Magazine Bellezza

most played part 2 - ombretti

Creato il 11 marzo 2015 da Ste Maggie @StefyR
ombretti ombretti

Per non annoiarti ho ulteriormente diviso i post dei most played, oggi parliamo di ombretti.

Seguiamo l'ordine delle foto:

Spesso mi viene voglia di blu e i due ombretti che ho usato maggiormente quest'anno sono il Kiko Colour Shock long lasting eyeshadow n° 108 della collezione Boulevard Rock e il Wycon Morphing eyeshadow n° 10 che però sono delle limited edition. Non so se ancora si possono trovare da qualche parte, magari sul web si, ma spero non te li sia persi anche nelle altre colorazioni se il blu non ti piace :)

Il Kiko ha una durata più che ottima, direi che è tenace. Dal momento che è in crema e non ha bisogno di primer, si può usare anche come eye liner ed è spettacolare. Ha un colore intensissimo con bellissimi riflessi sul viola ed è luminoso senza essere glitterato. Una volta fissato rimane bello intenso finchè non lo si strucca, per uno smockey è perfetto ed è ottimo anche come base per ombretti in polvere. Non so se la Kiko abbia messo questi prodotti nella linea permanente ma spero lo faccia, meritano davvero.

L'ombretto in polvere della Wycon ha un sottotono direi ottanio, è in blu molto diverso dall'altro e anche questo è luminoso senza avere glitter. La scrivenza è molto buona, ottima pigmentazione ma necessita di un primer per avere un colore pieno, si sfuma molto bene e la durata è ottima.

Continuiamo con Wycon e il Backed eye shadow velvet mat n° 02, volevo un colore neutro diverso da quelli che ho già che virano tutti sul giallino o neutro, questo ha un tono leggermente rosato ma caldo e come base è perfetto. Mi piace molto anche da solo con una leggera ombra nella piega dell'occhio, da una luce allo sguardo molto fresco. Il nome è adattissimo infatti è velluto, piacevolissimo da stendere. Per quanto riguarda la durata meglio è usare un primer ma ormai credo che tutte lo usiamo giornalmente.

Il matitone della Kiko è stato un'altro acquisto felice, si può usare come base, come illuminante, come punto luce all'interno dell'occhio ma anche da solo. Quando si sfuma col dito si evidenziano i soliti glitter microscopici di colore indefinito che catturano la luce e lo rendono particolare. Ma tutti questi prodotti in crema o questi matitoni hanno in comune questa caratteristica.

I due Pupa Vamp sono lo 001 quello più chiaro (confezione col tappo viola) ma l'altro non saprei, non c'è più l'etichetta sotto la jar. Tutti e due hanno una durata ottima, hanno dei microglitter che li rendono luminosi senza essere esagerati quindi portabili anche durante il giorno. Quando ho voglia di un trucco più semplice ma carino li uso anche da soli con una bella passata o due di mascara e a volte aggiungo la matita mat di L'Oréal per fare una linea sottile di eyeliner, 5 minuti e sei a posto! Stesso discorso vale anche per quello in alto della Kiko, ne parlo qui. E' bellissimo! Ha dei riflessi di colori indefiniti che lo rendono particolare ma molto elegante.

Infine lei, la palette strausata in questi mesi: la Iconic 3 di Makeup Revolution. Non ho usato tutti i colori, purtroppo "il guaio" delle palette è questo, alcuni colori non si toccano mai mentre con altri vedi il fondo della cialda.

Questa palette la uso moltissimo e, se piace il tono rosato, i colori mat sono perfetti per le sfumature nella piega dell'occhio ma ho usato tanto anche i satinati n° 2, 5 e il 6° è un bellissimo color rame. L'ultimo in fondo, quello più scuro, è molto particolare: ha una base di un marrone scurissimo e dei glitter sul rosa/rame. Molto bello ma l'ho usato prevalentemente per fissare la linea di matita così da avere un eyeliner un po' diverso dal solito.

Eccoci alla fine degli ombretti, domani arrivano i blush e avrò bisogno di te, poi capirai perchè.... :D


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog