Magazine Cultura

LO SPETTRO - di Jo Nesbo

Creato il 12 febbraio 2014 da Ilibri
LO SPETTRO - di Jo Nesbo LO SPETTRO - di Jo Nesbo

 

Titolo: Lo spettro
Autore: Jo Nesbo
Editore: Einaudi
Anno: 2012

Lo spettro” rappresenta l'ennesima opera del prolifico scrittore norvegese Jo Nesbo avente come protagonista Harry Hole, poliziotto sui generis ex alcolista dal fiuto infallibile.

In questo romanzo, il penultimo in ordine cronologico rispetto a "Polizia", uscito proprio recentemente in Italia, Harry ormai è un ex poliziotto stabilitosi ad Hong Kong ma che ora  torna ad Oslo, in Norvegia, per cercare di scagionare dall'accusa di omicidio il figlio della sua ex fiamma, che si trova in carcere perché ritenuto il responsabile della morte di un amico a causa di dissidi legati al consumo di stupefacenti. Harry, pur non essendo più un in organico nella polizia, si lancia pieno di entusiasmo e motivazione in questa avventura finalizzata ad individuare il vero colpevole dell’omicidio. Il protagonista entra in contatto con il mondo dello spaccio cittadino, che sembra ruotare attorno alla figura di un misterioso e ricco criminale proveniente dalla Siberia, il vero padrone del business della violina, una nuova super droga che pare abbia soppiantato eroina e cocaina nel mercato dei consumatori di stupefacenti. Come già accaduto in precedenti romanzi, la vita di Harry sarà messa fortemente in pericolo a causa dei suoi progressi nell’indagine che lo porteranno a scoprire il legame e la corruzione che coinvolge malavita, alcuni politici locali e la polizia, in un continuo crescendo di colpi di scena.

Anche in questo lavoro Nesbo è molto bravo nel tracciare il quadro della vicenda con il suo stile crudo, asciutto e scorrevole, che prevede dialoghi serrati tra i vari personaggi e invita a proseguire velocemente nella lettura, creando una sorta di “dipendenza da libro” analoga a quella che prova il consumatore di violina, anche se sicuramente molto meno nociva per la salute! Nesbo, inoltre, ama particolarmente illudere e confondere, capovolgendo la realtà di fatti e presentando sotto una nuova luce aspetti che parrebbero già acquisiti e dimostrati. Accade anche in questo romanzo, seppur in maniera non così innovativa in quanto ispirata a tecniche già sperimentate, tanto nella letteratura quanto nel cinema, ma che in ogni caso costituiscono un elemento di sicuro effetto ed impatto. 

Interessanti anche le ambientazioni dark e claustrofobiche create dall’autore, che ci fanno conoscere i bassifondi di Oslo e le precarie condizioni di vita dei tossicodipendenti della città norvegese, rappresentando pertanto una realtà abbastanza distante dalla nostra idea di paese scandinavo perfetto, pulito e sicuro che solitamente ci viene presentata dai media.


button acquista feltrinelli

 

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog