Magazine Attualità

Ritornano i Coldplay, nuovo album e concerto gratuito in streaming

Creato il 09 marzo 2014 da Zero @zeroblogtw

I Coldplay suonano insieme dal 1997  sempre con grande successo che da qualche anno è enorme ed ora tornano con un nuovo album, un nuovo tour mondiale tutto lanciato da un primo concerto in diretta streaming.

Il rock di Chris Martin e compagni riparte alla grande con il sesto album: ‘Ghost stories’ registrato presso gli studi The Bakery An The Beehive, che sorgono nel nord di Londra.

Ritornano i Coldplay, nuovo album e concerto gratuito in streaming

La copertina di “Ghost stories”

Il tuor di live in realtà è già iniziato se consideriamo la sorpresa che hanno fatto suonando in un pub di Compton Martin, nel Somerset ma la prima data ufficiale resta l’11 Marzo dal palco dell’iTunes Festival all’SXSW di Austin evento che verrà dato in live streaming gratuitamente sull’iTunes Store e al quale speriamo segua un tour mondiale probabilmente estivo dato che il disco uscirà il 16 maggio in Gran Bretagna, il 19 negli Usa e il 20 in Italia.

Per ora l’attesa è scaldata dall’emissione di due singoli di cui uno “Midnight” del quale gira già il video che in rete ha avuto ovviamente milioni di visualizzazioni. Il video è diretto dalla regista e attrice Mary Wigmore e devo dire non mi ha entusiasmato.

 Premetto che seguo i Coldplay dalla prima metà della scorsa decade, mi sono innamorato di Parachutes e A Rush of Blood to the head e quindi già l’arrivo di X&Y mi ha stranito, mi è piaciuto subito, a dir il vero, è trascinante e  potente, evoluzione sentita dei primi due, la band è più matura e da molta energia ai brani, Speed of sound nonostante sia diventato il tormentone dell’estate 2005 non ha mai stancato ed ora me lo metto e continuiamo.

Ok Viva La Vida è interessante, anche questo dimostra la maturità del gruppo, ma qualche cosa inizia a darmi fastidio, probabilmente iniziano ad entrare le note commerciali che sentiamo su Mylo Xyloto che non mi è piaciuto, noioso e piatto, mancavano idee? Forse e ci si è appoggiati alla major, male malissimo. Spicca in quest’album Princess of China, fatto in collaborazione con Rihanna, canzone brutta, video con samurai giapponesi che non centrano nulla, peccato.
Per capire della decadenza tra i due album di cui parlavo ecco Lost! (forse la migliore di quell’album, bellissima anche in acustico) fatta qui live con Jay Z.

Ora spero in questo, Midnight ha un video carino, in bianco e nero con l’idea della termografia ma nulla in confronto alla bellezza del video di The Scientist piuttosto che alla completa semplicità di Yellow e poi la canzone non mi dice gran che anzi quasi nulla, certo va ascoltata nell’album e potrebbe assumere un significato completamente diverso. Non è affatto male invece l’altro singolo Ghost, del quale ad ora si ha solo la traccia audio.

Questa è una band che adoro e siamo in molti a farlo secondo i 60 milioni di dischi venduti e i successi ai concerti. Li ho visti dal vivo una sola volta, all’Arena a Verona, che esperienza, se l’album mi convince ci torno a vederli.

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog