Magazine Giardinaggio

Olio essenziale cannella

Creato il 27 gennaio 2015 da Giardinaggio @Giardinaggionet

In questa pagina parleremo di :

Stecche e polvere di cannella

Caratteristiche generali della pianta di cannella


La cannella (Cinnamomum verum) è un pianta sempreverde appartenente alla famiglia botanica delle Lauraceae ed è originaria dello Sri Lanka, dove è ampiamente coltivata. Ha portamento arboreo e può raggiungere i 10-15 metri d'altezza. È coltivata anche nelle Antille, in Madagascar, Malaysia, Vietnam ed Indonesia, su terreno sabbioso e con clima caldo e umido. Dalla pianta si ricava l'omonima spezia, con un profumo secco e pungente, e l'olio essenziale, di colore giallo scuro, ambrato, e con caratteristico odore dolce e speziato. La cannella migliore è quella proveniente dal Paese d'origine, più delicata e meno aspra delle altre. Le parti della pianta utilizzate per estrarre l'olio sono la corteccia ed i ramoscelli di 3 anni d'età, che sono fatti macerare in acqua di mare, poi distillata. Mentre la spezia è apprezzata in cucina, l'olio essenziale di cannella è utilizzato per le tante virtù terapeutiche.

Proprietà terapeutiche dell'olio essenziale di cannella


Olio essenziale di cannella
L'olio essenziale di cannella è composto per quasi il 90% da cinnamaldeide e per il resto da eugenolo, tannini, canfora e decine di altri composti organici, tra terpeni, alcoli, fenoli ed esteri. Il prodotto possiede numerose proprietà medicinali, prima di tutto antisettica ed antimicotica. È stimolante, tonico e riscaldante. Ha proprietà antispasmodiche e febbrifughe. Stimola i processi digestivi, favorisce l'eliminazione dei gas intestinali ed inoltre combatte le infezioni ed i parassiti dell'apparato digerente. Riscalda la pelle, attivando la circolazione e quindi richiamando il sangue negli strati superficiali. È benefico perciò nei casi di reumatismi, dolori articolari, lombalgia e cervicalgia. Altre caratteristiche sono il potere afrodisiaco ed euforizzante. Stimola il sistema nervoso, aumenta la concentrazione e combatte la stanchezza.


Uso dell'olio essenziale per bagno, massaggio ed aromaterapia


Diffusore di oli essenziali
Per un bagno utile contro i dolori muscolari ed articolari occorre aggiungere all'acqua 10 gocce dell'olio ed agitare per emulsionarlo. In alternativa, si può aggiungere al bagnoschiuma o ai sali da bagno. Il massaggio dell'addome, con una goccia diluita in un cucchiaio d'olio d'oliva o mandorla, con movimenti circolari in senso orario, è indicato in caso di problemi di digestione o presenza d'aria nell'intestino. Diluire 5 o 6 gocce d'olio essenziale di cannella in 40 ml di olio di jojoba o di germe di grano, è utile per un massaggio afrodisiaco. Va eseguito con piccoli movimenti lenti, dolci e circolari, con la punta delle dita, dal pube fino all'ombelico ed alla regione sacrale. Il prodotto può essere diffuso nell'ambiente per renderlo accogliente, sensuale, sciogliere le tensioni e rilassare.


Olio essenziale cannella: Trattamento di altri disturbi, precauzioni e controindicazioni

Corteccia dell'albero di cannella
L'olio essenziale di cannella è efficace nel trattamento delle affezioni delle vie respiratorie, come raffreddore, influenza, bronchite e tosse. Combatte infatti sia batteri che virus. Tre gocce in una bacinella d'acqua bollente sono utili per dei suffumigi contro il naso chiuso, una o due volte al giorno. Altri utilizzi del prodotto sono il trattamento dei disturbi ed infezioni della pelle come scabbia e verruche. In caso di punture di vespa, il dolore sarà lenito da impacchi con garza imbevuta di 50 ml d'acqua più due gocce d'olio essenziale. Gli sciacqui con un bicchiere d'acqua e 3 gocce del prodotto combattono le gengive infiammate. Poiché l'olio può irritare le pelli ipersensibili, prima dell'uso è bene effettuare una prova, applicandone una piccola quantità, diluita in altro olio. In ogni caso l'olio non va mai usato in forma pura. Occorre evitarne l'uso in gravidanza e nei bambini.



Articoli Correlati


articoli correlati


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine