Magazine Maternità

People watching: lo stai facendo male.

Da Mafalda1980 @mafalda1980
Ho una specie di gastroenterite da venerdì scorso.
Gira, dicono.
Il pranzo di Pasqua non ha aiutato, soprattutto perché credo di aver somatizzato una situazione che mi ha fatto star male.
Eravamo al ristorante, e al tavolo accanto al nostro c'erano sei commensali, tre uomini e tre donne.
Gli uomini sembravano usciti da un episodio dei Soprano.
Delle tre donne, una era una Carmela giovane, un'altra una donna normale, la terza, dall'età indefinibile, aveva ghiaccio negli occhi, occhi su un volto scavato, una parrucca in testa (o forse erano solo delle brutte extension), una testa apparentemente enorme su un corpo di trenta chili, vestito di nero con una giacca rossa.
Aveva un cane con sé, un piccolo Pinscher marrone, a fornirle l'alibi per non toccare cibo, sempre che a qualcuno importasse qualcosa. Appena arrivava un piatto, tac, lei prendeva il cane e usciva.
Il mio mal di stomaco cresceva a ogni portata, non per lei ma per chi la accompagnava.
Nessuno dei cinque ha provato a fare niente.
Se la missione di quella donna era diventare trasparente, ci era riuscita appieno.
So che partner e amici non possono diventare infermieri, ma un minimo di interessamento è semplicemente umano.
Invece, nulla.
Poi io sono scema, perché mi logoro per degli estranei che probabilmente non rivedrò mai più.
Nella mia vita alternativa mi sono alzata, ho preso l'uomo che accompagnava la donna dalla giacca rossa per il bavero, gli ho dato un ceffone e gli ho intimato di fare qualcosa per salvare la vita di quella persona.
Invece non ho fatto niente.
Poi magari sono solo mie seghe mentali, ma... ma... quella totale non curanza del fatto che lei non toccasse cibo mi ha fatto male, forse perché in modo marginale ci sono passata anch'io.
Devo imparare a fregarmene.
O forse no.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines