Magazine Cultura

Recensione, UN PICCOLO SOGNO di Susan Elizabeth Phillips

Creato il 19 settembre 2013 da Leggiamo
Finalmente recensisco Un Piccolo Sogno, un romanzo che non ha bisogno di presentazioni, anche perchè io davvero non so più come introdurre la Phillips. L'ho già elogiata in tutti i modi possibili e credo proprio che quando si parla di romance contemporanei abbia ben poche rivali.
A  L i t t l e  D r e a m
| #4 serie Chicago Stars | Leggereditore, 08/2013 | pag. 464 | € 12,00 | 
Recensione, UN PICCOLO SOGNO di Susan Elizabeth PhillipsRachel Stone è appena arrivata a Salvation, una città che non ama e da cui è ricambiata con altrettanta cordiale ostilità. Ha la macchina in panne, il portafoglio vuoto e suo figlio di cinque anni che dorme sul sedile tra gli scatoloni del trasloco. Ma Rachel è una giovane vedova molto determinata, pronta a fare qualsiasi cosa pur di lasciarsi alle spalle un passato scandaloso. Qualsiasi cosa, tranne innamorarsi di nuovo. Eppure quando la sua vitalità invade i confini dello schivo Gabe Bonner, un uomo ostaggio dei suoi ricordi, la passione tra i due si accende contro ogni previsione, attirando le critiche dei soliti benpensanti. Benvenuti a Salvation, in Carolina del Nord, dove un uomo che ha smarrito la propria tenerezza incontra una donna con niente da perdere. Un luogo in cui i sogni potrebbero anche avverarsi.
Voto:Recensione, UN PICCOLO SOGNO di Susan Elizabeth PhillipsRecensione, UN PICCOLO SOGNO di Susan Elizabeth PhillipsRecensione, UN PICCOLO SOGNO di Susan Elizabeth PhillipsRecensione, UN PICCOLO SOGNO di Susan Elizabeth PhillipsRecensione, UN PICCOLO SOGNO di Susan Elizabeth Phillips
R e c e n s i o n e 

La nonna di Rachel, credeva in Dio, negli Stati Uniti d'America e nelle torte di mele fatte in casa. Io credo in Dio, nella connessione a Internet, nei panini alla Nutella e in Susan Elizabeth Phillips.
Ci credo da sempre, e ormai ne ho la certezza: un suo libro non potrà mai deludermi.
Con Un Piccolo Sognol'autrice si distacca per la prima volta dal mondo del football e dei Chicago Stars per raccontarci la storia di Gabriel Bonner, personaggio già intravisto in E se fosse lui quello giusto?, in quanto fratello di Cal e Ethan. Tra i tre Gabe è sicuramente l'uomo che la vita ha castigato maggiormente e per ovvi e comprensibili motivi è anche quello più protetto dalla sua famiglia che non manca mai di assecondare ogni sua scelta, anche la più sbagliata, pur di farlo felice. Ma da quando ha perso la moglie e il figlio in un tragico incidente Gabe non sa nemmeno più cosa sia la felicità, la vita è la sua peggiore nemica e la pistola che tiene nel cassetto vicino al letto un conforto a cui non riesce ad abbandonarsi.
Dopo essersi allontanato dalla sua città natale, come se dal dolore si potesse scappare, Gabe ritorna a Salvation e per tenersi occupato decide di ristrutturare un vecchio Drive In. Qui conosce Rachel, la vedova di un Predicatore che ha dissanguato il conto in banca dei fedeli del posto promettendo miracoli e un posto in prima fila in Paradiso. Rachel è tutta ossa e dolore...
» continua a leggere sul sito 
L a  s e r i e  C h i c a g o  S t a r s
1. It Had to Be You, 1994  - Il Gioco della Seduzione2. Heaven Texas, 1995 - Heaven Texas. Un Posto nel tuo Cuore3. Nobody’s Baby But Mine, 1997 - E Se Fosse Lui Quello Giusto?4. Dream a Little Dream, 1998 - Un Piccolo Sogno, 20135. This Heart of Mine, 20016. Match Me If You Can, 20057. Natural Born Charmer, 2007
Nota: I commenti rilasciati a questo post, saranno visibili anche nella pagina del sito dedicata alla recensione.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :