Magazine Cultura

Recensione: "awakened"

Da Blake16 @Blake_165
"Awakened" di P.C. & Kristin Cast:
RECENSIONE: Lo ammetto: da quando Heath è morto, mi sento come svuotata. Stavamo insieme da sempre, da prima che io ricevessi il Marchio e diventassi la famosa Zoey Redbird, la novizia vampira più dotata della Storia. È per questo che volevo accettare la proposta di Sgiach - la regina dei Guerrieri - di restare per sempre sull'isola di Skye. Credevo infatti che solo in quel posto sperduto sarei riuscita a dimenticare il dolore. Poi, però, Stevie Rae mi ha contattato per riferirmi una notizia sconvolgente: uno dei nostri migliori amici è morto. Sebbene non possa dimostrarlo, lei è certa che sia stato ucciso da Neferet. Purtroppo nessuno le crede: in effetti, chi sospetterebbe della Somma Sacerdotessa della Casa della Notte di Tulsa? Tuttavia io so di cosa è capace quella vampira: è talmente malvagia da essersi perfino alleata col Male personificato! Devo farmi forza. Ho già perso le due persone che più mi stavano a cuore, non posso permettere che accada di nuovo. Tornerò a casa e combatterò. Perché, altrimenti, tutti i vampiri cadranno vittima di Neferet e il mondo sprofonderà nel caos...  
*** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***
Cosa penso:
GIOVANI ADULTI… CRESCONO???
Dopo essermi tolta il pensiero di Burned, ho potuto apprezzare Awakened un tantino di più.
Purtroppo, e credetemi capisco il perché, le autrici non hanno più lasciato la “polifonia” come stile narrativo, quindi il lettore passa dalla prima persona di Zoey, alla terza persona di tutti gli altri personaggi… è vero sì, che si ha una “panoramica” a 360 gradi della storia; è vero sì, che abbiamo una visione più “nitida” dei pensieri di tutti i personaggi che compongono la serie… ma lo stile narrativo della prima persona presente nei primi libri della serie, dove la voce narrante è una sola, Zoey, la preferisco di gran lunga poiché mi ha fatto entrare appieno nella storia… la lettura di quei primi libri procedeva spedita e mi sono ritrovata all’ultima pagina senza che me ne accorgessi il ché mi è anche dispiaciuto, perché avrei preferito che il racconto non finisse mai…
… adesso mi ritrovo spesso a sbuffare e a contare le pagine dei capitoli dedicati ad altri, soprattutto quelli con Stevie Ree, e a dovermi tenere le palpebre alzate per evitare che mi cada il libro sul naso e rimediare così una bella frattura al setto nasale.
Detto questo, uno sfogo personale dopotutto, andiamo al romanzo in sé…
MI E’ PIACIUTO!!!
 
Soprattutto perché i personaggi si stanno evolvendo in una maniera tale da far pensare che la fascia di riferimento a cui “inizialmente” la serie era dedicata stia cambiando…
GIOVANI ADULTI… CRESCONO?
Sembrerebbe proprio così!!!
Nel romanzo sono presenti scene che rasentano lo stile della Hamilton… ok ok forse ho un po’ esagerato… ma zia Laurell ancora la zoofilia non l’ha inclusa nei suoi “peccaminosi” romanzi!!!
E quindi ritroviamo una Zoey pronta a fare il grande passo con Starkooohhh Stark!!!… il che avviene sotto un grande albero nella foresta incantata dopo che lei fa dei pensierini maliziosi su cosa indossi sotto il kilt il suo ragazzo…
MAMME!!! COPRITE GLI OCCHI AI VOSTRI FIGLI!!!
… e poi ancora nelle loro stanze… e qui diventa un menage a trois… infatti, si intromette Kalonaooohhh Kalona!!!… il quale ha instaurato una connessione con Stark, stabilita nell’aldilà dopo che quest’ultimo viene riportato in vita da un pezzo d’immortalità che Kalona è costretto a cedergli come prezzo da pagare a Zoey per aver ucciso Heatooohhh Heat!!! (eventi narrati in Burned).
Infine per chiudere in bellezza il libro ecco che i due piccioncini ci riprovano ma vengono interrotti dalla veemenza di Stark… sempre “mezzo”posseduto da Kalona.
Riguardo alla “zoofilia” lasciamo posto ai grandi… o alla Somme Sacerdotesse pazze e masochiste con una predilezione per i tori bianchi con sgargianti occhi colo rubino.
Ebbbbbrava Neferet!!!
Insomma, per chi si accingerà a leggere questo ottavo libro della serie House of Night si potrà aspettare di tutto e di più…
- Gli accenni alle protagoniste di altre serie famose… da Sookie Stackhouse ad Anita Blake;
- Benedizioni da parte della dea Nix;
- Trasformazioni di ragazzi-corvo in umani… bé… solo uno in realtà;
- Omaggio… almeno per me, visto che lo svolgersi degli eventi me l’ha ricordato… al film Ladyhawke quello dove la protagonista di giorno era un falco e di notte una splendida donna interpretata dalla bellissima Michelle Pfeiffer… qua non si tratta di un falco, ma di un corvo e non si tratta di una donna ma di un bellissimo ragazzo indiano…
… e tanto, tanto altro ancora.
È inutile ripetermi sulla bravura delle autrici, ho già detto tutto nelle precedenti recensioni…
Però più vado avanti e più mi accordo che di certi elementi, fatti, situazione, si poteva benissimo fare a meno… come mi ha fatto notare una mia amica blogger… GRAZIE SAYA!!!… due o tre libri potevano essere sintetizzati e uniti senza che i fatti salienti venissero meno.
Dal canto nostro avremmo risparmiato tedio… tempo e… soldi!!!
Nonostante tutto…
CONSIGLIATO!!!

L'ho letto il... 23 Novembre  2011GIUDIZIO:RECENSIONE:

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Recensione: "red"

    Recensione: "red"

    "Red" di Kerstin Gier:Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di... Leggere il seguito

    Da  Blake16
    CULTURA, HORROR, LIBRI
  • Recensione: "blue"

    Recensione: "blue"

    "Blue" di Kerstin Gier:"Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Leggere il seguito

    Da  Blake16
    CULTURA, HORROR, LIBRI
  • Recensione: "green"

    Recensione: "green"

    "Green" di Kerstin Gier:Che si fa quando si ha il cuore spezzato? Si telefona alla migliore amica, si mangia cioccolato e ci si macera nel proprio dolore. Leggere il seguito

    Da  Blake16
    CULTURA, HORROR, LIBRI
  • Recensione: Crank

    Recensione: Crank

    di Ellen HopkinsListino: € 16,00Editore: FaziData uscita: 28/04/2011Pagine: 400, brossuraLingua: ItalianoTraduzione: Velia FebruariGeneri: raccolte di poesia... Leggere il seguito

    Da  Annalisaemme
    CULTURA, LIBRI
  • Recensione: Fido

    Recensione: Fido

    Andrew Currie dopo aver già affrontato l'argomento morti viventi nel suo cortometraggio Night of the Living ci regala Fido, interessantissima pellicola... Leggere il seguito

    Da  Zombie Knowledge Base
    CINEMA, CULTURA, HORROR
  • Recensione: Fido

    Recensione: Fido

    Andrew Currie dopo aver già affrontato l'argomento morti viventi nel suo cortometraggio Night of the Living ci regala Fido, interessantissima pellicola... Leggere il seguito

    Da  Zombie Knowledge Base
    CINEMA, CULTURA, HORROR
  • L'eredità (recensione)

    L'eredità (recensione)

    Come mai recensire un libro fantasy sulle pagine di ZOMBIE Knowledge Base? E perchè proprio un volume che pare incentrato sui vampiri? Leggere il seguito

    Da  Zombie Knowledge Base
    CINEMA, CULTURA, HORROR