Magazine Tecnologia

Microsoft estende i confini della programmazione su GPU

Creato il 16 giugno 2011 da Newshardware @NewsHardware

Microsoft annuncia le estensioni C++ AMP che permetteranno agli sviluppatori di sfruttare in modo adeguato la potenza di calcolo messa a disposizione dalle GPU.

Nel corso dell’AMD Fusion Developer Summit, Microsoft ha tolto il velo ad alcune estensioni C++ che offriranno la possibilità di estendere i confini della programmazione con questo linguaggio. A parlare in occasione della conferenza è Herb Sutter; le nuove estensioni prendono il nome di C++ Accelerated Massive Parallelism, abbreviate in C++ AMP, e si tratta di spec aperte in modo da essere implementate anche in piattaforme non Microsoft con compilatori non Microsoft.

Di fatto si tratta di estensione che permettono di portare il linguaggio C++ in nuovi scenari di impiego e adattarlo ad hardware particolarmente adatto a determinate operazioni, come le GPU. Le potenzialità delle GPU quando si parla di programmazione sono oramai note ai più: la particolare architettura estremamente parallelizzata delle stesse permette al programmatore di accelerare in modo sensibile e tangibile operazioni particolarmente intense, che richiederebbero tempi decisamente diversi se eseguite su comuni CPU.

Microsoft includerà il supporto a C++ AMP nella prossima versione di Visual Studio: si tratta di specifiche Open, come abbiamo detto, e come tali troveranno spazio anche in compilatori non Windows. Secondo quanto riportato da Sutter, infatti, Microsoft e AMD starebbero lavorando attivamente per lo sviluppo di compilatori non Windows.

Il lavoro di Microsoft, secondo quanto emerge anche sul blog ufficiale, è esteso anche ad una collaborazione con Nvidia.

bloglink Microsoft estende i confini della programmazione su GPU
Accedi al forum per discutere dell'articolo

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine