Magazine Cultura

Opinioni: Un buon padre…

Creato il 09 novembre 2010 da Maurizio Lorenzi

GianLuca Brembilla ci segnala il presente articolo, pubblicato il 4 novembre 2010, sul Mattino di Padova, a firma di Bepi Covre, imprenditore, sindaco di Oderzo, consigliere provinciale di Treviso

images
Un buon padre, una cattiva mazza da baseball e l’utilizzatore finale

 

Signor Presidente Berlusconi,

ho una figlia di 17 anni, ultima di due fratelli più grandi. Angela è una ragazza normale, che studia, fa sport, va alle feste che organizza assieme ai suoi compagni e coetanei. Se solo venissi a sapere che frequenta e va a feste dove ci sono «vecchietti» magari danarosi, profumati e stravaganti… Personaggi che potrebbero avere gli anni dei suoi genitori, se non dei suoi nonni?! Signor Presidente, mi sentirei un genitore fallito! Non per questo rinuncerei a prendere alcuni urgenti provvedimenti che vado ad elencare.

Primo: due solenni scapaccioni alla figliola minorenne. Così come previsto dal manuale antico, consolidato della sana tradizione pedagogica contadina. Nei giorni a seguire, sbollita rabbia e senso di frustrazione, cercherei di ripristinare un corretto e utile dialogo con la figliola. Assieme alla moglie (madre della figlia) mi impegnerei su questo versante.

Secondo: mi farei dare nome ed indirizzo dei vecchietti organizzatori del bunga/bunga. Prima ancora di denunciare e attendere lungaggini, accertamenti e indagini; prima ancora di coinvolgere la giustizia con i tempi secolari in cui si muove. Da subito farei visita ai vegliardi (mal invecchiati) ben munito di opportuna mazza da baseball!

Signor Presidente, queste le mie istintive reazioni genitoriali alla lettura di quanto riportano i mass media; l’ultima tristissima vicenda che La riguarda unitamente alla minorenne extracomunitaria (nipote presidenziale) in realtà una irregolare, neppure cittadina italiana. Il mio non vuole essere un giudizio, piuttosto la reazione di un padre. Non mi interessa sapere se e quante volte e quando Lei Signor Presidente, ha visto, incontrato, aiutato la giovane Ruby. Non me po’ fregar de meno. Trovo innaturale, sconveniente, immorale, inopportuno che un Signore di oltre settantanni, padre e nonno, organizzi feste a casa propria senza selezionare rigorosamente gli ospiti. Permetta cioè che persone minorenni si imbuchino… Io mia figlia ad Arcore non la manderei MAI.

Signor Presidente, è giusto che i giovani frequentino i giovani, gli anziani rimangano tra di loro. E’ sempre andata così, lo impone il buon senso e la civiltà latina (in altri Paesi ci sono altri usi e costumi). Signor Presidente, Lei è un vecchietto, si rassegni, non è una colpa neppure una disgrazia, anzi un privilegio arrivarci. Dovrebbe essere felice. Pensi solo a quanti non ci arrivano… Altra questione nella tristissima vicenda. Si legge che ha aiutato con del denaro la minorenne (nipote presidenziale). Gravissimo errore! Chi dà soldi, o fa la carità oppure è, nella migliore delle ipotesi, captatio benevolentia. Se è un gesto caritatevole, non andava fatto direttamente alla fanciulla. Presidente, doveva informarsi sui genitori e rivolgersi a loro. Vista la situazione nello specifico, cercare la Tutrice/Sorvegliante e trattare la questione a quel livello. Il fatto poi della telefonata in Questura, non so e non mi pronuncio.

L’altra sera in conferenza stampa da Bruxelles, Lei Signor Presidente ha detto, per giustificare piuttosto che chiarire, che per governare gli italiani sta conducendo una vita infernale e massacrante. Per una questione liberatoria e di «igiene mentale», ogni tanto organizza delle feste per divertirsi con donne varie e assortite. A casa sua può fare ciò che crede. Certo, se non fosse il Presidente del Governo del Paese! Cosa che sempre più frequentemente dimentica e, sa perché dimentica? Perché la Sua memoria è coerente con la Sua età. Coerente e onesta, la memoria, ogni tanto sbircia l’anagrafe! Mi conceda, Presidente Berlusconi, mica glieLo ha ordinato il geriatra di governare l’Italia! Lei si è proposto, molti l’hanno votata. Tutto ha un inizio, tutto ha una fine, c’est la vie, Monsieur Le President. Nessuno Le impedisce di fare un passo indietro e togliersi di torno. Lei ha detto che le case non Le mancano, ne ha ben venti tra cui scegliere.

Scelga.

Spiace solo constatare che ancora una volta, sull’altro versante politico, nebbia fitta, anzi la nebbia agli irti colle sale…


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un Silvio

    Silvio

    Supponiamo che il nostro compito sia di attraversare un fiume; non lo realizzeremo senza ponti né barche; fino a quando la questione del ponte o delle barche no... Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il buonsenso, la logica, i fatti, le opinioni, le raccomandazioni.

    buonsenso, logica, fatti, opinioni, raccomandazioni.

    E insomma, niente, si parla dell’accordo sindacale per lo stabilimento di Mirafiori firmato dalla FIAT (o meglio, dalla newco Fiat in joint-venture con Chrysler... Leggere il seguito

    Da  Idiotecabologna
    CULTURA
  • Un giudice

    giudice

    Il nomignolo di “Svastichella”, solo a leggerlo e a sentirlo, lascia di stucco. È il nome di un nazista ma anche il nome di un Giullare. Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Gli angeli del male: opinioni

    angeli male: opinioni

    Proponiamo il comunicato stampa di Carmine Abagnale. VALLANZASCA: FILM SPREGIUDICATO. VIOLATA LA MEMORIA DELLE VITTIME DELLA MAFIA Carmine Abaganle si unisce... Leggere il seguito

    Da  Maurizio Lorenzi
    CULTURA
  • Come valorizzare i beni culturali: le opinioni degli operatori

    Interessanti i risultati di questa indagine condotta da Forum PA su un panel di stakeholders (principalmente operatori pubblici e privati) sui principali... Leggere il seguito

    Da  Agnese Vardanega
    ARTE, CULTURA
  • Un libro

    libro

    Dopo una lunga vacanza dal mio blog è ora di ricominciare ad aggiornarlo un po'!Il metodo migliore è quello di iniziare con un piccolo capolavoro illustrato... Leggere il seguito

    Da  Milena Z
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Un libro...

    libro...

    Oggi niente recensione (ohhhhh!). Colpa del duro lavoro di editing su testi quali Polvere Eravamo ed Eva che, come potrete ben immaginare, hanno rubato molto... Leggere il seguito

    Da  Gloutchov
    CULTURA

Dossier Paperblog

Magazine