Magazine Musica

Martedi` 11 giugno: “dal giappone all`occidente attraverso l`asia“

Creato il 08 giugno 2013 da Pjazzanetwork
MARTEDI` 11 GIUGNO: “DAL GIAPPONE ALL`OCCIDENTE ATTRAVERSO L`ASIA“
:: IL FESTIVAL

rappresenta un importante punto di riferimento nell`ambito della cultura musicale non solo in Italia ma anche all`estero. Costituitosi nel `77 ad opera di giovani concertisti, compositori e uomini di cultura, Antidogma Musica è ormai internazionalmente riconosciuto come uno dei pochi organismi capaci di produrre ed esportare in tutto il mondo programmi estremamente variegati. 
Da una parte l`esecuzione di brani solistici costituisce il biglietto da visita dei concertisti di Antidogma; dall`altra, brani per ensemble di autori noti e affermati vengono eseguiti per soddisfare sia le richieste del pubblico sia l`esigenza di un continuo confronto con i più prestigiosi gruppi dediti all`esecuzione di musica contemporanea. 
:: PROGRAMMA DELLA SERATA
Martedì 11 Giugno nell`ambito del “36° FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA ANTICA E CONTEMPORANEA ANTIDOGMA MUSICA 2013“ si terrà al Teatro Vittoria di Torino, via Antonio Gramsci 4, un concerto dal titolo “Dal Giappone all’Occidente attraverso l’Asia“.
Alle 19,30 un rinfresco aprirà la serata che sarà affidata all`esecuzione del DOLCIAURE CONSORT (Anna Siccardi, Mara Cogerino: soprani - Sabrina Pecchenino: contralto - Enrico Veglio: tenore - Marco Ricagno: baritono) e al DUO APRODU - MIROGLIO (Ancuza Aprodu: pianoforte - Thierry Miroglio: percussione).
Alle 20,30 avrà inizio il concerto. Verranno eseguiti i seguenti brani musicali:
- GIACOMO PLATINI: On Ka per pianoforte e percussione
- ENRICO VEGLIO: Deux chansons per quintetto vocale e percussione (prima esecuzione assoluta)
  Berceuse per pianoforte e percussione (prima esecuzione assoluta)
- GIUSEPPE GAVAZZA: Tasti bloccati per pianoforte a 4 mani (prima esecuzione assoluta)
- ENRICO CORREGGIA: Car je cerche le vide per quintetto vocale, pianoforte e percussione
  (prima esecuzione assoluta)
- HO CHEE-KONG : Light dances per pianoforte e percussione (prima esecuzione assoluta)
- LIQING YANG: 4 lieder sopra un poema della dinastia Tang per voce e pianoforte
- YOICHI SUGYIAMA: Coloured 2-4 per quintetto vocale e pianoforte
> Ingresso: € 5,00 - € 3,00 Card, over 65, studenti
::  L’ENSEMBLE ANTIDOGMA
L`ensemble, a geometria variabile, si presenta in diverse formazioni, dal solista alla piccola orchestra da camera, con un repertorio che spazia dall`antico al contemporaneo in un appassionante e problematico confronto fra le tradizioni e la musica d`oggi: un continuo interscambio di artisti e di esperienze anche attraverso composizioni appositamente commissionate a musicisti italiani e stranieri.
L’ensemble ha studiato importanti brani della letteratura contemporanea con la presenza degli autori: György Ligeti, Hans Werner Henze, Goffredo Petrassi, Giacinto Scelsi, Gérard Grisay, ecc. Ha contribuito a registrare parte della colonna sonora del film “Padre e padrone” dei fratelli Taviani.
Ha effettuato numerose tournées in Europa e negli altri quattro continenti, partecipando ad importanti rassegne internazionali: Università di Puerto Rico, Teatro Colon di Buenos Aires, Sala Cecilia Meireles di Rio de Janeiro, Gulbenkian di Lisbona, Biennale di Zagabria, Gaudeamus di Amsterdam, Accademia di Francia in Roma, Musikhalle di Amburgo, Festivals diSofia e di Plovdiv, Settembre Musica di Torino, Cantiere di Montepulciano, Rossini Opera Festival, Piccolo Regio di Torino, Festival di Rodi, Nuova Consonanza di Roma, Festival di Pittsburg (USA), Spaziomusica di Cagliari, Centre Pompidou di Parigi, Festival di Vigo, Università di Santiago de Compostela, Festival di Huddersfield, Tage Neue Musik di Zurigo, Reina Sofia di Madrid, Festival di Alicante, Festival di Las Palmas, Eté Italienne di Ginevra, Kulturtage di Karlsruhe e di Salzburg, Settimana Nuova Musica di Bucarest, Istituti Italiani de Il Cairo, di Nairobi e Addis-Abeba, Rassegna Nuova Musica di New York, Estate Italiana di Tokio, Università Musicale di Melbourne, Festival di Viitasaari, “Ultima“ di Oslo, Festival di Bacau, Festival di Reykjavic, Festival dell`Artois, Festival di Valencia, Gewandhaus di Lipsia, Festival Cervantino di Guanajuato (Messico), Festival Donatoni di Città del Messico, Università del Maryland, di San Francisco e di Boston, Hölderlin Geselschaft di Tübingen, Festival di Madrid, di Chinon, di Orlèans, Festival di Weimar, Festival di Taskent e Samarkanda (Uzbekistan), Centro Sprimentale del Teatro Colon-Buenos Aires, Conservatorio Centrale e Festival di Musica Contemporanea di Pechino, Università di Arequipa-Perù.
Ha realizzato vari progetti multimediali e varie registrazioni per radio e televisioni di tutto il mondo, pubblicando, oltre a quattro LP, un CD. L`ensemble è costituito da prestigiosi solisti che hanno al loro attivo numerosi successi e riconoscimenti in campo internazionale.
Nel 1997 ha realizzato, in collaborazione con altri numerosi enti e associazioni, il grande evento “Il Re di pietra: omaggio alla montagna e al grande fiume“, al Pian del Re, sotto il Monviso, documentato da un libro edito dalla Gribaudo e trasmesso sul terzo canale TV. Nell’aprile del 2000 ha eseguito in tre concerti per la Biennale Giovani Artisti di Torino venti brani di dieci giovani compositori europei.
Da trentacinque anni Antidogma gode di sovvenzioni ministeriali per il festival e per le tournées all’estero. Sono elementi fissi dell’Ensemble: Marinella Tarenghi e Ancuza Aprodu-pianoforti, Leonardo Boero-violino e direttore, Filippo Del Noce-flauto, Massimo Mazzone e Fabio Freisa-clarinetti, Linda Campanella e Anna Siccardi-soprani, Riccardo Balbinutti e Thierry Miroglio-percussioni, Massimo Barrera-violoncello, Magdalena Vasilescu e Claudio Andriani-viole, Paolo Borsarelli- contrabbasso, Guido Maria Guida, Antonmario Semolini, Paolo Ferrara-direttori.
Nel 2011 ha presentato in prima assoluta l’opera da camera “Solaris” di Enrico Correggia al festival MITO a Torino.
Costituita ultimamente, la Antidogma Chamber Orchestra è formata per lo più da giovanissimi diplomati dal Conservatorio di Torino.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog