Magazine Salute e Benessere

Salute virtuale

Creato il 15 gennaio 2014 da 19stefano55

Se uno sta bene c’è poco da discutere magari prenderà prodotti che per i più sono placebo ma quel che conta è che lui con quella scatoletta si sente meglio.

Però una volta c’era il medico, di famiglia, che era bonario, lo si salutava alla messa (nel paese è luogo da frequentare anche laicamente) e se un bambino non aveva appetito (alla faccia dell’obesità odierna per social network!!) si tifava per prendere il Be total (ormai credo sia come Kambusa, l’amaricante) che era come una crema , dolce, e…mi piaceva.

Oggi c’è la farmacia virtuale, i prodotti scontati e addirittura farmacie che se vai a comprare di persona, applicano 4-5 € in più dell’acqisto on-line! Ma che il farmacista ha bisogno della laurea per fare il commerciante? Quando sto male ho l’effetto compulsivo da farmaci e sperando nei  loro miracoli mi inducono a comprare. Poi se c’è pure  lo sconto.

Educazione sanitaria fatti viva, il medico visita con lo smartphone e ormai le sue ricette sono scritte dalla segretaria che  lo potrebbe sostituire (spending Rewue), visto che ” Il  si spogli prego” ormai viene visto come….provocante proposta!

500px-Super_Mario_in_Dr._Mario



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

A proposito dell'autore


19stefano55 451 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

Dossier Paperblog