Magazine Lavoro

Sciopero sì, sciopero no

Creato il 09 giugno 2010 da Federicobollettin
Il sindacato sulla manovra finanziaria.
Stato sociale, amministrazione pubblica-scuola, sanità, pensioni.
Ecco le vacche già magre da mungere!

Oggi ho partecipato al direttivo della FIM-CISL di Padova sulla manovra finanziaria. Il clima in aula era pesante, molti gli interventi-sfogo contro questo governo e contro un sindacato diviso e un vertice CISL troppo accomodante.
"Il sindacato è in crisi" sentivo ripetere spesso.
"I nostri padri hanno fatto scioperi e manifestazioni per ottenere quei diritti di cui noi beneficiamo!"
E' ancora valido lo strumento dello sciopero? Perchè la CGIL è sempre pronta a scioperare? Cosa riesce ad ottenere?
I compagni della CGIL erano sempre presenti nei nostri discorsi, direttamente e indirettamente, perchè ci provocano e ci costringono a capire l'identità e la particolarità della CISL.
Il segretario ha cercato di portare l'attenzione sugli aspetti concreti di questa manovra da 24 miliardi di euro. Bisogna prima di tutto leggere il testo, e soltanto dopo proporre dei cambiamenti che siano in sintonia con i principi sindacali della CISL. In effetti, qualcuno affermava che il nostro parlamento è formato quasi esclusivamente da avvocati, imprenditori, commercianti... i quali hanno tutto l'interesse di accrescere i loro privilegi.
Rabbia in aula.
Nessuno sembra interessarsi di quei molti operai disoccupati o in cassa integrazione che non riescono a mandare avanti la propria famiglia. Quali cambiamenti? Innalzamento dell'età pensionabile: come farà un uomo di 64-65 anni a lavorare ancora in una catena di montaggio in una fabbrica metalmeccanica?
Innalzamento della percentuale di invalidità, pura cattiveria nei confronti di chi sta veramente male e inutile contrasto ai falsi invalidi.
Stato sociale, amministrazione pubblica-scuola, sanità, pensioni. Ecco le vacche già magre da mungere!
Ascoltiamo alcune agghiaccianti statistiche: "In Veneto 7 operai su 10 hanno votato Lega e PDL, ed ora pretendono che noi - sostiene un operatore sindacale - scendiamo in piazza a protestare contro le leggi dei politici che loro stessi hanno votato. Non è assurdo?!!!" L'operaio deve partecipare alla vita politica nel suo territorio, e non basarsi sui rumori della propria pancia!!!
Certo, il reddito dei dipendenti pubblici ha avuto un maggior incremento di quello dei privati, e quindi a loro vanno chiesti maggiori sacrifici, purchè non si tocchi la scuola e la sanità! Via le provincie, quelle piccole ma anche quelle grandi. Siamo l'unico Paese al mondo ad avere quattro cerchi di amministrazione: comuni, provincie, regioni, stato.
Ma il problema non sono quei 24000 esuberi nella sanità, tra infermieri e medici... il problema è trovare un criterio di produttività anche nel settore pubblico, così si evita che un dottore abbia il dono dell'ubiquità, e cioè sia contemporaneamente pagato per il suo servizio pubblico e per le prestazioni nella sua clinica privata!
Non si può ridurre il personale, ma controllarlo sì. Così i tempi lunghi d'attesa finalmente si ridurrebbero!
Un incontro ricco di provocazioni, di conflitti a volte, di spunti per la riflessione... in ogni caso il gruppo non sembrava nè un gregge di pecore nè una setta di fanatici. Le diversità si sono espresse liberamente, ma la strada per recuperare fiducia nel sindacato è ancora molto lunga.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Quelli dello sciopero

    Sciopero si o sciopero no, venerdì prossimo, contro il bavaglio?Dalle stesse testate che venerdì prossimo sciopereranno contro la legge bavaglio, probabilmente... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    ATTUALITÀ, EDITORIA E STAMPA, MEDIA E COMUNICAZIONE, SOCIETÀ
  • Oggi sciopero contro la legge bavaglio

    Oggi sciopero contro legge bavaglio

    Oggi questo sito aderisce all'appello della Federazione Nazionale della Stampa Italiana: “La Federazione Nazionale ha proclamato per il 9 luglio, la giornata de... Leggere il seguito

    Da  Pinobruno
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, SOCIETÀ
  • Venerdi’ sciopero di 4 ore alla sevel.

    Sale la paura alla Sevel di Lanciano dopo quello che è stato ribattezzato il “ricatto di Pomigliano” ma anche dopo i tre licenziamenti di delegati e lavoratori... Leggere il seguito

    Da  Sansalvoinpiazza
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Sciopero della fame in Messico. La vertenza degli elettricisti

    Sciopero della fame Messico. vertenza degli elettricisti

    di Clara Ferri Vi ricordate i 44.000 lavoratori dell’ente parastatale messicano Luz y Fuerza del Centro licenziati in tronco mediante un decreto presidenziale l... Leggere il seguito

    Da  Vfabris
    SOCIETÀ
  • lo sciopero degli immigrati

    sciopero degli immigrati

    E' stato un giorno importante, anche se forse non tutti ce ne siamo accorti. Eppure è così: lo scorso primo marzo centinaia di città, piccole e grandi, in... Leggere il seguito

    Da  Barbini
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Sciopero della privacy

    Sciopero della privacy

    Uno di questi è Francescone Rutelli. Ma già lo si sapeva. Basta andare a chiederlo a Roma che lo sanno tutti. Sin dai tempi in cui il ballerino due volte sindac... Leggere il seguito

    Da  Cappellaio
    SOCIETÀ

Magazines