Magazine Giardinaggio

Magnolia

Da Fluente

Magnolia

Buon inizio di giornata da Eliana,finalmente la sorpresa tanto attesa è stata svelata proprio ieri, Regaloverde.it il nuovissimo negozio del nostro gruppo dove potete trovare tante idee per i vostri regali di primavera,questo in effetti è anche lo slogan del negozio.Ho fatto un giretto e debbo dire che ci sono oggetti che mi interessano per i prossimi regali di Pasqua.Ma veniamo al tema di oggi che riprende il discorso iniziato lunedì da Andrea,ovvero, la Magnolia.

Proviamo ad usare ad esempio il fiore reciso che è perfetto in una raffinata composizione floreale dove assume immediatamente il ruolo di protagonista. Ma se sta bene, avvolto dalle proprie foglie, difficilmente accetta di dividere la scena con altri fiori. In questo caso sarà solo la preziosità del vaso a tenergli testa. Di breve durata, il fiore comincia già a perdere il suo candore e a virare verso il marrone dopo il terzo giorno. Se però prima di metterlo in acqua nel vaso, schiacciamo la base del gambo e la carbonizziamo, gli permetteremo di non deperire troppo presto.Volendo creare una scenografia insolita, un po’ orientale, prendiamo un unico fiore ben aperto, priviamolo di gran parte del gambo e di tutte le foglie, adagiamolo con un filo d’acqua nell’ apposito contenitore piatto di vetro trasparente, reperibile in commercio, che risulterà invisibile quando andremo a collocarlo in una vaschetta bassa e grande riempita d’acqua, lasciandolo galleggiare dolcemente come sulle acque di un lago,ci donerà sicuramente un angolo di tranquillità. Voglio ora  soffermarmi un momento sul profumo che nellamagnolia non è mai uguale né per qualità né per intensità. Le famose giardiniere inglesi Wilson & Bell ci spiegano che, per esempio: ‘Ia Magnolia stellata ha un aroma di melone e miele mescolato al giglio pasquale”. Che la “Magnolia kobus ha l’aroma dell’arancio e dell’ananas addolciti da una vena di giglio”(e così anche la Magnolia denudata).Anche foglie e ramoscelli,se stropicciati, emanano un gradevole profumo. La Magnolia liliflora ha un aroma simile a quello dei lamponi, mentre la Magnolia virginiana varia il suo profumo da pianta a pianta: qualcuna mescola la fragranza della gardenia e del giglio, qualcuna no, anzi profuma a stento, in modo impercettibile. Simile al profumo del limone è quello della Magnolia grandiflora e una fragranza di limone emana la corteccia della Magnolia salicifolia quando viene sfregata. Bene il post oggi lo chiudo quà ,magari se avete qualche bella storia che riguarda la Magnolia mandatecela all’indirizzo  [email protected]

Un abbraccio 

Image and video hosting by TinyPic

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :