Magazine Calcio

Napoli-Catania: riscatto per una bandiera?

Creato il 01 novembre 2013 da Antonoce
Napoli-Catania: riscatto per una bandiera?
Se le bandiere nel calcio moderno non esistono più, è pur vero che c'è un giocatore che al Napoli ha giurato amore eterno. L'importante è l'intenzione in questi casi, poiché il potere del duo denaro è incommensurabile, e consente di violare facilmente qualsiasi promessa, seppur fatta con il cuore.
Marek Hamsik è capitan futuro e presente di questo Napoli, un talento cristallino di indubbio valore. La sua stagione è cominciata alla grande: due doppiette in due partite, capocannoniere provvisorio del campionato, cosa che da centrocampista è ancora più motivo d'orgoglio, e voglia di spaccare il mondo insieme al Napoli.
Poi, ad un certo punto, la sosta, e comincia l'involuzione. Non è la prima volta che gli succede, è vero, ma quest'anno il suo periodo no si nota di più perchè più forti sono le pressioni e più alti sono i livelli di avversari e compagni. Hamsik è sprofondato in un anonimato rotto solo dal gol con il Livorno, segnato una volta entrato a gara in corso.
Un po' l'eliminazione dai mondiali della Slovacchia, un po' perchè forse, con l'esplosione dei vari Callejon, Mertens, Insigne trova difficile ritagliarsi i suoi spazi sia in campo sia sui giornali, e si dedica spesso a gare di sacrificio, un po' perchè gli avversari spesso gli costruiscono una gabbia intorno, per evitare i suoi tagli improvvisi e repentini che spesso lo portano al gol, un po' perchè Zuniga ha avuto un ingaggio superiore al suo che si considera ed è uno dei leader dello spogliatoio azzurro. Un po' alla volta, Hamsik ha finito per non essere più decisivo come prima.
Ma oltre che dell'Unesco, come dice qualcuno, Hamsik è un patrimonio del Napoli, e va fatto di tutto per rilanciarlo e vederlo nuovamente ai livelli altissimi di cui è capace. Già Benitez mercoledì contro la Fiorentina, quando lo ha mandato in campo, lo ha riempito di pacche sulle spalle. Ora dovrà lavorare per trovargli nuovamente la posizione ideale in campo, senza stravolgere gli equilibri attuali che fanno viaggiare a mille quei ragazzi là davanti, Callejon e Mertens su tutti.
Se torna a girare anche Hamsik, siamo ancora più forti, e, soprattutto in vista delle gare finali di Champions, e della sfida con la Juve, serve anche l'apporto della cresta azzurra.
Ma considerando il minutaggio che il tecnico gli ha concesso, Hamsik dovrebbe partire titolare nella sfida con il Catania. Quale buona occasione per tornare decisivo e conquistarsi il suo meritato riscatto con una prova all'altezza della situazione. Forza Marek, siamo con te!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines