Magazine Politica

Partecipate della regione Toscana: per queste i soldi non mancano mai! M5S – Necessario un taglio agli sprechi, priorità ai servizi primari.

Creato il 25 maggio 2015 da Firenze5stelle @firenze5stelle

Partecipate della regione Toscana: per queste i soldi non mancano mai!

M5S – Necessario un taglio agli sprechi, priorità ai servizi primari.

Spending Review, il Governo continua a tagliare risorse alle regioni, ma la Regione Toscana non taglia gli sprechi, anzi aumenta partecipazioni a societá, fondazioni, organismi cooperativi, ex consorzi e associazioni.

Giá da un primo esame emergono dati incontrovertibili, manca una visione di insieme nella distribuzione delle risorse – poco orientate all’occupazione e al lavoro, marginalmente utilizzate a finanziare investimenti produttivi, spesso destinate ad aumenti di capitale e creazione di poltrone di tutti i tipi e grandezze.

Citiamo solo alcuni dati per chi non vuole avventurarsi nelle oltre 200 pagine della relazione 2013; sono23 le Società partecipate, 69 le “partecipate delle partecipate”, circa 137 poltrone nei CDA e oltre 80 quelle dei Sindaci revisori, a cui si aggiungono 21 partecipazioni a Fondazioni e “circa” 36 partecipazioni in cooperative e ex consorzi.

Ma veniamo all’occupazione nelle società a partecipazione regionale; 23 Dirigenti, ben 405 Quadri direttivi, 580 impiegati e  168 altri Addetti, insomma poco più di un migliaio di persone ( 53,9 mln di euro la spesa per il personale nel 2013) su centinaia di milioni di risorse pubbliche investite dalla Regione.

Tra queste spicca Fidi Toscana, la finanziaria della regione nata per il credito alle PMI Toscane ma che ad oggi produce perdite ingenti ( – 6,2 mln di euro solo nel 2013).

Fidi Toscana merita un approfondimento, la compagine dei soci vede la Regione Toscana con circa il46%, Monte dei Pachi di Siena, CR Firenze,BNL, Banco Popolare, CR San Miniato, CR Pistoia e Lucchesia, Fed. Toscana Banche di Credito Coop., Banca Popolare Etruria e Lazio che hanno un ulteriore circa 47%, ad Altri il rimanente 7%.

14 i membri del CDA e 5 i Sindaci revisori, nominati soprattutto da Regione e Istituti Bancari  hanno approvato la liquidazione di perdite per 20,34 ml nel 2013 e 12,23 ml nel 2012 al “sistema bancario”, cioè a se stessi ?

Ancora un dato, 4 Dirigenti, 10 Quadri direttivi, 62 Impiegati e 3 Altri; 79 persone di organico con unaproduzione annua pro capite di debiti pari a 78.528 € sul risultato di esercizio 2013.

Non ci stupisce che il Tesoriere del PD Francesco Bonifazi affiancato dalla attuale  Vice presidente Stefania Saccardi abbiano partecipato ad una iniziativa elettorale indetta dall’ente alla quale sono stati convocati i dipendenti.

Il “sistema” delle partecipate serve proprio a questo: poltrone e consenso elettorale.

Luca Sani   Candidato al Consiglio Regionale nella Circoscrizione Firenze 1


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :