Magazine Curiosità

Quando gli ufo spaccano il minuto…

Creato il 08 novembre 2011 da Divilinux @divilinux

Quando gli ufo spaccano il minuto…

Tra i tanti video ufologici cuoriosi, e sopratutto molto falsi, ne ho scovato uno che proviene dal Brasile (e non potevo emigrare in un paese migliore per gli avvistamenti). Niente alieni che fanno stretching questa volta ma fenomeni visivi fuori dal normale, stando alle numerose testimonianze.
Nel quartiere Distrito de Bonfim in Rondonia (Nord del Brasile) ogni giorno, da più di 15 anni, ai bordi della strada appaiono luci misteriose sempre allo stesso orario.

Recentemente il caso è stato oggetto di alcune indagini più dettagliate che hanno permesso di recuperare un pò di materiale interessante. Un’abitante della zona, Cleide de Oliveira, racconta ai microfoni dettagli sulla notte dell’incontro con queste strane luci. Vi traduco brevemente dal portoghese:

Arrivando là noi abbiamo potuto confermare la presenza della luce. Era poco distante da noi. Ci siamo avvicinati e dopo lei è riapparsa nuovamente. Quindi ci siamo avvicinati ancora di più. Quando è apparsa per la terza volta era come se un’altra luce spuntasse dalla foresta per inseguirla. Ad un certo punto entrambe le luci sono sparite una dietro l’altra. Così ho pensato “andiamo a prendere il camion per avvicinarci ancora”. Quando abbiamo iniziato la discesa la luce si è messa a brillare come un Sole sopra la mia testa. Ho pensato di poterci passare in mezzo accelerando, con grande terrore delle mie amiche, ma all’improvviso è sparita sotto terra. Sono sicura che non si trattasse di fari di macchine o motociclette perchè ho visto coi miei occhi quella luce sprofondare. C’è sicuramente qualcosa di misterioso in questa vicenda.

Secondo gli abitanti di 7ª Linha do Iata, il fenomeno luminoso in cielo è pressochè costante. Molti credono che si tratti di dischi volanti. Il mese scorso una equipe della TV Guajará Canal 3, è stata in quel locale accompagnata dalla Polizia Civile e il fenomeno è stato registrato dal cameraman Rilmo Dantas.

Anche il reporter João Teixeira, del sito Guajaranoticias, accompagnato da un funzionario di Rádio Guajará FM 93,7, Cristiano Martins e da altre presone, è partito alla volta del luogo dell’avvistamento per poter vedere da vicino questi oggetti ancora non identificati. Durante la “battuta di caccia” sono state anche scattate alcune foto a queste “bolle di fuoco”.

In base alle dichiarazioni del reporter, si riesce ad intendere la natura misteriosa del fenomeno.

Al momento dell’apparizione avevamo la sensazione che l’oggetto venisse incontro a noi. Le persone del gruppo si sono messe a correre in direzione della luce ma quando sembrava che l’avessero raggiunta questa è sparita ai bordi della strada, tra gli alberi della foresta.
Si manifestano sempre tra le 18:30 e le 20:00 e dopo la Mezzanotte.

Quando gli ufo spaccano il minuto…Quando gli ufo spaccano il minuto…

Tutto comincia con una luce fioca nell’oscurità ai margini della strada. Poco a poco la “palla” aumenta di dimensioni e cambia colore. A volte sembra immobile altre sparisce di nuovo nella foresta. Alcune leggende narrano di un automobilista che aveva sofferto un incidente in passato proprio nel luogo delle apparizioni luminose. Altre invece sono legate alla famosa “mãe do ouro”. Anticamente era abitudine seppellire l’oro e le anime di chi non rivelava (in vita) il posto esatto del tesore erano destinate a vagare eternamente per il Mondo.

Non ne sono del tutto convinto, ma queste minuziose testimonianze e la ciclicità dell’evento (sempre alla stessa ora) fanno pensare ad un fenomeno naturale, tipo qualche insetto della famiglia Lampyridae (ce ne sono circa 2000). Le classiche lucciole delle notti d’estate.

La luce emessa da questi insetti è dovuta all’ossidazione del substrato fotogeno luciferina ad ossiluciferina, che avviene in presenza di ossigeno grazie alla catalisi operata dall’enzima luciferasi.
Alcuni segmenti addominali, generalmente gli ultimi, sono trasparenti sul lato ventrale e riccamente percorsi da trachee e tracheidi che conducono l’ossigeno necessario alla reazione di ossidazione. Regolando il flusso dell’aria l’insetto può regolare la frequenza del lampeggiamento.

Si tratta di una luce fredda, la cui lunghezza d’onda oscilla fra i 500 ed i 650 nanometri. L’intensità invece varia a seconda delle specie.
L’emissione luminosa è presente sia negli adulti che nelle larve. Negli adulti la funzione è collegata all’ accoppiamento: i maschi, infatti, emettono segnali ritmici luminosi, cercando di attirare l’attenzione delle femmine, che a loro volta emettono luce a ritmi differenti. L’intensità invece varia a seconda delle specie. Anche le uova sono luminescenti.



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazine