Magazine Sport

Mondiali ciclocross – Ridono Olanda e Francia, delusione Belgio

Creato il 29 gennaio 2011 da Sport24h

La prima giornata dei Campionati del Mondo di ciclocross a St.Wendel, in Germania, ha regalato qualche sorpresa e, soprattutto, le prime delusioni. I belgi, attesi dominatori tra le categorie inferiori come in quelle assolute, hanno bucato la gara juniores e, ma questo era un po’ più scontato, quella tra gli U23.
La vera sorpresa della giornata riguarda la tripletta, tra gli juniores, della Francia, capace di portare sul podio Clément Venturini (di indubbie origini italiane) e i fratelli Doubey (su cyclingnews cronaca, dichiarazioni e commenti). I transalpini si erano già mostrati in condizione nelle recenti prove di Coppa del Mondo, ma nulla lasciava presagire il crollo del superfavorito Sweeck, giunto addirittura quinto, superato sul traguardo anche dal ceko Skala. Gli azzurri sono finiti lontano dal podio, ma non si poteva sperare in qualcosa di migliore, visto che quest’anno non avevano mai lasciato il segno nelle gare internazionali.
Tra gli U23 ha vinto, come nelle previsioni, l’olandese Lars van der Haar, campione europeo e vincitore della Coppa del Mondo. L’orange si appresta a ricalcare le orme di precedenti illustri, ultimo dei quali quel Groenendaal che per tanto tempo, a cavallo tra gli anni 90 e primo decennio del nuovo millennio, da solo ha tentato di contrastare lo strapotere belga. Alle spalle di Lars è giunto il compagno di squadra Teunissen, terzo il ceko Hnik. Per trovare il primo belga, Bosmans, dobbiamo scendere addirittura fino al sesto posto. Primo degli azzurri, Tabacchi, è giunto 18° mentre il nostro più autorevole candidato ad un piazzamento, Silvestri, non ha terminato la gara.
Alla fine della prima giornata, un inedito medagliere vede in testa Francia, seguita da Olanda e Repubblica Ceka. Incredibilmente non c’è il Belgio, superpotenza del settore, al quale restano soltanto due gare per raddrizzare la situazione.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :