Magazine Cultura

Pinocchio 2112, di Silvio Donà

Creato il 08 aprile 2011 da Libriconsigliati
Pinocchio 2112

Pinocchio 2112

Titolo: Pinocchio 2112

Autore: Silvio Donà

Editore: Leone editore
Pagine: 176
Prezzo: € 15,00
Pubblicazione: novembre 2009
ISBN: 978-88-6393-019-1

Valutazione Libriconsigliati: apprezzabile.


Il passato è qualcosa che si tende a considerare scontato: è alle nostre spalle ma, come l’ombra che il sole disegna con il nostro corpo, sempre presente. Il passato non ci può essere rubato e, soprattutto, non c’è nessuno che possa venderlo. È ciò che rende il presente degno di essere vissuto e il futuro immaginabile. Il passato siamo noi.

In Pinocchio 2112, romanzo di Silvio Donà pubblicato dalla Leone Editore, il passato è invece qualcosa che non appartiene più agli uomini, ridotti a vivere nel sottosuolo della Terra, in un mondo dove la teoria hobbesiana dell’homo homini lupus è diventata l’unica legge attuabile. In questo universo anamorfico privo di luce, bloccato in un presente che è effimero ed eterno al tempo stesso, si muove Angelo, un cercatore di passato, un cercatore di libri, merce rara e preziosa perché specchio di una realtà che non esiste più. Una realtà dove era ancora possibile sentire il sole sulla pelle, dove era possibile sognare. Una realtà di cui rimangono spiragli solo nei libri, pochi, introvabili, per cui i ricchi criminali del sottosuolo sono disposti a pagare molto. Per il più potente di questi, Scipione Rega, il Cercatore dovrà andare a caccia di qualcosa di speciale, di unico; un dono, che lo porterà a riscoprire, in questo universo subumano, tutta la sua humanitas dimenticata.

L’intera struttura narrativa del romanzo di Silvio Donà è basata sulla dialettica dei contrasti ed è proprio da questo elemento che scaturisce l’ambientazione fantascientifica della storia e il suo significato. La realtà, in Pinocchio 2112, si è completamente capovolta: l’ambiente esterno è nocivo, tossico, mortale mentre l’interno del pianeta brulica di vita. Ma anche in questo caso ci troviamo di fronte a una situazione capovolta, poiché la vita è diventata sopravvivenza, la criminalità è diventata legge, l’umanità disumanizzata e il tempo completamente annullato. Solo i libri e tutto quello che è legato alle storie contenute nei libri (sogni, speranze, sentimenti) possono riportare la realtà a quello che dovrebbe essere e restituire ad Angelo ciò che l’umanità ha perduto: la dimensione dell’uomo. I libri di cui il Cercatore va a caccia sono, quindi, il sentiero che conduce l’uomo alla riscoperta dell’Io; un Io non più annullato e abbruttito dalle droghe e dalla vita miserabile ma ricostruito completamente grazie all’amore. Per un bambino e per una donna. Lucignolo, il fanciullo che Angelo curerà come un figlio, ed Eva, la donna di cui si innamorerà, non sono semplicemente due personaggi funzionali alla storia ma anche simboli dai molteplici significati: dell’amore, della speranza nel futuro che annulla l’eterno presente, della possibilità di sognare.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Pinocchio a Trieste...

    Pinocchio Trieste...

    Per la prima volta a Trieste lo spettacolo di burattini "Pinocchio: le avventure di un sognatore" portato in scena dal Teatro Umbro dei burattini, andrà in scen... Leggere il seguito

    Da  Icocaits
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Libero Sfogo - Pinocchio - il grande Musical.

    Stavolta voglio parlarvi di una commedia musicale che ha ormai qualche annetto: Pinocchio "dei Pooh".Al momento della sua uscita ero molto scettico; il nome... Leggere il seguito

    Da  Barono
    CULTURA, PALCOSCENICO
  • Cristina Donà - Miracoli - Video Testo

    Cristina Donà Miracoli Video Testo

    Il primo singolo di Cristina Donà dall'album "Torno A Casa A Piedi"(in vendita dal 25 gennaio 2011) si intitola "Miracoli".La cantautrice folk-rock ci rallegra... Leggere il seguito

    Da  Lesto82
    CULTURA, MUSICA
  • Pinocchio... una storia nella storia

    Pinocchio... storia nella

    Nani Tedeschi è nato a Cadelbosco Sopra (Reggio Emilia) nel 1938. Dal 1964 ha partecipato ad importanti rassegne nazionali (Biennale di Venezia, Triennale di... Leggere il seguito

    Da  Catone
    CULTURA
  • Un Silvio

    Silvio

    Supponiamo che il nostro compito sia di attraversare un fiume; non lo realizzeremo senza ponti né barche; fino a quando la questione del ponte o delle barche no... Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Cristina Donà

    Cristina Donà

    Da pochi giorni è uscito il nuovo disco di quella che io considero la migliore cantautrice italiana: Cristina Donà. Mi sembra un'ottima occasione per... Leggere il seguito

    Da  Ceppo
    CULTURA, MUSICA

COMMENTI (3)

Da Antonello G.
Inviato il 14 maggio a 16:35
Segnala un abuso

Un bel romanzo, ben scritto e pieno di colpi di scena. Ci si appassiona subito e si corre di pagina in pagina per vedere come va a finire. Un esordiente che scrive molto bene. Una bella novità nel panorama un po' desolante della fantascienza italiana.

Da Sci-Fi forever
Inviato il 15 aprile a 10:57
Segnala un abuso

Chi ha detto che non c'è buona fantascienza italiana?

Da Lucignolo
Inviato il 09 aprile a 16:07
Segnala un abuso

Accattatevill stu Pinocchio 2112 perchè è bbello assai ;-)