Magazine Cucina

Rassegna "Rosso Aglio e Bianco Sale 2011"...

Da Marcellovalentino
Dibattiti, degustazioni e diversi incontri sono avvenuti lo scorso fine settimana, in provincia di Trapani, durante la rassegna dedicata all’aglio rosso di Nubia e al sale, alla loro produzione e agli utilizzi in cucina. E' stata un'importante occasione per dare alla riserva delle saline trapanesi e Paceco una vetrina qualificata tra operatori, turistici e organi di informazione. Degustazioni di ricette a base di aglio, mostra-mercato di prodotti tipici, conferenze, momenti di spettacolo hanno caratterizzato il programma della manifestazione che ha unito cultura, tradizioni e sapori del territorio di Paceco.
La rassegna ha avuto luogo nella sede del Museo del Sale di Nubia e in tutta la riserva naturale orientata della saline di Trapani e Paceco gestita dal WWF: una location davvero speciale che è inebriata dai profumi dell’aglio rosso di Nubia, presidio slowfood, protagonista per la promozione del territorio e la riscoperta dell’enogastronomia tipica. Esperti nutrizionisti, agricoltori e chef hanno presentato e illustrato le caratteristiche dell’aglio, le tecniche di lavorazione e aneddoti su questo prodotto. Si sono alternerati laboratori sul pesto alla trapanese, e visite guidate alla Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco (a cura del WWF), al Museo del Sale e alla Torre di Nubia. Altro protagonista dell’evento è stato il sale delle suggestive saline: infatti a cura dei salinai di Nubia si è svolto una tradizionale raccolta manuale del sale accompagnata dai tradizionali canti salinai, con grande successo tra i numerosi turisti presenti e anche presso la popolazione locale che  da tempo immemorabile non assisteva ad un tale spettacolo.
Da sinistra: Paolo Salerno, Lionello Nuccio, Marcello Valentino, Mario Bianco, Gianni Zichichi, Francesco Pinello e uno dei raccoglitori di sale.

Inoltre, domenica sera alle 22 è andata in scena la simpatica gara di pesto al mortaio dove, insieme ad altri chef e grandi 
gourmet, abbiamo dato vita a un 
simpatico siparietto. Durante l'esibizione sono state coinvolte migliaia di persone 
che alla fine hanno potuto gustare i 
nostri pesti realizzati al momento. Naturalmente, gli elementi base, per creare le varianti di pesto, sono stati proprio l'aglio rosso di Nubia e il sale trapanese.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine