Magazine Sport

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Creato il 28 luglio 2015 da Tifoso Bilanciato @TifBilanciato

Quest'anno è la seconda stagione di Moviola Bilanciata, quindi eviterei di ripercorrere il metodo che utilizziamo (per chi si avvicinasse per la prima volta, lo trovate qui e qui) e procederei direttamente ad un confronto tra la stagione appena conclusa (2014/15) e la scorsa (2013/14).

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Comincerei dall'analisi del campionato in generale, prima di passare agli arbitri ed alle squadre in successivi post.

L'anno scorso, la percentuale di gare in cui abbiamo registrato almeno un errore grave è stata il 57%; quest'anno il 56% (216 errori totali vs 212). Ad oggi sono state monitorate complessivamente 760 partite, ed il fatto che la percentuale sia sostanzialmente identica sembra far pensare ad un dato strutturale, una tendenza indipendente sia dagli arbitri (ogni anno ci sono avvicendamenti nell'organico degli arbitri di serie A) sia dal designatore (Braschi vs Messina). Dalla prossima stagione sarà operativa la Goal Line Tecnology: vedremo se servirà a diminuire (ed in che misura) la percentuale di gare "falsate" da errori arbitrali.

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Il numero assoluto di errori invece è leggermente aumentato, passando dai 336 della scorsa stagione ai 359 di quest'anno (ricordo che comprendiamo tutto, senza distinzioni: dalla mancata concessione di un rigore, all'espulsione errata, al gol-non gol); quindi, mediamente l'anno scorso le partite "falsate" hanno visto circa 1,55 errori a gara, mentre quest'anno 1,69.

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Ora, siccome l'errore è indivisibile e dire 1,69 errori fa un po' sorridere, vi segnalo che:

  • 1 gara è stata viziata da ben 8 errori (Sassuolo-Milan 3-2 alla 36^ giornata, arbitro Guida); passata senza strepiti sui giornali, detiene il triste primato di gara più "falsata" della stagione (l'elenco di TUTTI gli episodi della stagione lo trovate in questo PDF).
  • 1 gara da 6 errori (Sampdoria-Fiorentina 3-1 alla 10^ giornata, arbitro Giacomelli); anche questa scivolata via nell'indifferenza dei quotidiani.
  • 11 gare da 4 episodi (Inter-Atalanta, Verona-Palermo, Juventus-Sampdoria, Torino-Genoa, Parma-Fiorentina, Lazio-Milan, Cesena-Lazio, Inter-Cesena, Genoa-Inter, Lazio-Roma, Sassuolo-Genoa).
Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Per il resto ci sono state 19 gare con tre episodi, 64 con 2 episodi e 116 gare con 1 solo episodio tracciato.

Dal momento che con la #MoviolaBilanciata assegniamo anche dei punteggi che misurano la gravità dell'errore (di nuovo, per i criteri con cui sono stilate le matrici bonus/malus, vi rimando ai post esplicativi dello scorso anno), siamo anche in grado di dirvi quali siano state le gare più pesantemente influenzate dagli errori arbitrali.

Sassuolo - Milan, con una somma assoluta di 14,75 punti, si conferma la gara più falsata della stagione, seguita da Sampdoria - Fiorentina (8,75) che conferma il secondo posto. Lazio - Roma (8,25), Torino - Genoa (8,25) e Verona - Palermo (8,25) conquistano il terzo posto a pari merito. Comunque, più sotto trovate l'elenco delle gare più "falsate". Si può notare che a parità di errori (o addirittura con meno errori), alcune partite risultano più influenzate di altre dall'arbitraggio, proprio a causa delle diversa gravità dell'errore commesso.

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi
Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi
Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Segnalo solo per curiosità che la tanto chiacchierata Juventus-Roma della sesta giornata finisce "tristemente" oltre il 70-esimo posto. Questo a dimostrazione che non sono gli errori "oggettivi" a decidere se una partita è stata "falsata" da un arbitraggio, bensì i titoli dei giornali.

Per quanto riguarda la tipologia di errore, come l'anno scorso, l'errore più frequente è stato la mancata concessione di un calcio di rigore (161), poi la mancata espulsione, (79), il gol da annullare (49), l'espulsione errata (18) e il gol regolare annullato (18); sono stati concessi 18 rigori che non c'erano (ma 6 di questi sono stati fortunatamente sbagliati - l'anno scorso non censivamo questa "tipologia" di errore ndr) e 10 di tutti i rigori battuti dovevano essere fatti ribattere.

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Rispetto allo scorso anno è cresciuto il numero di rigori non concessi (161 vs 137); è praticamente identico il numero di gol convalidati erroneamente (49 vs 52), quello dei rigori concessi erroneamente (24 vs 21) e dei gol regolari annullati ingiustamente (18 vs 17); è diminuito quello delle mancate espulsioni (79 vs 99) ed aumentato il numero delle espulsioni ingiuste (18 vs 10).

Da quanto si può dedurre, sembrerebbe esserci (parliamo solo di due stagioni, quindi il condizionale è d'obbligo!!!) un livello "fisiologico" di alcune tipologie di errore (gol concessi ingiustamente, gol convalidati erroneamente - la gran parte sono per fuorigioco; molti addirittura sono per situazioni di fuorigioco rilevabili solo col fermo immagine televisivo- e rigori concessi sbagliando), mentre altre tipologie hanno subito importanti variazioni.

In particolare, gli arbitri sembrano essere stati molto più tolleranti in area di rigore e molto più severi a livello disciplinare: lo testimoniano la diminuzione delle mancate espulsioni e l'aumento di quelle ingiuste. Che il nuovo designatore abbia chiesto maggior severità e repressione del gioco violento? Vedremo il prossimo anno se la tendenza sarà confermata.

Quello che risulta assolutamente confermata è la mancanza di coraggio da parte dei fischietti nostrani: pur di non essere accusati di aver influito attivamente sull'andamento di una gara, semplicemente si astengono. Infatti, come l'anno scorso, gli errori che prevedono un comportamento attivo da parte dell'arbitro (assegnare un rigore, annullare un gol irregolare, espellere un giocatore) sono enormemente più numerosi del loro corrispettivo inverso (in questo senso, suscita ancora più stupore la decisione di Guida di convalidare il gol-non gol di Udinese-Roma. Per approfondimenti, andate a rileggere il post " J'accuse! " e l'approfondimento che seguirà a breve).

In buona sostanza, i fischietti assistono all'andamento della partita ma preferiscono di gran lunga "astenersi" dal prendere decisioni potenzialmente sbagliate. Così, in due anni abbiamo 298 mancate concessioni di un calcio di rigore ma solo 45 concessi erroneamente; 178 mancate espulsioni e solo 28 ingiuste; 101 mancati annullamenti di gol irregolari e solo 35 gol regolari annullati ingiustamente.

Si conferma la distribuzione per periodo degli episodi; coi primi 15′ di gara con la minor concentrazione e gli ultimi 15′ (più recupero) di gara con la più alta concentrazione. Niente di sorprendente: la tensione, la stanchezza, la decisività dell'eventuale errore portano gli arbitri ad astenersi sempre di più, mano a mano che passa il tempo, col risultato che cresce il numero delle "omissioni" e quindi degli errori in generale.

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

Entrando un po' più nel dettaglio, si nota che le espulsioni mancate e le espulsioni errate seguono abbastanza perfettamente l'andamento della gara: aumentano col passare dei minuti. Questa situazione è del tutto normale: i cartellini si accumulano, insieme alla stanchezza, ed è del tutto ragionevole che un secondo cartellino, comminato o risparmiato ingiustamente, o sommato ad un precedente cartellino ingiusto, determinino un errore di questo tipo.

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

In questa progressione si può notare un'anomalia. Nella prima mezz'ora ci sono 17 espulsioni mancate ma nessuna espulsione errata: è evidente la volontà di non falsare la partita rischiando di cacciare per sbaglio un giocatore nei primi minuti. Così facendo, si ottiene l'effetto opposto: si falsa la partita non lasciando giustamente in 10 una delle due squadre. Quindi, quando vedete che un avversario non viene espulso, sia per somma di cartellini gialli che per un rosso mancato, sappiate che è una situazione del tutto "normale" e trasversale a tutte le squadre. Se poi siamo nei primi minuti di gara, l'impunità è quasi garantita.

Il dato è del tutto in linea con lo scorso anno; anche allora, a fronte di 15 mancate espulsioni, la prima mezz'ora di gioco non vide neanche una espulsione errata.

Ci sono invece dei dati in parziale contraddizione con quanto rilevato lo scorso anno. Lo scorso anno avevamo il picco di mancate espulsioni nel finale del primo tempo (periodo 3), mentre tutti gli altri seguivano la progressione temporale logica. Oggi possiamo presumere che quel periodo rappresenti un'eccezione non significativa (considerate comunque che parliamo di un numero di dati statisticamente esiguo, e quindi soggetto a maggior fallacia. Ci vorrà del tempo per avere una base di dati sufficientemente significativa), e che questa tipologia di errore aumenti col passare dei minuti di gara.

Moviola Bilanciata, la sintesi del secondo anno di analisi

I rigori non concessi e quelli concessi erroneamente invece non seguono nessuna temporalità particolare: si distribuiscono casualmente all'interno della gara. Questo dato è in totale contraddizione con lo scorso anno, dove registrammo una perfetta progressività dell'episodio "rigore non dato": aumentavano al passare dei minuti. La spiegazione la trovammo nel costo emotivo crescente nel fischiare erroneamente un calcio di rigore: sbagliare al 90′ e decidere la partita esporrebbe senza dubbio al linciaggio mediatico; quindi meglio sorvolare se l'episodio non è più che evidente. Quest'anno la distribuzione è del tutto casuale ed è più "normale": l'episodio da rigore può capitare indifferentemente in qualsiasi momento di gara.

Abbiamo già due differenze abbastanza sostanziali dalla scorsa stagione a questa: una maggior severità nel giudicare i falli da espulsione ed un maggior coraggio nel fischiare i rigori, in momenti a maggior pressione emotiva. L'unica spiegazione che mi viene in mente è un maggior focus, in questa direzione, da parte del nuovo designatore, che potrebbe aver invitato i fischietti ad avere maggior coraggio nelle loro decisioni, in special modo nelle fasi topiche della partita.

La prossima stagione servirà per stabilire quale delle due distribuzioni rappresenta l'eccezione e quale la normalità.

Rinnovo la riflessione sui rigori assegnati ingiustamente. Qualora un arbitro volesse favorire una squadra, la via più spiccia è certamente assegnarle un calcio di rigore. Abbiamo già visto che questa categoria di episodi è veramente residuale: 45 episodi in due stagioni (760 gare). L'anno scorso procedemmo alla singola valutazione di questi episodi, che ci consentì di scremare i "falsi positivi" (ad esempio: il fallo c'era ma l'azione è viziata precedentemente da un fuorigioco o un fallo degli attaccanti; oppure il fallo era appena fuori area, o era preceduto da un fallo dell'attaccante ecc.); al termine di questa operazione, rimasero solo 3 rigori (su 128 complessivamente assegnati) effettivamente "farlocchi" (Udinese-Parma, Torino-Atalanta e Milan-Sassuolo). Quest'anno invece lasciamo a voi il piacere di scoprire quali sono stati accedendo direttamente al file Excel e vi rimandiamo al pezzo sulle squadre, per vedere "chi" ha usufruito dei vari errori ed in che misura. Vi basti sapere che siamo grosso modo nella stessa situazione.

Ultima riflessione sull'episodio "errore nel gol, assegnato o annullato ingiustamente". L'anno scorso furono 69 complessivamente, quest'anno 67. In buona sostanza, il 18% delle partite (praticamente due a giornata!) ha visto un gol regolare non convalidato o un gol irregolare convalidato. Tantissimo!!!

Ora, premesso che normalmente sono fermamente contrario, per un sacco di buoni motivi, all'introduzione della moviola in campo, sono invece favorevolissimo all'uso del mezzo televisivo in questo caso.

Perché? Beh, il gioco è comunque già fermo, perché la palla è in porta. Spesso, in situazioni dubbie, le proteste fanno perdere comunque un sacco di tempo. Altrettanto spesso, l'irregolarità del gol è dovuta ad un fuorigioco non rilevato nel corso dell'azione, che può invece essere rilevato dal mezzo televisivo. In altri casi, è un fallo degli attaccanti ad inficiarne la regolarità e via di seguito.

A questo punto mi chiedo: considerata la gravità dell'errore, considerato che incide su ben due gare a domenica, considerando che il quarto uomo è (oggi) di una costosa e manifesta inutilità, mi chiedo: cosa osta a spostarlo nel box della regia televisiva, affinché possa decidere su questo particolare, importante, decisivo episodio? Mentre i giocatori festeggiano (così li lasciamo festeggiare a lungo, eliminando quelle "inutili" ammonizioni), lui mette il sigillo sul gol, rivedendosi le immagini insieme a centinaia di migliaia di persone. E lo si potrebbe fare senza alcun aggravio di costi.

L'introduzione della Goal Line Technology non risolverà minimamente questo problema. I casi di "gol-non gol" erroneamente giudicati, in questa stagione, sono stati "ben" 5: un'inezia, sia rispetto ai 67 gol irregolari complessivi, sia nei confronti dei 212 errori totali. L'unico vantaggio che si otterrà (si spera) sarà quello di risparmiarci i fiumi d'inchiostro spesi dai giornali sportivi, per un errore del tutto marginale nell'economia del campionato, e le "indimenticabili" lezioni di ripasso sulla prospettiva, seguite alla convalida del gol in Udinese-Roma (ad esempio, scommetto che in pochi ricordano che all'85' di quella gara, sul risultato di 0-1, Guida non fischiò un evidente rigore su Kone; errore che valeva tanto quanto la convalida del gol, ma che venne totalmente oscurato dal precedente episodio). Tutto sommato, non è detto che sia un male; ai fini del miglioramento degli arbitraggi però rimane del tutto marginale.

Nel prossimo post parleremo degli attori comprimari, ovverosia gli arbitri. Nel frattempo vi ricordiamo la nostra Moviola Bilanciata in versione interattiva, che vi consente di effettuare delle analisi puntuali per periodi del campionato: la trovate a questo link.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog