Magazine Cinema

Oggi in Tv alle 21,10 su La7

Creato il 13 agosto 2010 da Ludacri87
I soliti ignoti
Il Monicelli anni ’50, gli ultimi anni ’50. E’ un po’ una parabola che raggiunge la sua massima estensione e, al contempo, preme ad andare oltre. E’ una forma di neorealismo brillante, non tanto evidente ai critici che furono, molto più comprensibile ad un comune e non necessariamente critico occhio moderno che ha a che fare con la cinematografia di quegli anni. La forza neorealista deriva dall’amarezza di questi ragazzi di borgata, dei reietti, di chi non vuole lavorare, preferisce credere nel colpo della vita. E’ un’amarezza forse meno drammatica degli scatti neorealisti per eccellenza, molto intensi, ma, con lo stereotipo che è un unguento necessario, forse addirittura più credibile. Il lavoro stanca, è sottopagato. Siamo in una fase post-guerra in cui la civiltà non ha portato immediato arricchimento e le risorse lavorative sono eccessive, in una fase di ricostruzione ed ammodernamento. E se l’ansia di drammaticità punta su un patetismo veritiero ma a volte troppo angosciante, Monicelli risponde con una profonda semplicità ed un rispetto di quei valori passatisti e passati che contraddistinguono da sempre la nostra società. Non c’è la potenza di un’inquadratura, ma, come in ogni commedia, è la credibilità del montaggio, il forte slancio recitativo di un Gassman-comico, dopo anni di mitizzazione drammatica senza successo, che balbetta, sa usare poco la mimica e molto la freschezza, a rendere “I soliti ignoti” un film godibile dall’inizio alla fine, con battute celebri, personaggi entrati nella storia (meno riuscito quello di Renato Salvatori, che ha dalla sua tre splendide e floride “mamme” e l’interazione con la bella e meno gattopardesca Claudia Cardinale). L’Italietta di Monicelli ride per non piangere. Disillusioni e sogni infranti, con una certa eticità di buoni sentimenti che regna sovrana. Il colpo è un fallimento, la banda del buco viene, come consuetudine, ribattezzata “I soliti Ignoti”, quasi una rubrica fissa di poveri perdigiorno sui quotidiani locali. Due figure sono emblematiche ed antitetiche, paragonabili per l’età: Capannelle non ha nulla, è un cencio vecchio che respira, eppure sorride con grazia alla vita, quasi beato delle piccole cose. E’ l’elemento più in basso della scala sociale, eppure ispira una simpatia ed una tenerezza mai vista, uomo buono con tanti sogni, mentre Dante Cruciali (Totò) è colui che ha imparato a stare al mondo, occultando le sue azioni, con un certo prestigio intorno, ed un certo numero di contanti illeciti che giungono a casa sua, nonostante il via vai di forze armate. Se Capannelle non si allinea al sistema, Dante è perfettamente allineato al mondo e lo sfrutta tramite l’arguzia. Consigliato agli amanti dei vecchi film italiani, tradizione grandiosa.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Oggi in Tv alle 19,20 su Mya - Un marito ideale

    Oggi alle 19,20 marito ideale

    "An ideal husband" al cinema c'era stato. Così come Oscar Wilde. Con risultati spesso discutibili. E Parker, regista british un pò sconclusionato, ne è... Leggere il seguito

    Da  Ludacri87
    CINEMA, CULTURA
  • Oggi sposi

    Oggi sposi

    ITA - 2009 di Luca Lucini con Luca Argentero, Michele Placido, Dario Bandiera, Isabella Aragonese, Carolina Crescentini, Filippo Nigro, Renato Pozzetto Brillant... Leggere il seguito

    Da  Ivanbenassi
    CINEMA, CULTURA
  • Oggi in Tv alle 14,35 su SkyCinemaFamily

    Oggi alle 14,35 SkyCinemaFamily

    AustraliaRating: 2 di 5Il passato trancia il presente. E’ una nuvola nera, un cadavere sazio, un rituale nel vento. Il passato è un vuoto ricolmo, una radice ch... Leggere il seguito

    Da  Ludacri87
    CINEMA, CULTURA
  • Oggi in tv The Bourne Ultimatum su steel alle 18,05

    Oggi Bourne Ultimatum steel alle 18,05

    Pensieri che fluttuano a fiotti, immagini che vagano in una scoordinata coscienza, abbozzi di ricordi, episodici flashback, il passato sepolto sotto una fitta... Leggere il seguito

    Da  Ludacri87
    AVVENTURA / AZIONE, CINEMA, CULTURA
  • l’aquila oggi

    l’aquila oggi

    Paolo Virzì ha fotografato il centro de L’Aquila, per come si presenta oggi. Si è a lungo parlato della disinformazione intorno alla ricostruzione della città,... Leggere il seguito

    Da  Matteocarrera
    CULTURA
  • Oggi il verdetto

    Oggi verdetto

    Con molta ansia e preoccupazione oggi si attende il verdetto che riguarda la nuova nomina del Sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari. Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Oggi sposi

    Oggi sposi

    Oggi Sposi è un divertentissimo mini-musical di piazza rappresentato alla XVIII edizione del Festival di Mercantia a Certaldo e al I ° Festival dei Tre Porti d... Leggere il seguito

    Da  Larita72
    CULTURA, MUSICA, PALCOSCENICO

Magazines