Magazine Cinema

Recensione: Interstellar

Creato il 14 novembre 2014 da Giobblin @MrGiobblin
Recensione: Interstellar
Si, lo so che chiunque (e pure il suo cane) sta parlando di Interstellar al momento, e che le recensioni in generale sono ormai decisamente sopravvalutate, ma io SO che nel profondo dei vostri cuori volete sapere cosa ne penso.Quindi partiamo dalle basi essenziali.Interstellar è il nono film di Christopher Nolan, è una space-opera, e dura circa tre ore.Questo è tutto ciò che dovete sapere prima di entrare in sala, il resto è solo contorno.
Se amate la fantascienza vasta di film come 2001 Odissea nello Spazio, Solaris o Contact vi troverete perfettamente a vostro agio durante la visione, divagazioni psichedeliche incluse.
Recensione: Interstellar
Come da tradizione nolaniana, il film è tecnicamente perfetto.La fotografia è spettacolare, e la meraviglia evocata da pianeti, wormholes e sterminate distese di stelle val bene il prezzo del biglietto, così come la triste Terra quasi senza vita del prossimo futuro.La colonna sonora dell'immancabile Hans Zimmer è incredibile.Il cast pure, soprattutto Matthew McConaughey che da un paio d'anni sta vivendo un autentico Rinascimento. Ma anche Jessica Chastain, Michael Caine, Anne Hathaway e quel mattacchione di Matt Damon fanno la loro figura.Pollici in su anche per la piccola Mackenzie Foy.
Per la gioia di tutti i fan della Scienza Fatta Bene Christopher e Jonathan Nolan si sono avvalsi del supporto del fisico Kip Thorne... ma oltre a simpatiche teorie su relatività, buchi neri e viaggi interstellari troverete anche molta fuffa. Roba da Quinto Elemento, e là le sparavano grosse apposta.
Recensione: Interstellar
Recensione: Interstellar
Ma non siamo qui per giudicare la correttezza scientifica del film. Interstellar è senza ombra di dubbio il film più ambizioso di Nolan, anche più di Inception, che già mirava molto in alto.Con la differenza che Inception, pur con tutte le sue macchinosità oniriche, è decisamente superiore a questo nuovo arrivo.Interstellar unisce il fascino della space opera ad un melodramma sulla famiglia, sul sacrificio e sull'amore- e poi dicono che Nolan è freddino!- ma il risultato finale è "solo" buono.La prima metà del film è incredibile, e promette benissimo...ma poi qualcosa si inceppa.
Recensione: Interstellar
Recensione: Interstellar
Appesantito da spiegoni e strampalate teorie pseudoscientifiche, Interstellar alla fine non colpisce come dovrebbe e risulta più un blockbuster telefonatissimo che una space opera rivoluzionaria.C'è cuore, certo, ma è sparso un pò dappertutto, e il messaggio "omnia vincit amor" stride non poco con l'aspetto sci-fi tanto sbandierato.
Tuttavia, si tratta comunque di un film da non perdere.Fotografia, cast, effetti speciali e ambizione sono assolutamente titanici, e va detto che film di questo spessore- anche se mancano il bersaglio- non se ne vedono molti oggigiorno.
Se serve una conferma dell'effettivo potere di Nolan, che può permettersi di girare ciò che vuole (un pò come Spielberg o Tarantino) Interstellar è ciò che vi serve.E nonostante non sia il CAPOLAVORO che i fanboys volevano, spazza lo stesso il pavimento con la concorrenza sci-fi.
A parte Guardiani della Galassia, ovvio.
Recensione: Interstellar
"According to the gas chromatograph, the secret ingredient is... love?!? Who's been screwing with this thing?"

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog