Magazine Immobiliare

Livorno (toscana)

Da Maurizio Picinali @blogagenzie

GEOGRAFIA

Il comune di Livorno ha una superficie di 104,79 km². La città si trova a 3 metri s.l.m. (quota in piazza del Municipio). Non vi sono corsi d'acqua rilevanti, a parte alcuni piccoli torrenti (Rio Ardenza, Rio Cigna, Rio Maggiore, Torrente Ugione). Il terreno è generalmente pianeggiante, salvo elevarsi a sud, dove inizia il sistema della Colline livornesi (quota massima 462 metri s.l.m. presso il Poggio Lecceta).Conseguentemente anche la costa, che da Marina di Carrara a Piombino è sempre bassa, si alza quasi a picco sul mare, nella zona detta del Romito.Il territorio comunale di Livorno comprende anche l'isola di Gorgona e le Secche della Meloria facenti parte del Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano. L'isola di Gorgona ha una superficie di 220 ettari e si trova a 37 chilometri dalla costa labronica.Dal punto di vista geologico il territorio livornese ed i suoi dintorni sono caratterizzati da numerosi materiali come le arenarie ed i gabbri.NELLA FOTO LIVORNO SCORCIO FOSSO REALE

LIVORNO (TOSCANA)
In particolare, le colline alle spalle della città, presentano terre dalla intensa tonalità rossa; più in basso, la panchina livornese è formata da calcarenite color ocra. La parte settentrionale del comune invece fa parte della pianura alluvionale dell'Arno.Il comune è classificato, allo stesso modo della maggior parte dei comuni toscani, con grado di sismicità 9 (categoria 2), con il territorio comunale che è stato anche l'epicentro di alcuni terremoti. Il 5 aprile 1646 l'evento sismico raggiunse la magnitudo 5.17 della Scala Richter ed il VII grado della Scala Mercalli; il 27 gennaio 1742 il sisma ebbe una magnitudo di 5.15 della Scala Richter ed il VI-VII grado della Scala Mercalli; l'8 gennaio 1771 il terremoto raggiunse la magnitudo 5.03 della Scala Richter ed il VI-VII grado della Scala Mercalli;NELLA FOTO IL PANORAMA DELLA CITTA' PORTUENSE DI LIVORNO
LIVORNO (TOSCANA)
il 3 aprile 1814 si ebbe la magnitudo di 5.22 della Scala Richter ed il VI-VII grado della Scala Mercalli.Classificazione sismica: "zona 2" (sismicità medio-alta), Ordinanza PCM 3274 del 20/03/2003
IL CLIMA
Il clima della città è di tipo medidalla brezza marina (massima assoluta di +37 °C registrata dal Lamma nel luglio 1983) ed inverni non particolarmente freddi (minima storica di -7 °C registrata dal Lamma nel gennaio 1985). Le precipitazioni sono concentrate principalmente in primavera (massimo secondario) ed autunno.NELLA FOTO LIVORNO PIAZZA DELLA REPUBBLICA
LIVORNO (TOSCANA)

LA POPOLAZIONE
LIVORNO (TOSCANA)

IL SANTO PATRONO SANTA GIULIA

LIVORNO (TOSCANA)

si festeggia il 22 maggio
Santa Giulia (Cartagine, 420 – Corsica, 450) è stata una santa romana, martire; è venerata dalla Chiesa cattolica che l'ha dichiarata patrona della Corsica e di Livorno ed è festeggiata il 22 maggio.
Secondo la Passio Giulia era una ricca e nobile donna della città di Cartagine, che cadde in rovina e che, schiava, venne acquistata da un mercante siriano di nome Eusebio, che le fece girare il mondo insieme a lui. In uno di questi viaggi, la nave di Eusebio naufragò sulle coste della Corsica, dove regnava un infido despota che si faceva chiamare 'governatore', e il cui nome era Felice.
I naufraghi, disperati, fecero sacrifici agli dei, mentre Giulia si rifiutò in quanto era di religione cristiana. Il governatore Felice aveva puntato gli occhi su quella dolce e bella schiava, e chiese al mercante Eusebio di poterla acquistare.
Alla risposta negativa del mercante, Felice si adirò non poco, e una sera, approfittando di un'ubriachezza del mercante siriano, si fece portare dinnanzi a Giulia, promettendole la libertà dalla condizione di schiava se avesse fatto un sacrficio agli dei.
Allora la donna avrebbe risposto «io sono già libera servendo Gesù Cristo mio Signore, mentre non potrei mai esserlo se servissi i vostri idoli pagani.»
Il governatore, seccato, tentò più volte di convincerla, ma alla fine, ricevendo l'ennesima risposta negativa, ordinò che, il giorno seguente, alla schiava venissero strappati i capelli, che venisse flagellata, e da ultimo che fosse crocifissa come il Dio che ella amava.
Quella notte, alcuni monaci abitanti dell'isola di Gorgona vennero informati in sogno di quello che sarebbe accaduto a Giulia la mattina successiva, e si affrettarono quindi al risveglio con le loro barche a raggiungere il luogo del martirio e che, giunti a poche centinaia di metri dalla costa della Corsica, avvistarono la croce a cui era inchiodata alle mani e ai piedi la povera donna, e che, fissata alla croce, vi stava una carta con la storia del martirio e il suo nome, Giulia, che a detta dei monaci che recuperarono il corpo dell'infelice, era stata scritta "da mani angeliche".Successivamente il cadavere venne trasportato su Gorgona e lì unta di oli aromatici, ripulita e deposta in un sarcofago.
Una Seconda versione invece narra ;

LIVORNO (TOSCANA)
NELLE FOTO SOPRA DIPINTO DELLA CROCIFFISSIONE DI SANTA

GIULIA POI IL DUOMO DI LIVORNO
Secondo un'antica tradizione corsa,[senza fonte] Giulia nacque a Nonza, un piccolo paese sulla punta ovest di Capo Corso, nel III secolo. In quegli anni, particolarmente feroci erano state le persecuzioni contro i cristiani, e l'ormai decadente Impero Romano, nel tentativo di risollevare dalle ceneri le vecchie divinità pagane, nel 303 organizzò grandiose feste nelle quali fu invitata a partecipare tutta la popolazione. In particolare, molte donne furono inviate per onorare il Pantheon Latino, e fra esse vi era anche Giulia. Quando le venne ordinato d'inchinarsi di fronte alla statua di Giove, ella si rifiutò ed andò ad inginocchiarsi a pregare davanti alle porte chiuse di una chiesa. Questo fece infuriare i presenti, che le imposero di rinnegare la sua fede cristiana. Al suo netto rifiuto, la condannarono al supplizio della croce. Ma, vedendo la calma e la serenità della Santa, le strapparono i seni e li gettarono davanti ad un masso. Dopodiché la crocifissero. Ai piedi della pietra lo stesso giorno cominciò a sgorgare una sorgente calda, dove venne costruita una cappella che ancora oggi si può ammirare a Nonza, di cui Santa Giulia è patrona.

ANDAMENTO DEL MERCATO IMMOBILIARE

LIVORNO Mercato fermo ovunque. «Nel primI mesI del 2012 - spiega Grassi - si sono ulteriormente acuiti i segnali di debolezza del mercato immobiliare delle compravendite, su Livorno ma anche sull'intera provincia, in particolare nei comuni di Rosignano, Collesalvetti, San Vincenzo, Piombino, Riotorto e tutti i comuni dell'isola d'Elba». I tempi per completare una compravendita, che nell’ultimo trimestre del 2011 erano già altissimi (7 mesi) sono saliti ancora quasi a otto.
Lo sconto sale. Prendete un appartamento di 100 metri quadrati in zona Accademia. Vista mare, buone condizioni, bel contesto condominiale. Se qualche anno fa chiedere 400mila euro e ottenerli tutti era pressoché scontato, oggi le cose sono ben diverse. La richiesta di partenza deve per forza scendere (facciamo 350mila). Ma la pretesa iniziale non servirà a molto. Da lì si dovrà andare ancora giù.

LIVORNO (TOSCANA)
«Per quanto riguarda trattative e tempi di vendita, nel primo mese di gennaio 2012 il margine di sconto rispetto alle richieste iniziali si è ampliato, al 13,7 per cento rispetto al 12,5% dell'ultimo trimestre del 2011», continua Grassi. Una media provinciale che a Livorno città ha toccato la punta del 13,8%. Il che significa che per vendere quell’appartamento oggi si dovrebbe passare dall’iniziale richiesta di 350mila a 301mila: qualcosa come 48mila euro di sconto. O centomila euro in meno rispetto al 2005. O duecento milioni di vecchie lire se ci si vuol proprio fare del male.Manca il capitale. Si penserà: i prezzi più bassi non dovrebbero far ripartire le vendite? Macché. Il vero problema sono i soldi. Che non ci sono. Perché le banche hanno stretto ancora i cordoni dei mutui. «La quota di acquisti di abitazioni effettuata con accensione di un mutuo ipotecario ha continuato a scendere, collocandosi al 63,7 per cento», accusa Grassi.NELLA FOTO LIVORNO BOTTINI DELL' OLIO
LIVORNO (TOSCANA)
«Purtroppo le banche non funzionano e l’accesso al credito è diventato drammatico - continua l’architetto dell’Asppi -. E la situazione riguarda sia chi deve comprare che chi vuole costruire. Solo il 5 per cento dei giovani oggi riesce ad avere una risposta positiva per un mutuo. Ma il problema è che anche i mutui ipotecari sono in crisi».Sotto il mattone meglio che... sopra. Ma i famosi risparmi degli italiani che fine hanno fatto a Livorno? «In realtà secondo i nostri studi ci sono ancora - continua Grassi - ma se prima il mattone era un bene rifugio, una garanzia, oggi l’insicurezza delle famiglie tiene anche quei capitali fermi. E se anche le banche stanno sul chi va là e non erogano credito il mercato è destinato a paralizzarsi. E poi a mutare pelle. Anche perché accanto all’assenza di capitali per i finanziamenti, non c’è un alleggerimento dei materiali che permetta magari una discesa dei costi sul nuovo. NELLA FOTO SOTTO LA CHIESA DI SANTA CATERINA A LIVORNO
LIVORNO (TOSCANA)
Secondo noi il crollo delle compravendite continuerà ancora fino a un riequilibrarsi del rapporto tra proprietà e locazioni, con quest’ultime che torneranno a crescere».Umore nero. Asppi anche a gennaio ha raccolto nelle 87 agenzie immobiliari consultate il sentiment sul presente e sul futuro: sul fronte delle prospettive a breve termine sul mercato di Livorno i risultati dell'indagine non sono positivi. Il saldo tra giudizi "favorevoli" e "sfavorevoli" è fortemente peggiorato, collocandosi a 45,7 punti dal 22,3 della rilevazione precedente del trimestre (ottobre-novembre-dicembre 2011). «Il saldo sulle attese dei nuovi incarichi a vendere, per questo primo mese di gennaio 2012 è invece paurosamente nullo - dice Grassi -. NELLA FOTO SOTTO LO STADIO ARMANDO PICCHI DI LIVORNO
LIVORNO (TOSCANA)
Dopo il temporaneo rialzo nella scorsa rilevazione per il solo mese di ottobre del trimestre, si è intensificata la prevalenza di attese di calo dei prezzi nei prossimi mesi». Appare infine in aumento anche il numero di agenti che indica un peggioramento delle prospettive a breve del mercato provinciale, con una quota salita dal 48,1 al 65 per cento.La crisi del mattone? Anche a Livorno il mercato immobiliare viaggia col freno tirato, Un fenomeno che perdura da circa due anni in quasi tutte le città toscane e che risparmia solo Grosseto.tratto da IL TIRRENO.IT 2012

NEL GRAFICO ANDAMENTO DEI PREZZI SU LIVORNO ECCO IL TREND DELL' ULTIMO ANNO GIUGNO 2011 A GIUGNO 2012

LIVORNO (TOSCANA)

VEDIAMO ZONA PER ZONA DELLA CITTA'

Centro Città € 2.450

Ardenza € 3.250

NELLA FOTO SOTTO IL SANTUARIO DI MONTENERO

LIVORNO (TOSCANA)

Antignano € 3.550

Montenero € 3.450

Quercianella € 4.100

Stazione € 2.350

NELLA FOTO SOTTO LA STAZIONE DI LIVORNO

LIVORNO (TOSCANA)

Lungomare € 2.900

Ospedale € 2.400

Castellaccio € 3.400

Collinaia € 3.050

NELLA FOTO SOTTO VIA MAGENTA A LIVORNO

LIVORNO (TOSCANA)

La Leccia € 3.000

Limoncino € 2.900

Padula € 2.750

Stillo € 3.050

LIVORNO (TOSCANA)

Le aree considerate più prestigiose e oggetto di maggiore richiesta da chi ha disponibilità economiche sono soprattutto quelle di Antignano, Ardenza Mare e Montenero. Tengono anche le quotazioni dei quartieri Fabbricotti, Calzabigi, Marradi e Collinaia.
Le giovani coppie alla ricerca della prima casa, però, sempre più spesso si orientano sul centro cittadino. In particolare nella zona intorno a via Grande, dove si trovano a prezzi abbordabili appartamenti ristrutturati, anche di piccole dimensioni.

LIVORNO (TOSCANA)
Sono invece In diminuzione le quotazioni di Coteto e Scopaia, anche a causa della concorrenza di aree di nuove edificazione nel quartiere Salviano.
Positivo il mercato delle locazioni, nonostante affitti che partono da 600 euro al mese per un bilocale, che vede protagonisti soprattutto coloro che non riescono ad accedere al mercato della compravendita. Questi alcuni dei dati ricavati da un report degli addetti ai lavori.nel video intervista a toscano
«Da due anni e mezzo – conferma Luigi Baldasseroni, presidente del collegio Fiaip (Federazione italiana agenti immobiliari professionisti) – il mercato livornese degli immobili è in netta flessione. I valori di mercato sono scesi del 20 per cento e anche le compravendite. Uno dei fattori determinanti di questa crisi è stato il blocco dei mutui, che ha penalizzato soprattutto i giovani».nella foto sotto manifestazione nel centro città din Livorno
LIVORNO (TOSCANA)

Ma come si comportano i livornesi? Qual è la tendenza? «I livornesi – risponde Baldasseroni – sono molto attenti. La tendenza è di migliorare la propria situazione abitativa, ma in un periodo critico come questo scelgono di accontentarsi e di aspettare tempi migliori per acquistare un appartamento più grande oppure in un contesto più gradevole. Purtroppo non è un buon momento né per chi cerca la prima casa, né per chi ha necessità di vendere perché ha bisogno di più spazio. I giovani quindi ricorrono all’affitto, anche se gli affitti sono rimasti alti rispetto alle quotazioni degli immobili che sono calate.

LIVORNO (TOSCANA)
Resta da capire se c’è ancora chi investe sul mattone. Baldasseroni è categorico: «Al momento no, e se ci sarà interesse in questo senso riguarderà solo una minima percentuale di persone. Quello che occorre invece è una ripresa dal basso».

AGENZIE IMMOBILIARI ACCREDITATE PER LIVORNO

Studio Giuliante G.Anna [email protected]

Studio gianni PR [email protected]

Marco Rocchi [email protected]  SITO www.immobiliare-rb.it

Valentina Rossi [email protected]  sito www.toscanacase.it

Coni daniela capoliberi [email protected]  sito www.elbacasa.it

Marco Rocchi [email protected]  sito www.immobiliare-rb.it

Pecchia Scampiglia Marittima [email protected] sito //www.casapecchia.it/

Immobiliare Bosco [email protected]  SITO www.boscoimmobiliare.it

Rossella Manucci [email protected]  SITO www.immobiliarerossellacarrara.it

Eros Tonlorenzi [email protected]  SITO www.primalunacase.it

Cieffe immobiliare marina di massa [email protected]

MICHELE POLI  [email protected] SITO http://www.poli-immobiliare.com/

 Edo Suffredini [email protected]

 DE SANTIS ARIANNA [email protected]
SITO www.maremmacasecasali.com

Vittoria immobiliare  [email protected] SITO http://www.vittoriaimmobiliaregrosseto.it/

Antonio Grassotti [email protected]

Corrado chieli  [email protected]

RICERCHE WEB BY PICINALI LUGLIO 2012

NELL' ULTIMA FOTO SCELTA , UN BEL TRAMONTO SPESSO VISIBILE NELLE GIORNATE ESTIVE CALARE SULLA CITTA' DI LIVORNO

LIVORNO (TOSCANA)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Eventi Pasqua in Toscana

    Eventi Pasqua Toscana

    Vi sono piaciuti gli eventi di Pasqua e le tradizioni folkloristiche che abbiamo descritto nei giorni scorsi? Oggi andiamo a vedere come si festeggia la Pasqua... Leggere il seguito

    Da  Oryblog
    CULTURA, INFORMAZIONE REGIONALE
  • Livorno Music Festival

    Livorno Music Festival

    26 AGOSTO – 1 SETTEMBREMICHELE CAMPANELLA Pianoforte/PianoMANUELA CUSTER Canto/SingingQUARTETTO KLIMT Musica da Camera/Chamber MusicMAURO CECCANTI Corso special... Leggere il seguito

    Da  Empedocle70
    CONCERTI, INFORMAZIONE REGIONALE, MUSICA
  • Scuola: Tagli sinistri in Toscana

    Scuola: Tagli sinistri Toscana

    I tagli sono tagli e non fanno meno male se l'Assessore è di sinistra, anzi! Perché da chi strepita incessantemente contro i tagli del Governo centrale, i... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, CONSIGLI UTILI, INFORMAZIONE REGIONALE, LIFESTYLE
  • Wedding Planner in Toscana

    Anche la Toscana si è attrezzata formando professionalmente dei Wedding Planner capaci di riuscire a realizzare uno di quei matrimoni da favola che sembra si... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE
  • Braciola fritta impanata alla toscana

    Braciola fritta impanata alla toscana

    Tutti sanno che fritta “l'è bona pure una ciabatta” ; ebbene si , ma questa è decisamente meglio di una ciabatta ed è semplicissima e velocissima da preparare... Leggere il seguito

    Da  Monia
    CUCINA, RICETTE
  • Cucina Regionale Toscana: Baccalà lesso

    Cucina Regionale Toscana: Baccalà lesso

    Qualche giorno fa abbiamo ricevuto il piacevole e inatteso invito da parte di Barbara per partecipare alla rubrica settimanale “Cibo e Regioni” sulla cucina... Leggere il seguito

    Da  Tamantit
    CUCINA, RICETTE
  • Make Up Sposa Livorno

    Make Sposa Livorno

    Hi girls!Tra poche ore entrerà in vigore l'ora legale, e quindi dovremmo spostare le lancette in avanti di un'ora,questo ci permetterà si,di dormire un'ora di... Leggere il seguito

    Da  Vero80li
    BELLEZZA, PER LEI