Magazine Ciclismo

Ottobre; l'editoriale.

Creato il 01 ottobre 2010 da Manuel
Ottobre; l'editoriale.
IMPORTANTE; Questo editoriale è basato sulle notizie fino alla serata del 30 settembre. Sono arrivate novità che complicherebbero la questione riguardante Alberto Contador, ma non sono state inserite come argomentazione nella stesura dell’articolo.
ALBERTO CONTADOR E’ UN CRETINO DA MEDAGLIA D’ORO, OPPURE UN FURBO DA POLE POSITION? CONSEGNATA AI POSTERI LA STORIA DELLA BISTECCA, RICORDIAMOCI CHE IN QUESTI ANNI IL DOPING HA PEDALATO FORTE PER PRENDERCI IN GIRO.
ATTENTI POI A COME E’ STATA GOVERNATA LA QUESTIONE DAL “SOSPETTATO”.
“Macelleria da Alberto” non è un brutto nome. Suona simpatico tipo: “Birreria da Andy; Open All Night!”. Questo finale di stagione non avrà come notizia principale chi sarà il Campione del Mondo 2010. La notizia arrivata ieri, è una bomba abbastanza forte per riempire le chiacchiere invernali. Ma visto che Alberto Contador rischia di correre la Vuelta solo nel 2013, vediamo di stabilire cosa è capitato, e soprattutto di capire perché “Matador” potrebbe pure cavarsela per il buco della serratura.
1) Che cos’è il CLENBUTEROLO?
È una sostanza che stimola il sistema nervoso centrale. È utile nella perdita di peso, per l’ipertensione, per l’asma e tra le altre cose anche per il mal di testa. È un brucia-grassi, senza il bisogno di essere supportati da cure dimagranti. Viene usato in dosi molto alte negli allevamenti del bestiame. Sopravvive alla cotture del cibo, e Alberto potrebbe basarsi su questo.
2) Perché Contador potrebbe cavarsela con poco?
Perché la quantità di sostanza trovata nel suo sangue è veramente ridicola per trarne dei vantaggi, ma anche perché la positività del ragazzo è emersa da controlli interni, dandone poi avviso all’UCI; o Alberto è un cretino da medaglia d’oro, oppure questo avvisare l’UCI potrebbe per assurdo girare a suo favore. Visto che poi la stessa UCI ha chiesto ulteriori approfondimenti al riguardo, cosa molto rara visto che di solito le squalifiche di questo ente scattano senza complimenti.
3) Lo spagnolo rischia 2 anni di squalifica?
Così dovrebbe andare, ma ricordiamoci la ridicola tiritera di Valverde, che ha corso due anni quando doveva farseli in poltrona. Ed in quel caso il ciclista iberico aveva negato fin dall’inizio, cosa che Alberto ha invece sbandierato in conferenza stampa.
4) Chi ci rimette di più?
In teoria Contador. Alla fine sarà ancora il ciclismo a farne di più le spese.
5) A cosa potrebbe aggrapparsi il campione spagnolo?
Non è stata l’UCI o la WADA ad avvisare l’Astana, ma il contrario. Questo è un fatto mai visto ad alto livello, e l’UCI non potrà non tenerne conto. Poi la quantità della sostanza trovata, paragonabile all’energia che ci vuole per fare uno starnuto.
6) Andy Schleck ha vinto il Tour?
Potrebbe finire proprio così ma, come scritto sopra, l’incertezza dimostrata dall’UCI può rivelarsi decisiva anche nell’altro senso.
7) L’UCI cosa potrebbe/dovrebbe fare adesso?
L’Unione Ciclistica Internazionale ha in mano una possibilità; cercare ancora in laboratorio le tracce di eventuali sostanze “coprenti”. In quel caso lo spagnolo dovrebbe ricevere una squalifica senz’ombra di dubbio. Ma per quello che l’UCI ha in mano in questo momento, forse siamo davanti alla possibilità di una squalifica leggera.
8) È difficile rintracciare una sostanza “coprente”?
Può essere una bella rottura di scatole, perché devi sapere cosa cercare. Esempio:
una persona vi dice di entrare in una stanza piena di attrezzi di ogni tipo, e che gli portiate l’attrezzo che gli serve. Ma non vi viene detto qual’è attrezzo di cui ha bisogno. Cosa capita? Probabilmente passereste davanti all’attrezzo 100 volte senza sapere cosa portare fuori dalla stanza.
Se la persona però vi dice che dovete entrare e cercare un martello, allora saprete cosa cercare. Entrerete in quella stanza e, se in questa benedetta stanza c’è un martello, lo troverete senza troppi problemi.
Ottobre; l'editoriale.
PER RICCO’ ANCORA FANTASMI E FORSE GUAI, PER IL CICLISMO AMATORIALE ANCORA IMBROGLIONI; Un’altro ciclista spagnolo potrebbe vedere in questo caso finita la sua carriera. Ezequiel Mosquera, arrivato 2° alla Vuelta dietro a Nibali, è stato trovato positivo ad un diluente del sangue. Diluire il sangue fa abbassare l’ematocrito. La favola di Mosquera alla Vuelta si è rivelata proprio una favola triste, nel senso di prestazione non vera e costruita a forza di fialette.
Ma quello che nemmeno a farlo apposta risalta, è che lo scalatore spagnolo doveva essere prossimo compagno di team per l’italiano Riccò. In più ci sono guai per il professionista Donato Cannone, compagno di team di Enrico Rossi, entrambi ex compagni di Riccò. Su Riccardo ho già espresso la mia idea con un’articolo di alcuni giorni addietro e per questo non ci torno troppo dentro.
Brutte notizie ancora dall’ambiente dei ciclisti della domenica; il vincitore della Maratona delle Dolomiti Michele Maccanti e altri 5 amatori (una donna tra loro) hanno subito perquisizioni dai NAS. Ritrovate porcherie in buone quantità; dall’EPO all’efedrina, dal nandrolone ai “vecchi” anabolizzanti.
Questo l’antipasto ciclistico che ci offre il mese di ottobre. Tra pochi giorni Ciclismo PST andrà in vacanza, e la cosa forse arriva al momento giusto, in tutti i sensi.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines