Magazine Economia

No Bolle? No Party... (reloaded)

Creato il 09 ottobre 2014 da Beatotrader

No Bolle? No Party... (reloaded)
(con sarcasmo) Nooo...ma la FED, il QE ed i tassi a zero
non hanno mai avuto nulla a che fare con la salita a razzo delle Borse USA post crack-Lehman Brothers...vero?
(più o meno gli indici americani hanno fatto +300% dai minimi di marzo 2009...facendo impallidire i precedenti Record di S&P500/Dow Jones raggiunti durante l'apice della Bolla 2007).
Ed infatti ieri è bastato solamente che la FED,
preoccupata per un rafforzamento allucigenogeno e troppo veloce del dollaro
e per un rallentamento globale dell'economia (Cina, Eurozona etc),
facesse capire che molto probabilmente non alzerà i tassi subito
ma che potrebbe aspettare la scadenza classica di Giugno 2015 o giù di lì...
e BOOOOOOOOM!.........................................
.

No Bolle? No Party... (reloaded)
US Stocks Have Their Best Day of 2014
The Dow Jones jumped 274.83 points, or 1.6 percent, to 16,994.22.
The Standard & Poor’s 500 index added 33.79 points, or 1.8 percent, to 1,968.89 and the Nasdaq composite rose 83.39 points, or 1.9 percent, to 4,468.59.

All three indexes had their biggest point and percentage gains of 2014.
The jump was the latest whipsaw day for the stock market. Only the day before, the Dow plunged 273 points on fears that the global economy was slowing............
The S&P swung 44 points from low-to-high today as panic-buying lifted stocks vertically on the back of an utter VIXtermination (from over 18 to under 15).
Nasdaq surged over 2.5% from its lows before FOMC Minutes - the biggest swing since May 2012 (and biggest daily gains in a year)
.

10Y Yields closed at 2.33% (2.3249% lows) - the lowest since June 2013. The TSY curve steepened dramatically post-FOMC with 5Y now -18bps on the week and 30Y -7bps.
The Dollar fell for the 3rd day in a row (-1.6%) - its biggest such drop in 15 months
.  
 The Fed: Easy Peasy (si potrebbe tradurre con "fin troppo facile" o persino con "Elementare Watson"...)
The market was “shocked” by today’s Fed Minutes which showed that the Fed is much more dovish than many think, that is, they aren’t raising rates any time soon.  
The hot topic of late has been all about how the Fed is going to transition from Tapering to tightening interest rates......
I have stated on several occasions that all of this talk about rate increases is way ahead of itself. The Fed still has an enormous amount of slack in the economy to play with.  That is, they can afford to keep rates at 0% without having to worry about a big surge in inflation.
Siamo di fronte ad (iper)reazioni e volatilità di BREVE
che comunque ci fanno capire lo scenario di fondo su cui si stanno muovendo ormai da anni i Mercati (soprattutto quelli USA).
A me puzza che la FED abbia voluto soprattutto mandare un messaggio (nemmeno troppo) trasversale ai Mercati che stavano speculando in modo troppo allegro e "Speedy Gonzales" sul rialzo del dollaro...
Il Dollaro salirà come e quando vorremo noi,
con calma, progressivamente e monitorando con attenzione sia la ns. Economia che quella Globale.

Dunque state calmi o vi stecchiamo quando vogliamo...
Dont' Fight the FED
Cordialmente
Come sempre la Vs. affezionatissima FED
Tutto questo naturalmente (per ora) non altera il contesto di medio-lungo
ovvero la previsione futura di un rialzo dei tassi della FED
ed un dollaro comunque "più tonico" rispetto alle altre valute,
semplicemente perché per ora NON ci sono alternative migliori...
vedendo soprattutto come sono messi Eurozona-euro-BCE e Giappone-yen-BoJ
Nota a margine: solo un breve flash...ma ne riparleremo
Ma ma ma..E la moneta sovrana? Lo stampa-stampa? Il +deficit fai +cresci? La border-line-MMT?
Il problema è che le cose sono maledettamente più complicate, multi-causali e meno lineari di come ve le disegnano tanti "talebani" della "scienza" economica...
Is Japan Back In Recession?
Del resto, come vi anticipo e vi ripeto da secoli,
NON ESISTE una exit strategy semplice&INDOLORE
dalla Bolla del QE-to-infinity+ZIRP-under-zero...
O si continua sostanzialmente a pompare all'infinito
oppure, prima o poi, si arriva ad un redde rationem...
Dunque non vi aspettate nel breve...anzi nel medio...o forse nel lungo...o forse mai... ;-)
sostanziosi rialzi dei tassi d'interesse da parte dei Paesi stra-indebitati che giocano sul confine della mitic-MMT.
E sono inclusi anche gli USA: magari si salirà un pochetto...all'1%/1,5%...
ma oltre ci si scontra con il muro del vicolo cieco in cui si sono ficcati
quando hanno deciso nel 2008 di tamponare l'esplosione di una Bolla
con il gonfiaggio di una Bolla ancora più Grande (la più grande di sempre)...
sperando che un giorno...chissà....intanto un bel calcione al barattolo...
Vedi Funny King:
Solo il debiti pubblico federale USA viaggia intorno al 108% del PIL, quello complessivo che comprende tutto il settore pubblico è a circa il 128% del PIL. se ci aggiungiamo quello privato siamo a questa cosetta:
No Bolle? No Party... (reloaded)
A fine 2013, circa il 353% del PIL. (grafico di Phoenix Capital)
Ce l'ha detto forte e chiaro Ben Bernanke in pensione
(che finalmente può dire un po' di verità)
vedi mio post: Tassi in negativo alla BCE? Intanto vi faccio risparmiare 10mila $ di biglietto per ascoltare Ben Bernanke in pensione...
.....Intanto il buon Ben Bernanke, ex-presidente della FED e mitico Bubble's Master che ha fatto apparire Greenspan un principiante,
adesso che è in "pensione" va in giro a fare conferenze super-pagate...
Ma io vi faccio risparmiare i 10mila $ di biglietto
e vi riferisco che cosa ho colto grazie alla "microspia" piazzata dalla mia intelligence nell'ultima conferenza di Ben....
Ecco la Versione "Bignami" by COBRAF...
Non Vedremo Mai più i Tassi al 4% in Questa Generazione
16/05/14
Ben Bernanke, da quando non è più governatore della Federal Reserve, sta tenendo discorsi in giro per il mondo a cene riservate a ricchi investitori in cui viene pagato 250mila dollari a serata.
E cosa racconta ai mega gestori e altri miliardari disposti a pagare sui 10mila dollari a cranio per avere il privilegio di sedersi vicino a Bernanke ?
Sembra da quello che trapela che Bernanke sia convinto che la FED non alzerà mai i tassi, cioè che non ritornerà ad esempio ad un 4% del tasso di interesse a cui presta "nel corso della sua vita"
Bernanke ha 60 anni e ha un aspettativa di vita sui 25 anni, per cui regolatevi.....
Ottimo anche il commento di Finanza in Chiaro:
Quando Wall Street deflagrerà sarà molto peggio del ‘29 
Ormai è chiaro, non sanno come uscirne.
La Federal Reserve, ossia la Banca Centrale americana, non sa come tirarsi fuori dal disastro nel quale si è andata a cacciare ed, al momento, continua a rinviare la decisione.
Siamo sull’orlo del baratro, e festeggiamo tutte le volte che non veniamo buttati giù, ma non c’è nulla per cui stare allegri, i mercati (anche se non si chiamavano così) esistono da quando esiste l’uomo e rispondono sempre alla stessa logica.
Possono essere deviati, certamente, ed accade spesso, ma occorre ricordarsi sempre che fra le loro caratteristiche c’è anche quella che, personalmente, ho definito “effetto elastico”.
Il concetto è molto semplice, i mercati, proprio come gli elastici, hanno un loro stato fisico naturale che possiamo definire di “quiete”, sono però “duttili”, cioè possono cambiare forma se, applicando una forza, esercitiamo una trazione.
La loro caratteristica peculiare, però, è quella di tornare fulmineamente al loro stato naturale, non appena viene a mancare la forza di trazione.

E la “violenza” con la quale tornano al loro stato naturale è direttamente proporzionale alla forza di trazione alla quale erano stati precedentemente sottoposti.
Insomma, banalmente, più tiriamo un elastico, e quindi più lo deformiamo,  e più, quando lo lasceremo andare, scatterà violentemente e pericolosamente per tornare alla sua forma naturale.
Arriverà quindi il momento in cui Wall Street, e quindi gli Stati Uniti, dovranno lasciare l’elastico che stanno tirando oltre ogni limite “fisico”, ma prima, coloro che hanno prodotto questo disastro, vorranno scaricare la colpa su altri e non esiteranno ad inventarsi le cose più astruse.
Come sempre quindi verrà identificato un nemico che incarna “il male”.........
Vi lascio con alcuni spunti di riflessione (in apparenza) quasi mistico-filosofici ...
Sono i profondi misteri della Sacra Religione della GRANDE BOLLA...
Ommmmmmm....
ma in realtà attengono alla vita pratica di tutti i giorni molto più di quanto possiate credere od immaginare....
  • Ciò che "i talebani (opposti) delle ideologie economiche (opposte) non colgono:
    stampa-stampa & austerity
    sono due facce della stessa medaglia
    Ommmmmm....
  • «Senza un insostenibile boom di credito da qualche parte, l’economia mondiale sembra incapace di generare una crescita della domanda sufficiente ad assorbire l’offerta potenziale.
    Sembra una legge della conservazione dei boom di credito.
    Considerate l’ultimo quarto di secolo:
    un boom di credito in Giappone che è collassato dopo il 1990;
    un boom di credito nelle economie emergenti asiatiche che è collassato nel 1997;
    un boom di credito nelle economie del Nord Atlantico che è collassato dopo il 2007;
    e da ultima la Cina.
    Ognuno di questi boom è salutato come una nuova era di prosperità, per poi collassare in crisi e malessere post-crisi»
    Martin Wolf
    , 7 ottobre 2014
    Ommmmm.....
  • CHIAMASI ANCHE BOLLA
    Il Crollo del 2008-2009 non ha insegnato nulla...anzi...si è andati BEN OLTRE:
    "....Il miglior investimento negli USA è un fondo ad alta leva finanziaria che investe solo in un grandi aziende di capitali che si stanno comprando le loro stesse azioni.
    Molte di queste insegne stanno prendendo prestiti per alzare le loro quotazioni, per i “bonus di performance” dei manager e per il guadagni degli azionisti. Il debito contratto dovrà essere sopperito da guadagni futuri.
    Questa non è una rappresentazione del capitalismo che guida l’economia grazie agli investimenti....."
    da L'INESISTENTE RIPRESA ECONOMICA USA
    Ommmmm....
Infine ripropongo integralmente un mio post fondamentale che da il titolo al presente post:
No BOLLE? No Party...
11 dicembre 2013
In questi ultimi tempi rimango stupito dalle numerose "scoperte dell'acqua calda" che ormai punteggiano l'informazione mainstream.
Figure istituzionali di spicco, politici, banchieri, economisti etc se ne vengono fuori con delle OVVIETA' scontatissime (almeno per chi legge questo Blog)
mentre tutti in coro fanno "ohhhhh" come se fossero delle SCOPERTE ORIGINALI ed INATTESE, se non addirittura GENIALI...
Nei miei ultimi post Vi ho fatto vari esempi di questo nuovo mood della (RI)SCOPERTA DELL'OVVIO presentata come SCOPERTA DEL NUOVO.
Tutte queste "scoperte dell'acqua calda",
che arrivano quasi sempre "a babbo morto"...,
puntualmente in questo BLOG vi sono state ANTICIPATE 
CON LUCIDITA' molto molto tempo fa, fin dall'inizio della Grande Crisi...
E tutti questo Personaggioni ci arrivano solo ora?
Dunque delle due l'una:
o il sottoscritto è uno dei maggiori e più illuminati Guru socio-economico-finanziari della Storia recente...con poteri quasi profetici....:-)
oppure (molto più verosimilmente...) un sacco di fonti istituzionali e mainstream vi hanno occultato la verità
ovvero vi hanno "cacciato" un sacco di balle ...ed ammettono la verità solo quando non possono più farne a meno o quando ormai "la missione è compiuta"...
Insomma sapevano tutto benissimo ma non si poteva dire.
Capite perchè il mio Blog si chiama "Il Grande Bluff"?....
Ribadisco pertanto L'IMPORTANZA del sostegno attivo all'Informazione Indipendente ;-)
Scegliete bene le vostre fonti informative: è sempre più vitale in questo modo globalizzato&finanziarizzato in leva...
Eccovi l'ultima C-L-A-M-O-R-O-S-A
Scoperta dell'Acqua Calda...
...Larry Summers recently wrote about how the economy is in stagnation and we have become dependent on bubbles to help it grow again...
Prima di tutto una premessa.....
Se veramente Larry Summers la pensa così...
allora è chiaro perché i Mercati abbiano festeggiato alla Grande quando si diffuse la notizia che Larry avrebbe rinunciato a concorrere per il posto di Presidente della FED....
e poi arrivò la Yellen...più bubble-colomba di Ben...;-)
- se non sapete chi è Larry Summers, seguite il link -
MA DAIIIIIII?????!!!!
  • Siamo ormai dipendenti dalle Bolle per ottenere una "crescita" che si possa chiamare tale?
  • Abbiamo ri-gonfiato la Bolla esplosa nel 2008-2009...sostituendola con una Bolla ancora più Grande?
  • Siamo in un climax ascendente del ciclo bubble-burst-bubble-burst? (fino a quando qualcuno non starà più al gioco)
  • Un mondo finanziarizzato, informatizzato ed in leva ormai gira solo sulle Bolle?
  • etc etc
Chi ha seguito un minimo questo BLOG
dovrebbe avere un certa familiarità con questi concetti...;-)
Ci avrò scritto sopra 300 post e fin dal lontano 2009...
Non Vi sto nemmeno più a linkare tutta una serie di miei post ILLUMINANTI su questo argomento...
Vi riporto solo il primo post nel quale "buttai giù l'intuizione" in modo ancora abbozzato.
Poi, col tempo, ho approfondito, argomentato ed ampliato "LA COSA"...
Ma sostanzialmente c'era già tutto...: 
Agosto 2009: Bolle ri-gonfiabili
Ed anche la mitica DB s'immerge nel nuovo mood della scoperta dell'acqua calda...;-)
Leggetevi ben bene le parti in ROSSO
e capirete perchè da tempo mi chieda che senso abbia l'analisi tradizionale dei dati-macro economici in un contesto non più di global business cycle ma di bubble business cycle...;-)
Ci siamo capiti?...;-)
Deutsche Bank: "We Think Something Structurally Changed Since The Great Financial Crisis"
10/12/2013
The topic of whether central banks have destroyed the global business cycle to the point where all we have is phase jumps from one bubble to another (with an intervening depression in the interim) where central banks inject record amounts of new debt-created liquidity to cover up the credit excesses of the most recent bubble, has gained prominence following the recent comments by none other than the almost-Fed head Larry Summers who advocated the creation of an even bigger asset bubble to push the economy onward and upward.
Below we present some much more sober and rational thoughts on this topic by Deutsche Bank's Jim Reid.

Do we need bubbles for growth?
The worrying feature of the DM economy over the last decade or so (and perhaps longer) is that it seems that we’ve needed to pursue ever looser policy to enable us to hang on to what has actually been lower and lower trend growth. However the consequence appears to be that markets have moved from bubble to bubble....
Nota: Deutsche Bank recentemente ha ribadito il concetto...
vedi il mio post:
Noooo??!! Ma daiiii??!! Deutsche Bank: solo una BOLLA può mantenere il sistema finanziario attuale
Rivedi anche il mio post: 
Se non fosse che "This Bubble is Different"....io mi sarei già trasferito nell'isola di Tristan da Cunha (2.798 km da Città del Capo e 3.932 km da Montevideo)
. .
PER UN BLOG E' MOLTO IMPORTANTE CHE FACCIATE ALMENO LO SFORZO MINIMO DI CLICCARE SUI TASTI SOCIAL "MI PIACE", "TWEET" ETC CHE TROVATE QUI SOTTO...GRAZIE.
(sul sostegno attivo - donazioni/pubblicità - già conoscete alla nausea il mio punto di vista...)

Sostieni l'informazione indipendente e di qualità



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Invertebrati, eusociali e no.

    Invertebrati, eusociali

    Portava un maglione in lana d'ombelico, che esaltava il profilo della sua ascella volitiva. Era basso, grasso, calvo e quarantenne. Ci si può accanire con... Leggere il seguito

    Da  Vilipendio
    SOCIETÀ
  • Expo, no grazie

    Expo, grazie

    Anna Lombroso per il SimplicissimusTutti seduti su sedie immaginarie intorno a una tavola preparata coi piatti non ancora impegnati al Monte, ma vuoti, la... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Segnali (o forse no)

    Da una parte un giocatorino ossigenato, dall’altra un campione enorme, ferito ma gigante. Non è stata Neymar contro Vidal, altrimenti i gialli sarebbero a casa... Leggere il seguito

    Da  Marcopress
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ, DA CLASSIFICARE
  • I signori del no

    L'avete anche voi la sensazione del deja vu, quando sentite parlare il presdelcons?Quei toni da ultima spiaggia del tipo, dopo di me il diluvio?Il prendere o... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Riforma pensioni? …anche no!

    Riforma pensioni? …anche

    Bonus 80 euro da rendere permanente: ipotesi prelievo sugli assegni Inps Altro che riforma pensioni 2014. Sul fronte del welfare, mentre il governo è alle... Leggere il seguito

    Da  Pukos
    ECONOMIA, FINANZE
  • Immagine diversa? No, la solita

    Il parlamentare Pd Federico Gelli vuole sapere dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi come mai il famoso comandante De Falco è stato... Leggere il seguito

    Da  Zamax
    ATTUALITÀ, POLITICA, SOCIETÀ
  • Coachella? No, anche quest'anno passo.

    Coachella? anche quest'anno passo.

    Ogni anno la solita storia: tutti al Coachella tranne ME! Ed ecco quindi incombere la depressione ma purtroppo dobbiamo rassegnarci al fatto che NON viviamo a... Leggere il seguito

    Da  Fashioncrossing
    LIFESTYLE, MODA E TREND