Magazine Media e Comunicazione

Rai 1: Gerardo Greco e Laura Chimenti conducono la quinta edizione del "Premio Biagio Agnes"

Creato il 29 giugno 2013 da Nicoladki @NicolaRaiano

Dall’incantevole scenario della Certosa di San Giacomo di Capri, Gerardo Greco e Laura Chimenti conducono la quinta edizione del Premio Biagio Agnes, il riconoscimento internazionale del giornalismo promosso e organizzato dalla Fondazione Biagio Agnes e presieduto da Simona Agnes. L'evento verrà trasmesso stasera alle 23.15 su Rai1. 
A ricevere il riconoscimento saranno grandi nomi del giornalismo nazionale ed internazionale quali, Mario Cervi (Premio alla carriera), John Lloyd (Premio Internazionale), Francesco Verderami (Premio per la carta stampata), Marcello Masi (Premio per la televisione), Eduardo Montefusco (Premio per la radio), Pasquale Cascella (Premio comunicazione istituzionale), Raffaele La Capria (Premio giornalista scrittore), Angelo Maria Perrino (Premio nuove frontiere del giornalismo), Costanza Calabrese (Premio giovani under 35) e Duilio Giammaria (Premio speciale).
Un Premio speciale è stato, inoltre, assegnato alla Libertà di Piacenza, quotidiano locale che quest’anno compie 130 anni; all’agenzia di stampa Adnkronos, per i suoi 50 anni di attività; a Padre Ibrahim Faltas, economo custodiale e parroco di Gerusalemme e a Monsignor Dario Edoardo Viganò, Direttore del Centro Televisivo Vaticano.
La Giuria ha deciso, inoltre, di conferire una Menzione speciale a Giovanna Chirri, vaticanista dell’Ansa e a Romana Liuzzo, caposervizio di Panorama. Per lo spirito che anima la Fondazione Biagio Agnes, quest’anno è stata istituita per la prima volta una Borsa di studio, assegnata a Francesco Antonio Grana. Ad arricchire la serata alcune tra le voci più interessanti della musica italiana: Paolo Belli, Annalisa, Rosalia Misseri, Ilaria Porceddu. Sono previsti inoltre momenti di musica con la violinista Roberta Nitta e di danza con i ballerini Raimondo Todaro e Samanta Togni. Autori della serata Giancarlo De Andreis e Lucia Leotta. La regia e’ di Marisa Vesuviano.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog