Magazine Arte

Private Spaces

Creato il 12 gennaio 2010 da Giulitam
Private Spaces
Ieri si è tenuta la serata conclusiva del progetto Private Spaces che ha impegnato i miei ultimi 4 mesi.
E' stata una bellissima serata; ringrazio tutti quelli che hanno partecipato all'evento e poi la prof. Cornelia Lauf, Mara Ambrozic, Roberto Cesaro, Tiziano Scarpa, Tommaso Speretta, Sacar, Lala e Silvia Basso.
Grazie!
PRIVATE SPACES
a cura di Silvia Basso e Giuliana Tammaro
Venezia corre il rischio di diventare Parco Divertimenti per masse di turisti che ignorano i problemi di una città unica come questa, contribuendone al declino come luogo di Vita Vera. Private Spaces è una performance che sconvolge il normale processo di fruizione dello spazio pubblico. Invitare i turisti a visitare un appartamento privato, collezionarne il ricordo in forma di fotografia, allestire una mostra dei materiali raccolti in uno spazio che fu privato e che ora si apre al pubblico, offrire una cena tipicamente veneziana: Riso basmati con verdure Tapsy o bocconcini di carne, leggere della città attraverso gli occhi di uno scrittore che a Venezia ha visto i natali.
Private SpacesLe foto scattate ai turisti nel nostro appartamento ed incorniciate come fossero family pictures.
Private SpacesIl reading di Roberto Cesaro
Private SpacesLa cena cucinata per noi da Sacar e Lala del Mi e Ti, cicchetteria kurda di campo Santa Margherita (Ve)

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines