Magazine Concerti e Festival

Rod Stewart – Concerto Arena di Verona 21 giugno 2010

Creato il 22 giugno 2010 da 31canzoni
Rod Stewart – Concerto Arena di Verona 21 giugno 2010He Was Only a Plumber's Son
Non mi era passata nemmeno per l'anticamera del cervello di comprare i biglietti per il concerto in Arena di Rod Stewart.
Poi un'amica mi ha indicato che una rivista/sito specializzato (Carnet Verona) ne metteva alcuni in palio per chi avesse mandato una mail raccontando le sue impressioni su Rod.
Così per gioco l'ho fatto e sono stato fortunato chè mi sono stati regalti due biglietti.
Ma ancora non avevo voglia, il tempo meteorolgico, prendere su dopo il lavoro per andare a un concerto che in fondo era un'incognita, e per giunta erano biglietti non numerati e voglia di resse zero.
Alla fine comunque sono andato. Non convinto, ma i biglietti erano omaggio...
Si sale in Arena, i gradoni sembrano più alti del solito, verso la gradinata non numerata. Non c'è molta gente, l'anfiteatro è mezzo vuoto o se preferite mezzo pieno.
Troviamo due posti comodi, abbastanza centrali. Buoni tutto sommato.
Il tempo meteorologico è fresco ma clemente per quel che riguarda la pioggia (avrà finito l'acqua, vista quanta ne è caduta negli ultimi giorni). Il cielo è un po' nuvoloso ma niente di preoccupante – terrà per tutta la serata.
Alle 21.00 in punto comincia il concerto. Rod accompagnato da una numerosa band (due batterie – due chitarre – basso – tastiere-due sassofoni- una tromba- un violino e tre coriste) sfoggia una giacca che sembra il bravo presentatore di frassichiana memoria – quelle che sfoggerà nel prosieguo del concerto non saranno da meno per eccntricità della prima.
Da subito problemi con il mixer: la voce è troppo bassa e si perde completamente nei pieni musicali. Il gruppo pesta che è un piacere, swinga, rolla, rockeggia, diverte, ma Stewart sembra completamente afono, vuoi perchè di voce gliene è rimasta pochina pochina, vuoi per il suddetto problema mixer. Dopo due o tre canzoni il volume della voce viene finalmente aggiustato e rimangono solo i limiti fisiologici, ma almeno si sente.
Canzoni famose di un canzoniere 40ennale si susseguono a buon ritmo. Comincia a scaldarsi il pubblico, e pure lo scozzese comincia ad ingranare. Arriva una formidabile Lucille di Little Richard e poi quasi a ruota una vera sopresa “Downbound Train” del grande Tom Waits – per inciso interpretata benissimo.
Il concerto va, mi diverto, le perplessità sono sparite, mi son fatto prendere dalla musica, e dalle capacità di quel vecchio marpione da palcoscenico che si rivela essere Stewart.
Il 65enne si muove come un ragazzino citando sé stesso nelle movenze, negli ancheggiamenti. Sì direi che è veramente un vecchio animale da palcoscenico che con le movenze, con il ritmo riesce a far dimenticare le lacune vocali.
Due ore volano, si susseguono i successi da “Da Ya Think I'm Sexy” a Maggie May”, da “Tonight's The Night”, da “It's A Heartache”, a “You're in My Heart” a “Th Fisrt Cut Is The Deepest”.
Ma la mia preferita della serata, quella che m'ha sorpreso commuovendomi è stata “Sailing”.
Dapprima sul megaschermo è apparso lui ricevuto dal principe di Galles e una scritta “Rod Stewart – He Was Only a Plumber's Son”, e poi ha attaccato a cantare con la sua voce dolcemente roca
I am sailing, I am sailing,
home again 'cross the sea.
I am sailing, stormy waters,
to be near you, to be free.
I am flying, I am flying,
like a bird 'cross the sky.
I am flying, passing high clouds,
to be with you, to be free.
Can you hear me, can you hear me
............
Sarà stata la bellezza della canzone o le immagini in bianco e nero di emigranti, di navi che solcavano oceani, di aerei che solcavano cieli ai tempi eroici dell'aviazione, ma mi sono commosso, in modo del tutto inaspettato e forse per questo più bello.
Grazie Rod per il bel concerto cui non credevo né avrei creduto mi fosse stato solo raccontato.


""""""""""""

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • IQ in concerto

    concerto

    Alberto Sgarlato mi ha inviato la sua recensione relativa al concerto di IQ, a Cusano Milanino. Ringrazio “Il Mulino degli Artisti”, di cui Alberto fa parte, pe... Leggere il seguito

    Da  Athos Enrile
    CONCERTI E FESTIVAL, CULTURA, MUSICA
  • Baustelle in concerto a settembre

    Sta per concludersi il tour dei Baustelle, la band senese tornata alla ribalta con l’uscita del nuovo album di inediti “I mistici dell’occidente”, chiuderà le... Leggere il seguito

    Da  Robj
    CONCERTI E FESTIVAL, CULTURA, MUSICA
  • Il 6° Rolling Stones: Ian Stewart

    Il 12 dicembre del 1985, a Londra, scompariva il pianista dei Rolling Stones, Ian "Stu" Stewart.Era nato a Pittenweem (Scozia), il 18 luglio 1938 ed è stato... Leggere il seguito

    Da  Jagming
    CULTURA, MUSICA, POP / ROCK
  • Concerto per sa Die

    Concerto

    In occasione de “Sa die de Sa Sardigna” sono tante le manifestazioni che si svolgeranno oggi in tutta la Sardegna. A Cagliari, è in programma “Sa Die de Sa... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, DANZA, MUSICA, PALCOSCENICO
  • Rosso Improvviso - un concerto sull'improvvisazione

    Rosso Improvviso concerto sull'improvvisazione

    Recital di Arturo Tallini. 19 maggio 2010 alle ore 21.00Conservatorio di Santa Cecilia - Sala AccademicaMusiche di Pisati, Marco, Ginastera, Stockhausen,... Leggere il seguito

    Da  Empedocle70
    CULTURA, MUSICA
  • Concerto di Oliena - World Premiere

    Concerto Oliena World Premiere

    22 Maggio 2010 - Ore 21.00May 22, 2010 - 9PMPrima esecuzione mondiale del nuovo Concerto per Chitarra e Orchestra"Concerto di Oliena" di Angelo... Leggere il seguito

    Da  Empedocle70
    CONCERTI, CULTURA, EVENTI, MUSICA
  • Maturità con concerto

    Maturità concerto

    Ho apprezzato l’idea di una mia allieva in procinto di maturità classica, di voler svolgere la sua tesina sull’argomento “voce“. Lei studia canto da meno di un... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, MUSICA, SCUOLA