Magazine Media e Comunicazione

Party Down! Un catering da star!

Creato il 06 aprile 2010 da Domenico Marotta
Party Down! Un catering da star!

Dal creatore di "Veronica Mars", Rob Thomas.

Party Down narra le (dis)avventure di sei artisti emergenti che, in attesa della gloria e del successo, per sbarcare il lunario lavorano presso un gruppo di catering a Los Angeles. Nella città degli angeli è più facile entrare nei giri giusti e farsi notare dal produttore di turno. I nostri artisti cercheranno di portare avanti il loro "American Dream" portando per il momento vassoi di champagne nelle feste di quelli che contano. Finalmente vediamo cosa si cela dietro il fantastico mondo del catering! Ci saranno dei graditi camei come Kristen Bell. Buona visione!

Certo è una trama mai vista fino ad ora nelle serie tv! Sarà interessante l'introspezione dei singoli protagonisti e il loro mondo fatto di audizioni e di "le faremo sapere grazie!". Raggiungere i propri obiettivi è difficile ma non impossibile! La determinazione di fare ciò che si ama rimanendo sempre con i piedi per terra. L'umiltà e la decisione di non smettere mai di sognare è la chiave di volta per il successo e per un giusto connubio tra le proprie aspirazioni e la realtà di tutti i giorni.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Facebook down

    Facebook down

    Da qui Non ci vado mai. Va di moda, e bisogna proprio averlo. Ma non ci vado mai. Quasi mai. Ci vado oggi per recuperare l'url del mio profilo per inserirlo... Leggere il seguito

    Da  Counter-Clock World
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, SOCIAL NETWORK
  • No burqa? Yes party!

    burqa? party!

    Un oste del Trevigiano ha affisso un cartello davanti al proprio locale per vietare l’ingresso a donne con burqa e niqab, indumenti tradizionali che travisano l... Leggere il seguito

    Da  Famigliacolori
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • “Tea Party” chiama “Lega Nord”

    “Tea Party” chiama “Lega Nord”

    Alcuni cartelli che possono essere visti nelle proteste dei “Tea Party”. Creativi e sgrammaticati hanno dato luogo ad un nuovo “slang” della lingua inglese... Leggere il seguito

    Da  Diarioelettorale
    CULTURA, LIFESTYLE, SOCIETÀ
  • Il primo book party palermitano

    primo book party palermitano

    Riceviamo e pubblichiamo il 23 aprile alle ore 20.30 al circolo arci Nzocchè (via Ettore Ximenes, 95) arriva, con la Navarra Editore, per la prima volta a... Leggere il seguito

    Da  Pupidizuccaro
    CULTURA, EVENTI
  • Every Time That I Was Down

    Io non sono una persona cattiva; la cattiveria implica, pur se orientato negativamente, un atto di volontà di sorta. Io sono una persona che non merita di esser... Leggere il seguito

    Da  Julesdufresne
    TALENTI
  • No ambulanza, no party

    ambulanza, party

    “Se un party non finisce con l’arrivo di un’ambulanza, non è un party a cui  valga la pena di partecipare”. Sembra questo il nuovo slogan che ha conquistato le... Leggere il seguito

    Da  Albix
    ADOLESCENTI, PER LEI, SALUTE E BENESSERE
  • (You gotta) Fight for you right (to Bloc Party)

    (You gotta) Fight right Bloc Party)

    I Bloc Party sono stati, almeno a insindacabile parere del proprietario nonché tiranno di questo blog, una delle band più interessanti e vitali dello scorso... Leggere il seguito

    Da  Cannibal Kid
    CULTURA, MUSICA