Magazine Rugby

Pampas e Bulls in finale della Vodacom Cup

Creato il 11 maggio 2011 da Rightrugby
Pampas e Bulls in finale della Vodacom Cup Lo scorso weekend si sono disputate le semifinali della Vodacom Cup sudafricana. Partiamo dalla fine: il torneo sarà conteso venerdì prossimo  da PampasXV argentini (in "casa") e i campioni uscenti, i Vodacom Blue Bulls di Pretoria.  I primi, mai sconfitti, hanno prevalso sui The Sharks XV per 41-26 al Profert Olen Park di Potchefstroom, venerdì scorso; i Pretoriani hanno battuto  con un 34-47 i GWK Griquas  sabato a Kimberley, competando una rincorsa inattesa.
La seconda è stata una semifinale combattuta: i Griquas hanno marcato cinque mete contro le quattro degli ospiti ma l'apertura  Marnitz Boshoff ha piazzato sei punizioni tre trasformazioni e un drop, totalizzando 27 punti personali. Le mete dei Bulls sono state marcate dall'ex capitano della nazionale Under-20  CJ Stander, dal nazionale Sevens  Sampie Mastriet, dal centro Stefan Watermeyer e dall'ex Saracens Juandre Kruger.  L'ala dei Griquas Rocco Jansen marcava la meta del primo tempo dei suoi, poi Earl Rose, Hendrik Roodt, Jandre Blom e Wilmaure Louw andavano in meta nella seconda parte. L'estremo Rudi Vogt piazzava nove punti.
Anche per i PampasXV non è stato tutto rose e fiori: dopo aver prevalso nei quarti di finale nell'extra time, stavolta sono riusciti a recuperare un deficit di 16-7  all'intervallo, marcando 5 mete nella seconda parte. Apriva le marcature Julio Cabello, trasformata dall'apertura Nicolas Sanchez. Nel secondo tempo l'ala Juan Imhoff (nella foto) segnava due mete, portandosi con 10 mete totali in testa alla classifica marcatori a parimerito con  JJ Engelbrecht di WP; le altre mete del secondo tempo erano marcate da  Nicolas Bruzzone, Joaquin Tuculet e Agustin Gosio, con Sanchez a piazzare 11 punti, 16 in meno del leader dei marcatori Lionel Cronje (95). Le due mete degli  Sharks sono state marcate da Rosko Specman e dall'ala Mark Richards nei minuti finali del match. Gouws Prinsloo piazzava 16 punti.  

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines