Magazine Cultura

Saro' Tua di Cheryl Holt

Creato il 24 febbraio 2011 da Junerossblog
Continuamo a parlare di erotico.
Non e' vero che a volte quando le scene diventano troppo hard, rasentano il ridicolo? Ed invece di infiammarci i sensi, ci fanno ridere a crepapelle per le assurdita' descritte?
Direttamente dalla scrivania di Lety una Nota Stridente su il primo romanzo Extra Passion.
Siete d'accordo con Lety?

Una mia cara amica ultimamente mi ha fatto notare come tanti romanzi da lei letti di recente fossero privi di "storia", oggettivamente le do piena ragione perchè spesso si creano intere trame sul "poco o nulla" (come diciamo dalle mie parti). E' pur vero che non leggendo molto da diverso tempo, cerco sempre il classico perchè mi dia quelle sensazioni di pace e tranquillità che mi piacciono tanto...
Care amiche, vi chiederete il perchè di questa premessa. Ve lo dico subito: seguendo un impulso del momento, ho acquistato uno dei due primi romanzi Extra Passion della Mondadori, Sarò tua di Cheryl Holt.
Saro' Tua di Cheryl Holt
Emma Fitzgerald, figlia del defunto vicario del paese, si reca con piglio battagliero alla residenza di John Clayton, visconte di Wakefield, per convincerlo a ritirare le ingiunzioni di sfratto che ha fatto pervenire alle persone più in difficoltà del distretto. Nessuno si è mai permesso di rimproverarlo, e tanto meno di dirgli quello che deve fare, così John, pur intrigato dall’avvenente Emma, ne rimane molto irritato. Al punto di farle una proposta talmente scandalosa da essere di certo rifiutata: la promessa di accontentarla se lei diventerà la sua amante e soddisferà ogni suo desiderio. E quando Emma sorprendentemente accetta, John si troverà catapultato nella relazione più incredibile della sua vita: una vera storia d’amore.

Leggendo la trama l'unica cosa che può essere definito come "alternativo" è la classificazione a romanzo erotico, perchè il Visconte libertino e la figlia del vicario di campagna, direi che rasenta il "top" dell'ovvietà!
Vorrei condividere con tutte le mie amiche le mie considerazioni sia sulla collana sia sul romanzo...
Extra Passion, anche solo per definizione, dovrebbe essere staripante di scene hot! E ce ne sono, sicuramente, ma alla fine quanto diverso è questo da uno dei romanzi che non sono prettamente catalogati come "erotici"? Prendiamo una Kleypas, che molte di noi amano. Beh le sue scene d'amore non hanno niente da invidiare a quelle di questo libro...
Oppure per cambiare del tutto genere, un romanzo "vampiresco" della Ward ha pagine intere di sesso sfrenato, non con questo si può definire erotico.
Per cui la mia domanda è, che cosa definisce un romanzo erotico? Il fatto che magari le traduzioni sono meno annacquate e qualche volte gli organi genitali vengono definiti qualche parola sconcia, ma in uso comune? Oppure come un'altra amica mi ha suggerito è una scelta più pubblicitaria che di contenuto? Oppure...?
E' pur vero che in tante occasioni abbiamo parlato di romanzi erotici e di trasgressioni, ma credo che l'argomento si presti sempre a nuove riflessioni!
Proseguendo e parlando del libro, beh... le perplessità aumentano...
La prima pagina inizia con il protagonista che ha un vero e proprio accoppiamento animalesco con l'amante (antipatica ovviamente) di turno.
Solo per questo alcune mie conoscenze avrebbero preso il libro e gettato dalla finestra ;)
Ma proseguiamo perché giustamente al libro vanno date altre possibilità!
Senza entrare troppo nei dettagli della trama per non fare spoilers, troviamo contrapposti due personaggi diversissimi ma vicini per quello che riguarda la solitudine e il bisogno di affetto.
Saro' Tua di Cheryl HoltLa nota stridente dove sta?
A mio avviso sta nel fatto che la nostra Emma Fitzgerald è una zittella 28enne, figlia di un vicario, nata e vissuta in campagna, che però è sicura di essere una donna passionale tanto che accetta subito la proposta indecente del visconte libertino. Oh mamma, ma come? Non erano tutte irreprensibili le figlie dei vicari? Lei in teoria lo è, ma mentalmente e fisicamente sa di non esserlo, è consapevole di essere frustrata, magari non con questi termini, ma lo sa.
Ecco dove mi suona un campanello, ma se devo dire che mi dispiace, beh non posso. Dopo tante "damine" senza carattere, almeno Emma ne ha da vendere, forse troppo, perché tutta quella sicurezza che dimostra, sicuramente è un fenomeno piuttosto atipico!
Ho comunque delle considerazioni anche su John Clayton, il visconte libertino Wakefield. Vive circondato da donnine allegre e amici beoni e fannulloni, con una sola persona di fiducia, l'ambiguo fratellastro. E non è mai stato amato! Il fratello perfetto primogenito è morto ancora bambino e lui suo malgrado è diventato l'erede. Ora, il fratellino maggiore muore e tutti lo ricordano come il perfetto e lui invece la pecora nera? Ma erano bambini!! Lui non è mai stato amato, capito, apprezzato... che noia, ma proprio da nessuno, nemmeno una tata? Insomma la mancanza di affetto ci sta, ma così davvero è un po' troppo!
E come giustamente mi fa notare la nostra Ross, il Visconte sicuro di sè, che mai si è fatto dare ordini o consigli, colui che non accetta nessuna autorità... possibile si faccia comandare a bacchetta dalla suddetta zitella di campagna che riesce sempre a comunque a farlo trottare come un cagnolino a guinzaglio? Mmmm... ok che la considera subito una donna fuori dagli schemi e che per questo motivo soprattutto ne è attratto, ma non è un filino eccessivo questo sui immediato capitolare?
Al di là di quello che sono le mie sensazioni primarie sui personaggi, leggendo ho trovato che oltre alle scene passionali, c'è una trama che non brilla di originalità, ma se non altro l'autrice ha avuto il merito (sempre secondo la mia modesta opinione) di far uscire fuori i sentimenti dei personaggi, la loro confusione, le loro insicurezze e anche rendendo credibile il percorso dell'innamoramento. Entrambi sanno di non appartenere al mondo dell'altro e quindi non c'è illusione... però l'amore si sa cambia le regole!
Non vi nego di aver avuto anche un'attimo di commozione quando il visconte scopre le misere condizione in cui lei vive con la madre e la sorellina... L'orgoglio di Emma e la sorpresa di John, sono state descritte in maniera molto delicata e sensibile.
Riassumendo, il libro, con note stridenti o meno, mi è molto piaciuto e vorrei spendere qualche parola anche sulla storia (non-storia) parallela. Storia che coinvolgerà nel prossimo libro, che uscirà non si sa, il fratellastro Ian e la ex fidanzata rifiutata Caroline.
Devo dire che trovo assolutamente intrigante il personaggio di Ian, fratellastro, illegittimo e decisamente con una storia misteriosa alle spalle! Attratto dalla fidanzata nobilmente perfetta del fratello titolato, ma che sa di non poter avere mai, viste le sue origini...
E lei, impassibile, perfetta figlia di un conte, istruita fin da bambina a essere la moglie di un visconte, quale che sia non importa, si trova abbandonata e molto inc... arrabbiata! Fanno già scintille in questo libro, beh non vedo l'ora di leggere del loro amore.
A presto,
Lety
Saro' Tua di Cheryl Holt


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines