Magazine Informazione regionale

PAVIA. La Canottieri Ticino si aggiudica il Palio 2015

Creato il 15 giugno 2015 da Agipapress
PAVIA. La Canottieri Ticino si aggiudica il Palio 2015 PAVIA. Bis per la Canottieri Ticino che ieri sera si è aggiudicata la nona edizione del Palio del Ticino battendo le altre sei squadre che partecipano alla manifestazione: la Mandragola, la Motonautica Pavia, il Cus Pavia, il Circolo Culturale La Barcela, la Società Battellieri Colombo ed il Club Vogatori Pavesi. La “gara dei Barcè”, secondo regolamento del Palio, rappresenta il clou delle tre gare previste che si aprono con la corsa a staffetta lunga 800 metri nell’area compresa fra Ponte Coperto e Borgo Ticino, e quella del tiro con l’arco con il bersaglio posto sotto la statua della Lavandaia a 18 metri di distanza dal punto di tiro, posto sulla riva destra del fiume.
La somma dei punti conquistati in queste due gare, determina la partenza delle barche nella gara dei barcè. I barcè hanno due vogatori e partono dalla riva destra del fiume, uno dopo l’altro in base al minor punteggio conquistato nelle due gare precedenti, e si sfidano su un percorso della lunghezza di circa 800 metri con il traguardo sempre presso la statua della Lavandaia.
PAVIA. La Canottieri Ticino si aggiudica il Palio 2015E rispetto agli anni scorsi, ci sono state alcune differenze nel regolamento poiché gli organizzatori hanno inserito un meccanismo di penalità per le  prime due gare, 800 metri di corsa a piedi e tiro con l’arco, per meglio delineare lo schieramento di partenza della “gara sui barcè”. PAVIA. La Canottieri Ticino si aggiudica il Palio 2015 PAVIA. La Canottieri Ticino si aggiudica il Palio 2015La manifestazione, iniziata alle 10,30 con la consueta messa di benedizione e anticipata la sera precedente dalla Cena sul Ponte Coperto che ha proposto un menù di cucina tradizionale che ha impegnato tanti chef, ha registrato un importante riscontro di pubblico nonostante i violenti temporali scatenatisi sin dalle prime ore del pomeriggio e le previsioni meteo ancora più scoraggianti per la serata. "Non era scontato – ha commentato con soddisfazione Manuela Centinaio presidente dell’Associazione Palio del Ticino ricordando che ogni anno il Palio termina con una "doccia" per gli spettatori –. Da ormai 9 anni questo è un appuntamento imperdibile per i Pavesi ed è giusto che sia così: siamo a Pavia è queste manifestazioni devono essere dei cittadini". Ai vincitori è stato consegnato dal sindaco Massimo Depaoli il tradizionale drappo, realizzato dall’artista Ada Eva Verbena. a cura di Serena Baronchelli e Miriam Agili

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog