Magazine Diario personale

Rio - Racconto

Da Cok7sette @cok7sette
Rio - RaccontoQui a Rio la vita è bella e spensierata, dicono.
Io ci vivo da una vita e non me ne ero mai accorto.Qui a Rio, qui dove abito io, non dove andate voi a fare i turisti, la vita non è bella, ed è piena di pensieri.Vivo in una baraccopoli, uno di quei mucchi di lamiera torride costellate di antenne satellitari e panni stesi e pozzanghere di piscio.Vivo in un posto dove l'acqua corrente non esiste e la corrente elettrica è rubata.Vivo in un posto difficile, dove i pochi turisti che arrivano solitamente vengono derubati e malmenati, quando non gli capita di ben peggio.O meglio, è quello che vorremmo fargli se non fosse che poi arriva la polizia armata di scudi e manganelli e fumogeni e mitragliatrici e morte e violenza.Non è facile combattere certa gente coi mezzi limitati che abbiamo a disposizione, anche se a prenderli a secchiate di diarrea liquida mista piscio ci si prende delle belle soddisfazioni.Sì, dove abito io c'è un sacco di piscio. Un consiglio, se volete venire a fare i turisti dalle mie parti, non dimenticate gli stivali di gomma.Correte il rischio che vi si rubi anche quelli, certo, ma almeno non dovrete camminare in ciabatte saltellando fra le pozzanghere profumate che costellano le nostre strade.Strade, chiamarle strada poi... è decisamente un'esagerazione.Cercare di orientarsi dalle mie parti equivale a cercare di orientarsi nel peggiore dei labirinti, con l'aggravante che qui non c'è niente che sia mai in piano.Il posto dove vivo io è aggrappato, inerpicato sui ripidi fianchi di queste montagne che dovrebbero essere piene di vegetazione ed invece non lo sono più.Chi sta più in alto, logicamente, vive meglio, ma si becca tutti gli odori di quelli che vivono sotto.Lassù in cima i poliziotti non ci arrivano mai. Solo uno ci è andato m'hanno detto e non è mai tornato indietro.Una cosa non l'ho mai capita. E' rimasto su a viverci o c'è morto là in cima?Voi direte che son dettagli, ma per noi, per noi che viviamo ai piani bassi, son cose importanti.Quasi come trovare da mangiare tutti i giorni.Quasi come riuscire a spacciare il minimo giornaliero.Quasi come arrivare a fine giornata senza essere ammazzati.Sì perché nella vita di tutti i giorni la speranza è importante e sapere che, per caso o per chissà cosa, a tutti può capitare di star meglio, o smettere di soffrire, è una cosa importante.
Come la speranza, è una cosa importante anche la speranza no?

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Racconto di Natale /6

    Racconto Natale

    (un racconto di Francesca Perinelli ©2012).[segue / leggi dall'inizio].C’è che quando dormi in un letto che non è il tuo, a parte il caso della camera d’albergo... Leggere il seguito

    Da  Icalamari
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • Racconto di Natale /8

    Racconto Natale

    (un racconto di Francesca Perinelli ©2012)[segue / leggi dall'inizio]..- La scelta era tra Montecatini Terme e Cuba.Non stavo bevendo nulla, per cui rischiai... Leggere il seguito

    Da  Icalamari
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • ora vi racconto tutto

    racconto tutto

    LO STRAPPOProprio come avevo titolato il mio penultimo post, a volte basta un secondo perche' tutto cambi.Il mio personalissimo secondo stravolgente è quello... Leggere il seguito

    Da  Dony
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il sasso (Racconto)

    sasso (Racconto)

    Si chiama Ignazio ed è un bravo ragazzo, ma bravo davvero. Non si direbbe nemmeno che è straniero. Il nome di battesimo aiuta in questi casi. Ignazio suona anch... Leggere il seguito

    Da  Alblog
    RACCONTI, TALENTI
  • Il racconto a puntate

    Salve a tutti voi di nuovo!!!Ve lo dico subito a scanso di fraintendimenti...Da qui in avanti le "Spintarelle" come comunemente intese finora si diluiranno per... Leggere il seguito

    Da  Paperottolo37
    RACCONTI, TALENTI
  • Il Racconto Cinguettante

    Salve a tutti!Mentre fuori piove io vi racconto un'altra storia inerente un "qualcosa" che al momento libro non è ma che, nelle intenzioni dell'autore, nelle MI... Leggere il seguito

    Da  Paperottolo37
    RACCONTI, TALENTI
  • RACCONTO DOMENICALE “Amanda”

    RACCONTO DOMENICALE “Amanda”

    (Premio Ruggero II 2005 – Patrocinato dal Pontificium Consilium de Cultura) Amanda faceva la vita da quasi vent’anni. Aveva cominciato …Continua a leggere » Leggere il seguito

    Da  Federbernardini53
    CULTURA, RACCONTI, SESSUALITÀ, TALENTI