Magazine Cultura

Miss Alabama e la casa dei sogni - Fannie Flagg

Creato il 26 maggio 2011 da La Stamberga Dei Lettori
Miss Alabama e la casa dei sogni - Fannie Flagg
I ContenutiUna vera signora sa sempre quand’è il momento di uscire di scena. E Maggie Fortenberry, affascinante sessantenne che conosce almeno 48 modi diversi di piegare un fazzoletto e non ha mai detto una parolaccia in vita sua, ha deciso che il suo momento è arrivato. Ex Miss Alabama e quasi Miss America, dei suoi sogni di ragazza Maggie ha realizzato ben poco: non ha conquistato un marito adorante, non ha avuto con lui la nidiata di pargoli d’ordinanza, e oggi è una single depressa con una noiosa carriera da agente immobiliare a Birmingham.
Ormai ha deciso, vuole farla finita. Non senza però aver prima saldato ogni debito, sbrinato il frigorifero e salutato gli amici con un’impeccabile lettera d’addio. Ma quando tutto sembra finalmente pronto per girare l’ultimo ciak, ecco che un bizzarro scheletro in kilt manda all’aria i suoi piani.
Nella villa dove l’ha ritrovato, e che Maggie ha ricevuto l’incarico di vendere, si celano infatti segreti che aspettano solo lei per essere svelati. E se poi a scombinare il suo progetto ci si mettono anche una dispettosa capretta dal muso nero e il ritorno inaspettato di un vecchio amore, ecco che forse organizzare la sua dipartita non è più così urgente.
La RecensioneLa Flagg fa parte delle mie autrici preferite: dei suoi romanzi mi piace l'atmosfera semplice e fresca delle cittadine di provincia del secolo scorso, dove tutti si conoscono e si vogliono bene. Sembra fantascienza, è vero, ma è un mondo così lontano dal nostro che da come lo descrive la Flagg pare vero. Leggere un suo romanzo è come prendersi una vacanza per andare a trovare dei vecchi amici con cui si sta sempre bene.
Con rammarico devo ammettere però che questo suo ultimo lavoro mi ha delusa parecchio sotto diversi aspetti.
Lento ai limiti del noioso, per metà dobbiamo sorbirci i vaneggiamenti di Maggie aspirante suicida, combattendo con la tentazione di andare da lei e prenderla a schiaffi perché al mondo c'è ben di peggio: avesse almeno una depressione da menopausa capirei, ma è semplicemente stupida, punto. La sua amica Brenda è una degna compagna, con le sue abbuffate segrete e le lotte al girovita che lievita. Ethel, la vecchietta con i capelli lilla, è confinata a fare da tappezzeria ed è un peccato perché avrebbe le potenzialità di una zia Elner, per chi già conosce la Flagg. Paradossalmente i due personaggi più riusciti sono una defunta e un'agente immobiliare che è ben più che antipatica, azzeccatissima ma estremamente fastidiosa.
Nel cuore della storia compare anche un tocco di giallo, con un misterioso scheletro nell'armadio in senso letterale: un'altra occasione sprecata. La storia del legittimo proprietario dei poveri resti è affidata a sentito dire e riassunti di articoli di giornale, decisamente poco per una vicenda che da sé avrebbe meritato un romanzo intero.
Epilogo scontato fin dalle prime pagine, non riserva nessuna sorpresa: l'ultima pagina è una liberazione.
Oltre la trama, l'autrice fa cilecca anche con lo stile: i capitoli sono un'accozzaglia di punti di vista che si alternano senza soluzione di continuità né logica e addirittura in quelli dedicati alle vicende accadute nel passato di punto in bianco compare Maggie con i suoi patemi, senza nemmeno un intervalo di paragrafo.
Due stelle solo perché mi piange il cuore a dare alla Flagg una misera stellina.
Giudizio: +2stelle+
Articolo di PythiaDettagli del libro
  • Titolo: Miss Alabama e la casa dei sogni
  • Titolo originale: I Still Dream About You
  • Autore: Fannie Flagg
  • Traduttore: V. Ricci
  • Editore: Rizzoli
  • Data di Pubblicazione: 2011
  • Collana: Rizzoli Best
  • ISBN-13: 9788817028073
  • Pagine: 395
  • Formato - Prezzo: rilegato, 18,50 Euro
Miss Alabama e la casa dei sogni - Fannie Flagg

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Miss A – A Class

    Miss Class

    album cover Per il loro ritorno sulle scene, le Miss A ci propongono un album su cui hanno lavorato tanto (e non si sa quante volte rinviata l’uscita) composto... Leggere il seguito

    Da  Ickopowah
    CULTURA, MUSICA
  • R.I.P. Stevie, We miss you.....

    R.I.P. Stevie, miss you.....

    Ciao a tutti,21 anni fa una tragedia ha spazzato via all'improvviso, a soli 35 anni, uno dei più grandi bluesman che abbiano mai poggiato i piedi su questa... Leggere il seguito

    Da  Lozirion
    CULTURA, MUSICA
  • Miss Itaglia

    Miss Itaglia

    Premetto che non ho mai capito la ragione per cui si partecipa ai concorsi di bellezza. Giuro,ci ho provato. Ma non capisco il piacere di farsi trapassare a... Leggere il seguito

    Da  Evaluna
    CULTURA, LIFESTYLE, OPINIONI, PER LEI, SOCIETÀ
  • Little Miss Sunshine

    Little Miss Sunshine

    Titolo originale: id. Anno: 2006 Regia: Jonathan Dayton, Valerie Faris Interpreti principali: Abigail Breslin (Olive), Toni Collette (Sheryl), Greg Kinnear... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • MISS [email protected] GALLERY

    MISS VAN@INOPERAbLE GALLERY

    November 24, 2011. The infamous Miss Van will finally be coming to Vienna at INOPERABLE GALLERY. She will be exhibiting some of her latest works, including... Leggere il seguito

    Da  Darioujetto
    ARTE, CULTURA
  • Mass-media, mess & miss

    Mass-media, mess miss

    MASS-MEDIA, MESS MISS Da Emmaus a Mickie MouseRagni (e galline: non solo topi…), vuoto (e ‘pieno’: la folla), buio, altezza (e la minima profondità di un... Leggere il seguito

    Da  Nike
    SALUTE E BENESSERE
  • Review: Miss Broadway

    Review: Miss Broadway

    Buondì! Quest’oggi vi vorrei parlare della Miss Broadway (clic qui per il sito). Per quello che mi ricordo io ho sempre trovato questa marca al supermercato e... Leggere il seguito

    Da  Krikri90
    BELLEZZA