Magazine Cultura

Recensione - Alis Grave Nil di Barbara Schaer

Creato il 09 dicembre 2013 da Cristina
Recensione - Alis Grave Nil di Barbara Schaer

Titolo: Alis Grave Nil
Autore: Barbara Schaer
Prezzo: 0,89 ( Ebook )
Pagine: 407
Amazon |

Trama:Sara è pronta per un altro giorno della sua solita vita. La scuola, i dispetti della sorella Reb, le malignità delle vecchie amiche e la certezza di non contare granchè. E' sicura che l'amore non faccia per lei e che le favole siano solo invenzioni per sognatrici. Ma proprio quel giorno, in un incontro tutt'altro che casuale, conosce Eric. Bellissimo e misterioso, protettivo e minaccioso, Sara intuisce che Eric è decisamente più che un ragazzo normale, ma quello che proprio non può immaginare è che la loro storia sia cominciata molto prima di incontrarsi e che le parole latine tatuate sul suo braccio nascondano un inquietante segreto... Senza curarsi di quanto il principe si confonda pericolosamente con il cacciatore, Sara dovrà lottare con tutta se stessa per opporsi alle forze oscure che minacciano di separarli per sempre e far vivere l'amore da fiaba che ha sempre desiderato.

Recensione - Alis Grave Nil di Barbara Schaer“Esattamente non capivo cosa generasse quella sensazione, più che altro si trattava di qualcosa di istintivo. Una percezione, una sensazione. Il suo aspetto non smetteva di rassicurarmi, nonostante gli occhi fossero quasi invisibili nel buio della sera e la pelle rilucesse anche in penombra. Sapere che voleva uccidermi non mi sconvolgeva quanto avrebbe dovuto, forse era quello a farmi davvero arrabbiare” - Da Alis Grave Nil di Barbara Schaer
Vi dico sin da subito che personalmente non ho mai letto nulla con soggetto "angeli", quindi il romanzo d'esordio auto pubblicato da Barbara (che ringrazio per avermi inviato copia dei suoi romanzi) e' stata una sorpresa sotto questo punto di vista.La storia a tratti ricorda un po' la classica fiaba di Cenerentola, che ci viene raccontata sin da bambini, con le immancabili sorellastre senza scrupoli e una protagonista a cui non ne va giusta una, a cui non restano altro che i sogni e l'attesa del principe azzurro, il tutto contornato da quel tocco urban fantasy in piu'.La protagonista di nome Sara e' una giovane ragazza che a soli 16 anni si trova a fronteggiare la perdita di entrambi i genitori morti in un incidente stradale, rimanendo cosi' orfana dai genitori ma con una sorella odiosa di nome Reb. Insicurezza e bassa autostima l'accompagnano giornalmente e certo la bellissima sorella diabolica-ruba fidanzati pronta a deriderla, incolparla per la morte dei genitori e metterla continuamente in secondo piano, non giovano per nulla. Un'incontro le cambierà inaspettatamente la vita, che sia stato il destino a volerla in vita, nonostante il tragico incidente a cui ha preso parte insieme ai genitori, uscendone come sola indenne sopravvissuta? O c'è di più?
“Dovremmo essere sussurri che vi indicano il cammino più giusto da percorrere, custodi dell'equilibrio dell'universo. Ma a molti di noi questa sembra una schiavitù, quindi cadiamo. Una parte della nostra anima ci sfugge e noi diventiamo materia. Meno forti, meno potenti. Quasi umani.»” - Da Alis Grave Nil di Barbara Schaer
Angeli caduti, arcangeli dalle ali bellissime, clan misteriosi, colpi di scena, meschinità e insicurezze che accomunano anche noi comuni mortali, incorniciano in maniera curiosa tutta la storia e dall'altra parte abbiamo anche un'amore ben equilibrato, che da' spazio ai sentimenti e la passione senza finire nel mieloso e l'eccessivo, lasciando in aria una perenne suspense che si scioglie solo verso il finale.Il protagonista maschile, Eric, ve lo lascio scoprire da soli, perché questo e' stato per una Me ignara, una continua e piacevole scoperta.Ho apprezzato molto lo stile fluido dell'autrice, purtroppo nonostante la storia si legga senza intoppi non sono riuscita ad essere coinvolta e risucchiata dagli avvenimenti e sentimenti cosi' come avrei voluto fosse.Non avendo termini di paragone vi dico che la trama in se' mi e' piaciuta, nonostante forse i pensieri continui di Sara riguardo all'amore e le sue insicurezze dopo un po' siano ripetitivi, ci sono stati momenti in cui dimenticavo di star leggendo di angeli o un amore soprannaturale, o di leggere somiglianze con i ormai conosciuti vampiri (vedi voce brillare) per ricordarmi poco dopo che qui stiamo parlando di arcangeli con le ali e angeli caduti, per fortuna è stata solo una sensazione passeggera, che se n'è andata subito. Ah, e comunque avrei spesso voluto prendere a schiaffi la sorella Reb.La tensione tra i protagonisti e' palpabile, ma non aspettatevi nulla di scontato, perché il loro rapporto, fatto di un continuo rincorrersi, e' stata una sorpresa al momento dell'epilogo."Alis grave nil" tradotto dal latino come "Nulla e' pesante per chi ha le ali" e' stata un'altra delle cose che mi sono piaciute del romanzo. Non ne sapevo il significato e ne sono stata piacevolmente colpita.
“Era più semplice così l'amore, era più facile se non gli si dava importanza, se rimaneva una piega sottile dell'anima, qualcosa di superficiale, un'attrazione veloce e passeggera.”- Da Alis Grave Nil di Barbara Schaer
Sono molto curiosa di leggere anche il secondo romanzo auto pubblicato da Barbara, "Onislayer" per riuscire a conoscerla di più, e confido nel tratto sicuro della sua scrittura già dimostrato in "Alis grave nil".
Ero molto indecisa sulla votazione da dare, ci sono stati punti per me che meritavano le 4 stelline, altri che mi sono piaciucchiati un po' meno, in conclusione un bel 3,5 se lo merita appieno!

Recensione - Alis Grave Nil di Barbara Schaer

Voto: 3,5/5



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines