Magazine Politica Italia

Pavia: Punta Est, l’inchiesta sull’abuso edilizio porta in carcere il professore e l’imprenditore e il nuovo PGT non fa chiarezza

Creato il 07 febbraio 2013 da Antonioriccipv

E’ da inizio ottobre del 2011 che chiediamo chiarezza per gli appartamenti di Punta Est.

Pavia: Punta Est, l’inchiesta sull’abuso edilizio porta in carcere il professore e l’imprenditore e il nuovo PGT non fa chiarezza

Il piano regolatore attribuiva a quel lotto, denominato ‘Punta Est’, una destinazione d’uso per servizi universitari e quindi laboratori universitari, attività museali, servizi alla persona, mense, foresterie e residenze universitarie e invece stavano nascendo  78 appartamenti di lusso che erano stati pure messi in vendita sul libero mercato.

La procura indaga e sequestra il cantiere.

Ora si arriva a due arresti.

I carabinieri in collaborazione con la guardia di finanza hanno arrestato Angelo Bugatti, professore della facoltà di Ingegneria dell’Università di Pavia e presidente del corso di laurea in Ingegneria Edile e Architettura.

In manette anche l’impresario edile Dario Maestri, a cui sono stati concessi i domiciliari.

Angelo Moro, dirigente del settore Urbanistica del Comune di Pavia, è stato invece sospeso dal servizio.

Tutti sono ritenuti responsabili di corruzione, falso e altri reati.

Il nuovo PGT prevede per il lotto Punta Est un’area di servizi (discrezionalità massima).

Chiediamo al sindaco e all’assessore di spiegarci cosa si intende per servizi.

Sicuramente non possono essere appartamenti da vendere sul libero mercato e neppure case popolari sono servizi.

Il rischio che corre Pavia e tutti i suoi cittadini è di avere un’area con costruzioni che restano non completate ed abbandonate.

E’ stato poi arrestato il docente che ha gettato le basi del PGT di Pavia. Il dirigente all’urbanistica è indagato e sospeso.

Ma che politica è quella che non si è accorta di nulla neppure da quando sono partite le contestazioni e le denuncie.

Ai posteri l’ardua sentenza, che così ardua non è.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine