Magazine Internet

Linguaggi: Google prova a rovesciare Babele

Da Pinobruno

Un piccolo passo per Google, un grande passo per l'umanità. La formidabile macchina scientifica di Mountain View prova a scardinare la barriera linguistica del web, non soltanto con le parole ma anche con la voce. Siamo ancora ai preliminari. Potremmo parlare di versione alpha (neanche beta), per la nuova versione di Google Translate, riservata al momento ai soli smartphone carrozzati Android. La cautela è d'obbligo, ma l'entusiasmo per le potenzialità dell'applicazione è grande. Siamo di fronte a un prototipo di interprete mobile, maccheronico quanto si vuole, ma concreto.

Come funziona? Si usa il microfono dello smartphone per parlare e l'applicazione incamera il testo, che poi traduce e legge con la sua voce sintetica. Si può dunque abbozzare una conversazione con un interlocutore che parla un'altra lingua, alternandosi al microfono. La prima versione della nuova applicazione fa interagire spagnoli e inglesi ma, si sa, agli Archimede Pitagorico di Google l'appetito vien mangiando, e possiamo immaginare che il poliglotta digitale possa evolversi molto presto.

Linguaggi: Google prova a rovesciare Babele

Verma Awaneesh, responsabile del prodotto, non nasconde le ambizioni di Google e la soddisfazione per questo primo risultato. La sperimentazione è dunque avviata. Potrebbe realizzarsi il sogno di padre Roberto Busa, pioniere della linguistica informatica.

Circa tre anni fa il giornalista Gino Banterla aveva chiesto allo scienziato gesuita: " Riuscirà davvero il computer a farci parlare un'unica lingua, rovesciando Babele?"

E padre Busa aveva risposto: " Direi di no - risponde lo scienziato gesuita - se intendiamo che in prospettiva tutti gli uomini possano parlare una sola lingua. Ma rispondo senz'altro di sì se consideriamo il computer come un intermediario tra persone che parlano lingue diverse, come portatore di una lingua ontologica e ideografica nella quale ogni singola parola ha un solo significato. Un cinese e un italiano grazie al computer potranno un giorno dialogare tra di loro senza conoscere l'uno la lingua dell'altro e neppure l'inglese. In pratica accadrà questo: il cinese invia un testo nella sua lingua al computer, il quale lo traduce e lo trasmette all'italiano; quest'ultimo scrive in italiano e il computer traduce in cinese. Prima che si arrivi a questi risultati gli esperti italiani e cinesi dovranno ovviamente elaborare i necessari programmi, risultato del matrimonio tra la fisica dell'informatica e la microanalisi delle lingue".

Babele comincia a pendere, come la torre di Pisa.

Linguaggi: Google prova a rovesciare Babele

Chi ha Android può scaricare l'applicazione Google Translate cercando "Google Translate" in Android Market o attraverso la scansione del codice QR qui raffigurato:

Linguaggi: Google prova a rovesciare Babele

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Google

    Google

    Parliamoci chiaro, su tutto il pianeta Terra la maggior parte delle ricerche on line avvengono utilizzando Google. Google ti permette di trovare cio’ che... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, MOTORI DI RICERCA
  • Google glottologo

    Google glottologo

    Google ha dato una grossa mano per creare il genoma della cultura universale – il culturoma – e con la culturomica fa il glottologo del sapere universale. Occhi... Leggere il seguito

    Da  Pinobruno
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Google Translate per Android: la babele definitiva

    Google Translate Android: babele definitiva

    Alla fine diventeremo degli autonomi totalmente indipendenti da Google. Ma chi se ne frega in fin dei conti. La nuova versione di Google Translate per Android... Leggere il seguito

    Da  Vomitoergorum
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, MOTORI DI RICERCA
  • Linguaggi: l’Oxford English Dictionary accoglie gli acronimi dei social network

    Linguaggi: l’Oxford English Dictionary accoglie acronimi social network

    Il compassato Oxford English Dictionary  accoglie gli acronimi più gettonati in chat, social network e sms. Nell’aggiornamento di marzo dell’edizione on line, i... Leggere il seguito

    Da  Pinobruno
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Google per la didattica

    Google didattica

    Da tempo Google sta producendo strumenti pensati per un utilizzo didattico o comunque utilizzabili proficuamente in classe. Ecco un elenco di alcune di queste... Leggere il seguito

    Da  Maestro Roberto
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, SCUOLA
  • La risposta di Google a Facebook: Google+ (Google Plus)

    risposta Google Facebook: Google+ (Google Plus)

    In questi giorni blog e siti interessati alle novità provenienti dalla rete, versano fiumi di... inchiostro digitale per descrivere la risposta di Google a... Leggere il seguito

    Da  Maestro Roberto
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, SCUOLA
  • Google News? Pas Merci!

    I membri del Syndicat de la Presse Quotidienne Nationale – che rappresenta le più importanti testate francesi – hanno annunciato il progetto di un proprio... Leggere il seguito

    Da  Db
    MEDIA E COMUNICAZIONE, TECNOLOGIA

Dossier Paperblog