 a 5 minuti dalla fine; la meta allo scadre del lock Johan Snyman, entrato a rilevare il campione del mondo in carica Wikus Van Heerden, toglieva il bonus alla squadra del nordest.
La squadra schierata dai Lions, per familiarizzare coi primi:
15 Jaco Taute, 14 Deon van Rensburg, 13 Lionel Mapoe, 12 Alwyn Hollenbach, 11 Michael Killian, 10 Elton Jantjies, 9 Michael Bondesio, 8 Warren Whiteley, 7 Michael Rhodes, 6 Cobus Grobbelaar (captain), 5 Franco van der Merwe, 4 Wikus van Heerden, 3 Patric Cilliers, 2 Bandise Maku, 1 JC Janse van Rensburg.
Replacements: 16 Martin Bezuidenhout, 17 Jacobie Adriaanse, 18 Johan Snyman, 19 Joshua Strauss, 20 Jaco Kriel, 21 Doppies La Grange, 22 Burton Francis.


GWK Griquas 35 - 41 DHL Western Province
Western Province deve sudare per vincere a Kimberley. I padroni di casa si portavano avanti 15-0 a metà del primo tempo con le mete del fullback Rudi Vogt e del flanker Davon Raubenheimer. WP manteneva i nervi saldi e recuperava entro la fine del primo tempo, chiuso 15-21, marcando tre mete tutte trasformate da Demetri Catrakilis, classe '89. La seconda parte è stata molto sudafricana e poco WP-style, nel senso che sono seguite sette mete - 4 per WP e tre per i Griquas - e i Capetonians per una volta han giocato e vinto la gara a chi segnava di più. Doppiette di Vogt, Raubenheimer e dell'ala WP JJ Engelbrecht. L'ultima meta è marcata dal centro WP Johan Sadie, è la sua sesta e diventa leader solitario della classifica dei metamen.

Vodacom Blue Bulls 27 - 39 The Sharks
WP rimane al secondo posto con Natal Sharks, che sabato sera è andata a vincere a Pretoria una gara vivace ma in cui gli ospiti mantengono sempre la leadership del punteggio.
Sharks avanti fino al 16-0, capitalizzando la mancanza di disciplina dei Blue Bulls coi piazzati dalla lunga distanza di Meyer Bosman schierato primo centro centro, poi arrivava la meta dell'ala Sibisiso Sithole, trasformata dal marcatore leader del torneo Michalak. A quel punto i Bulls provano a riconquistare terreno, ma venivano regolarmente puniti dal duo Bosman - Michalak (3 punizioni più 3 trasformazioni in primo, 3 il secondo: nove su dieci in totale), mentre il junior Louis Fouché schierato apertura dai Pretoriani ne falliva quattro su sei. Le due mete finali dell'hooker Burden e della ala Mvovo toglievano il bonus ai padroni di casa. Pur con le loro quattro mete contro tre, con doppietta di Bjorn Basson.

Platinum Leopards 17 - 64 Toyota Free State Cheetahs
I Cheethas quand'è ora di fare i sudafricani non si tirano mai indietro. Alla fine a Potchefstroom sono nove mete a due, con doppiette per i due piloni Coenie Oosthuizen e Marcel Van der Merwe. Delle undici mete totali segnate, otto sono arrivate nel secondo tempo; fa una media molto sudafricana di una ogni 5 minuti.

Nella First Division, testacoda tra Eastern Province Kings e i "parenti poveri" Border Bulldogs dei confini - border - della stessa provincia, finita 51-36, sette mete a cinque con doppiette per Luke Watson e Vuyo Mboto, Lubabalo Mzwakali per i Bulldogs.
Boland Cavaliers battono i Tasol Solar Griffons di Welkom, Free State, per 47-29, doppiette di : Ligtoring Landman per i Cavs e Burger Schoeman per gli ospiti; il flyhalf Elgar Watts ha contribuito al successo di Boland con 27 punti personali.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines