Magazine Lifestyle

Say no!

Da Laragazzacoltacco12rotto @Laragazzacoltacco12r

Cari amici e amiche,

Di solito scrivo in maniera ironica e per far ridere ma oggi ho deciso di scrivere per dire NO!

Say no!

Alcuni di voi lo sanno, altri no, ma la sottoscritta, oltre ad essere una gran testina di minchia e a criticare vestiti, stile e uomini, sarebbe anche, teoricamente una persona seria! 

Ho studiato, sono laureata in Lingue e letterature straniere con il massimo dei voti, poi ho vinto il progetto Leonardo e ho lavorato in Spagna in una casa editrice, non contenta ho fatto un master in Creazione dei mercati d’impresa, continuando a non trovare lavoro ho preso una seconda laurea in Insegnamento dell’italiano agli stranieri.

Perchè vi dico tutto questo? Perchè nonostante il mio curriculum sembri da yeah continuo a non trovare lavoro. Non ce n’è di lavoro! Direte voi…eh no…questo è il mio punto.

Quali sono i lavori che ci offrono?

Il mio grande sogno era di lavorare nell’editoria ma, si sa, già la gente preferisce guardare uomini e donne piuttosto che leggere un libro, figuriamoci con l’avvento degli ebook. E così, dopo qualche anno di stage gratuiti, ho optato per la mia seconda scelta: l’insegnamento. E non perchè lavori poco e boiate del genere, io amo i ragazzi, amo insegnare, amo stare in classe, amo sentire due diciassettenni che discutono su se sia meglio Shakespeare o Marlow!

Nel pubblico, però, è impossibile entrare. Allora ci ho provato con il privato. Ma che contratti fanno nel privato?

L’anno scorso, in una delle varie scuole in cui insegnavo, avevo un co.co.pro., adesso io vi chiedo: qual’è il mio progetto? Far essere i miei studenti un po’ meno capre? Alfabetizzare i bimbiminkia? No, un anno di insegnamento non è un progetto! Ma ovviamente alla scuola conviene, non ti pagano i contributi, non hai ferie o malattie e allo stato anche conviene giacchè non avrai nessuna disoccupazione. Ma questo è niente! A dispetto del mio progetto che prevedeva una certa cifra per un certo periodo di tempo io venivo pagata ad ore. Che vuol dire questo? Che nonostante il contratto prevedeva che io prendessi in totale una cifra, se lavoravo meno ore (causa neve, studenti che non entravano etc etc) avrei preso di meno. Il tutto contornato dal fatto che lavoravo da settembre a giugno ma avrei avuto i miei soldi a giugno. Ovviamente scaduto il rpogetto la legge prevede non possano fartene un altro per cui tu a casa, prossimo neolaureato in pasto agli studenti.

La paga poi? Presso questa scuola prendevo 12 euro lordi l’ora, ma c’erano scuole in cui prendevo 9 euro l’ora. In pratica lavoravo 30 ore settimanali per guadagnare intorno agli 800 euro al mese. Ovviamente 30 euro senza contare le ore passate a preparare le lezioni, i compiti a casa, correggerli, leggere le tesine, fare gli incontri scuola/famiglia….tutte cose normali nella vita di un insegnante che , proprio per questo, lavora 18 ore settimanali e non 36. 

Arrivata l’estate, ovviamente, mesi non retribuiti. Cercare un altro lavoro? Ovvio! Ma ho 29 anni, quindi sono troppo vecchia per avere un contratto di apprendistato o di stage, ovvero sono troppo vecchia in generale, perchè gli unici contratti che vengono proposti dalle aziende sono questi. 

In una scuola di lingue mi era stato proposto di lavorare come addetta marketing e insegnante di italiano gratis per sei mesi e poi si sarebbe visto….e chi lo paga il fitto in questi sei mesi? Chi vi dice che mamma e papà debbano sempre sborsare soldi per mantenermi? Chi vi autorizza a decidere che io debba avere coinquilini per il resto della mia vita? (non me ne vogliano le mie dolci coinquiline!)

Ovviamente, come la maggior parte di voi, ho sempre detto si e abbassato la testa. Oggi però….la svolta. 

Ennesimo colloquio in una scuola di recupero anni scolastici ed eccomi lì, pronta….ho una sola avversaria da battere, lei ha “solo” la triennale e non ha esperienza nell’insegnamento…bene! Mi chiama l’agenzia interinale e mi dice che il lavoro è mio….ma nessuno ha parlato di stipendio….

Vado a firmare il contratto e mi viene presentata la mia retribuzione….6.76 euro lorde l’ora….cioè 5 euro nette? Per fare l’insegnante? Eccerto perchè nel privato insegnante e impiegato si equivalgono quindi in barba ai contratti nazionali che prevedono che tu sia un sesto livello, sei quarto e la tua retribuzione è divisa per 40 ore settimanali. QUARANTA ORE??? e quando li preparo i compiti a casa? quando li correggo? e chi mi paga le ore extra? Ah ma tranquilla sarai impegnata solo 22 ore alla settimana per una retribuzione lorda mensile di 640 euro. Poi puoi trovarti un altro part time che si incastri nell’ora buca tra le 10.30 e le 11.30!!!

Una parte di me diceva accetta….piuttosto che niente meglio piuttosto….ma la voce della mia intelligentissima coinquilina che mi diceva “In Italia questo è possibile perchè non ci ribelliamo, perchè se tutti dicessimo NO, non potrebbero marciare sulla nostra disperazione” ha prevalso sulla prima voce. E ho deciso di dire NO!

E’ per questo che scrivo, affinchè facciamo sentire tutti la nostra voce, affinchè tutti possano dire SAY NO! Rifiutiamo, ribelliamoci, facciamoli restare senza risorse, perchè siamo noi la loro risorsa!

Per questo ho aperto un gruppo in cui tutti potranno raccontare le loro disavventure, sputtanare le aziende che li hanno trattati male e dire NO a tutto ciò!!! Iscrivetevi al gruppo e dite no insieme a me https://www.facebook.com/groups/611531395552330/

Un bacio dalla ragazza col tacco 12 che se non fosse rotto non vi dice dove lo infilerebbe al sistema!



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Dite.. cheese !!! Say.. cheese

    Dite.. cheese Say..

    Eccoci finalmente al weekend.. ogni volta è come la prima volta e lo aspetto con ansia! In questo momento sto cucinando dei ravioli che mamma mi ha lasciato..... Leggere il seguito

    Da  Shabbygirl
    LIFESTYLE
  • Say Cheek... L'oréal Le Blush 165

    Cheek... L'oréal Blush

    Ciao! Oggi vi presento il blush che più sta dando colore alle mie guance in questo periodo di pallidume acuto che ha colpito la mia facciazza (che non potrebbe... Leggere il seguito

    Da  Cla
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • BBB is coming and I have something to say!

    coming have something say!

    BilBolBul festival è alle porte, sono lieto di invitarvi ed annunciarvi che con i ragazzi di lôk zine esporrò durante il festival. Venite trovarmi!mostra e... Leggere il seguito

    Da  Fatomaleidea
    DISEGNO E ILLUSTRAZIONE, LIFESTYLE
  • SaY ChEEsE!!!!!!!!!!!!!!!!

    ChEEsE!!!!!!!!!!!!!!!!

    After the Chanel nail polish cover ( here ), today I want to share another great idea...this one turns your i-Phone into an high-tech camera with a vintage... Leggere il seguito

    Da  Rockandfrock
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • Say Cheese!

    Cheese!

    Finalmente la neve! Ha nevicato e sta nevicando tantissimo :) Non vedevamo l’ora di scattare qualche foto con intorno un po’ di bianco candido! C’era così... Leggere il seguito

    Da  Zuckerfrei
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • To say, to do and to dream

    say, dream

    Hello World, Today I woke up slowly ,I felt the spring was arriving (be calm, I know, the snow is coming back again), but my body does not want to understand... Leggere il seguito

    Da  Indiansavage
    LIFESTYLE
  • Say it with a pompon

    with pompon

    materialgirlmag sthlmstreetstyle google, glamcheck, kenzo sonia rikyiel theyallhateus Leggere il seguito

    Da  Nelmioangolino
    LIFESTYLE