Magazine Diario personale

Napoli – ‘O Galantariaro

Da Antonio

Numerosi sono i venditori ambulanti che percorrono le strade cittadine promuovendo a gran voce e con convinzione la propria merce e i propri prezzi. Tra questi i galantriari sono da ritenersi l’elite, in quanto essi propongono le migliori merci che i negozianti chiamano usualmente grossa chincaglieria. Trattasi di generi che più costano e di cui più si sente il bisogno: tiracalzoni, forbici, temperini, stuzzicadenti, spazzole per il capo e per i denti, coltelli da tavola, posate di plaquefond, pettini, lumi da notte e così via. Per questo hanno anche il nome di chincaglieri ambulanti.

Vanno girando per le vie principali (soprattutto via Toledo) entrando nei caffè e negli esercizi soffermandosi ad ogni angolo e tavolino ripetendo ad ogni potenziale cliente: “Comandate no bravo pare de tiranti, forbici, temperini?” insistendo in caso di diniego elogiando i propri prodotti e la loro utilità e promettendo di cederli per un ottimo prezzo. Se poi vedono che nemmeno così riescono a piazzarlo “conchiudono col chiederti il mozzicone del sigarro, che con rincrescimento devi staccare dalla bocca e darglielo”.

Comunque vada la trattativa restano sempre rispettosi coi compratori e non si lamentano se perdono molto tempo per concludere nessuna vendita. Nella maggior parte dei casi sono “giovani svelti e di spirito, che sovente ti muovon le risa con le loro risposte argute ma che non eccedono ad impertinenze” e oltre a percorrere le strade non esitano a visitare studi ed officine per promuovere attrezzi per la scrittura o le arti. Li si può anche trovare a contrattare sulle navi d’altri paesi che sono ferme in porto, con ufficiali o qualunque altro membro della ciurma che ritengono abbia abbastanza moneta per pagarne le merci.

A dispetto della contrattazione necessaria a spuntarlo il prezzo a cui i chincaglieri ambulanti propongono le loro mercanzie risultano convenienti in quanto questi non hanno le spese vive dei negozianti da ammortizzare.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Napoli vs Roma

    Roma avrebbe bisogno di una stagione. Ne discutevo oggi a parte invertite con una napoletana famosa che vive a Roma. Ci confrontavamo sull’era che sta vivendo... Leggere il seguito

    Da  Cristiana
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI
  • Cuore di maglia a napoli

    Cuore maglia napoli

    E PER CHI NON LO AVESSE ANCORA VISTO Leggere il seguito

    Da  Tomboloealtro
    TALENTI
  • Da Napoli ad Amsterdam.

    Come qualcuno già sa e come qualcuno ha immaginato ho (abbiamo) lasciato (per lavoro) Napoli per Amsterdam (il che di per se è un passaggio complicato per quant... Leggere il seguito

    Da  Cristiana
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI
  • Napoli

    Sembrerebbe semplice parlare di Napoli, ma non lo è affatto, perché è una città complessa e poi è divisa in due: Napoli sopra e Napoli sotto. Leggere il seguito

    Da  Catia D'Antoni
    DIARIO PERSONALE, VIAGGI
  • NAPOLI SOTTERRANEA : Kore ....

    NAPOLI SOTTERRANEA Kore ....

    Esiste un mondo intero che si sviluppa sotto i nostri i piedi, che si snoda per chilometri in ampie e profonde caverne o in stretti cunicoli. Leggere il seguito

    Da  Massimocapodanno
    INFORMAZIONE REGIONALE
  • #DisaronnoTerrace Napoli

    #DisaronnoTerrace Napoli

    Unite il mare, la buona musica, la compagnia giusta e un Disaronno Sour e otterrete la mia formula dell'estate perfetta. Ormai a dare inizio alla mia estate è l... Leggere il seguito

    Da  Luciapalermo
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • Napoli: tensione Vargas

    Napoli: tensione Vargas

    E poi c’è il solito Vargas, oggetto misterioso con il Napoli e con gli altri club, ma grande trascinatore del Cile. I quattro gol siglati con la Roja in Copa... Leggere il seguito

    Da  Fattorecampolive
    CALCIO, SPORT