Magazine Lifestyle

Milano Fashion Week - Julian Keen

Creato il 20 gennaio 2011 da Torinostyle @Torinostyle
Milano Fashion Week - Julian Keen
Entrando nello show room milanese di Julian Keen siamo stati accolti da una musica famigliare, la sigla di una delle nostre serie TV feticcio, "Attenti a quei due". La fortunata serie, all'inizio degli anni Settanta, raccontava le rocambolesche avventure dell'improbabile coppia anglo/americana composta da Roger Moore (nel ruolo di Lord Brett Sinclair) e Tony Curtis (nel ruolo di Danny Wilde). I due, tra un battibecco e una sparatoria, trascorrevano le giornate in compagnia di belle donne, scorrazzando a bordo delle loro fuoriserie perennemente in vacanza nelle località più glam di mezza Europa. La contrapposizione tra il nouveau riche americano e il vecchio blasonato britannico era fonte di costante ironia.
Brett e Danny, entrambi impeccabili, ma diversi in tutto anche nell'abbigliamento: abiti sartoriali made in Savile Row per il primo, abiti sportivi, giubbotti di pelle e una straordianaria collezione di guanti per il secondo.
Julian Keen si è ispirato proprio a loro per far convergere questi due stili estremi in una nuova eleganza in grado di conciliare comodità e tradizione. 
Milano Fashion Week - Julian Keen
Cosa ci è piaciuto:
una bella collezione i pezzi che ci sono piaciuti di più sono la giacca doppiopetto con i revers a contrasto (vedi modello sopra) e il montgomery con interno in montone proposto in diversi tessuti (vedi modello sotto).
Milano Fashion Week - Julian Keen
Interessanti i colli a cratere staccabili in fantasia coordinate con la camicia, un accessorio in più con cui giocare.
Milano Fashion Week - Julian Keen
Uno dei motivi della collezioneè il collo a scialle, ispirato a Lord Sinclair, per giacche, cappotti e tricot. Qui sotto vediamo un esempio di cardigan con un tocco di originalità dato dalla chiusura con laccetti in pelle.
Milano Fashion Week - Julian Keen
Tutta la collezione segue quello che secondo noi è il leit-motif di quest'anno: praticità e comodità anche per i modelli più formali, molta attenzione alla qualità dei tessuti, soprattutto per quanto riguarda la sensazione al tatto. I colori, molto "autunnali" e poco chiassosi, anche questi in linea con le altre collezioni che abbiamo visto.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazine